“The Alpha States & Andrea Chimenti: What a Wonderful”. La nostra intervista

Su Avantpop Marco Maffei, responsabile della label pugliese RadioSpia, ci presenta una nuova produzione che vede la preziosa partecipazione del grande Andre Chimenti, artista di fama internazionale, con il quale aveva già collaborato in passato. Ecco l’intervista rilasciata dai due artisti su RKO.

Un inno alla vita dopo la tempesta, perché il mondo dell’arte possa riprendere a girare nel verso giusto. RadioSpia, l’etichetta discografica diretta dal tecnico del suono Marco Maffei, con un DNA creativo che fonde talenti pugliesi e suoni internazionali, per questo singolo What a Wonderful ha desiderato la collaborazione con un’icona della musica di qualità come Andrea Chimenti, con il noto batterista Piero Monterisi e con alcuni musicisti foggiani, come Angelo Di Gioia, Sandro Brescia, Angelo “Baba” Caponi, Giovanni Mastrangelo ed altri. L’intento del singolo è esorcizzare lo sconvolgimento che ha travolto il mondo dell’arte con un canto sotteso e uno stile originale; un buon auspicio sotto forma di canzone.

What a wonderful, what a wonderful life – and I see you, and I see you cry, why?(Che vita meravigliosa, ma io ti vedo piangere, perché?)”, canta Andrea Chimenti – storica voce dei Moda, band new wave dell’avanguardia fiorentina con una lunghissima carriera di autore, compositore, cantante e scrittore, oltre a collaborazioni con David Sylvian, Gianni Maroccolo, Antonio Aiazzi e tantissimi altri. Egli afferma: “Nel grigiore di questo lungo periodo di Covid, la proposta di cantare What a Wonderful è stata un fulmine a ciel sereno. Un brano musicale può essere un piccolo squarcio di luce capace, per i pochi minuti della sua durata, di cambiare per un attimo la visione delle cose. What a Wonderful, scritto da Vincenzo Mascolo e prodotto da Marco Maffei, mi è arrivato subito al cuore per la sua semplicità e sintesi, per quelle parole che ho sentito così vere e sincere in questo periodo”.

Piero Monterisi, batterista e produttore che ha suonato con Max Gazzé, la PFM, Daniele Silvestri, Renato Carosone, Niccolò Fabi, Tiromancino e Cristina Donà, ha apprezzato subito questa sinergia artistica foggiana ed il timbro vocale dello stesso Andrea Chimenti, di cui è entusiasta.

Marco Maffei, fonico con centinaia di collaborazioni che dirige lo studio Mastering.it audio labs e che, dal 2012, lavora con RadioSpia records per valorizzare l’identità stilistica alternativa pugliese, ci dichiara: “Pur essendo il remake di un brano già in catalogo (interpretato da Madame Butterfly & Mr. Bear), questa pubblicazione simboleggia che la Musica può avere un tale potere da riuscire a cambiare la propria sostanza, forma e messaggio. Abbiamo plasmato una canzone d’amore in un robusto desiderio di rivalsa dedicato al mondo dell’arte”.

Gli altri creativi coinvolti nel singolo sono Angelo Di Gioia (chitarrista jazz noto nella scena foggiana), Sandro Brescia (bassista nei Sis Felix), Giovanni Mastrangelo (bassista nei Favonio), Angelo “Baba” Caponi (ex Dread ina Babylon) e Roberto Pellicano (cantante nei Sis Felix).

Vincenzo Mascolo, a proposito di questa incisione della sua canzone, ci dice: “E’ stata stravolta e forgiata con una luce diversa, diventando uno tsunami emotivo tradotto in musica”.

Conclude Andrea Chimenti: “Un arrangiamento asciutto e una produzione, quella di Maffei, capace di riportarmi alla musica che ho sempre amato, che mi ha fatto crescere e che è responsabile di questo impervio mestiere di cantante/musicista. What a Wonderful ha poche parole e pochi accordi, quasi a ricalcare le regole di un buon brano rock e, nonostante Vincenzo Mascolo sia italiano, sembra avere uno stile di scrittura assolutamente d’oltralpe. Sono felice di aver interpretato e di aver collaborato a questo spiraglio nel tunnel”.

L’unione di musicisti eterogenei al collettivo creativo “The Alpha States”, alla fine, è proprio “quello che una musica può fare (per citare Max Gazzé)”.