Archivi tag: RKO

Medimex 2019, il programma dei live International Festival & Music Conference Taranto 5-9 giugno

Medimex 2019, il programma dei live
International Festival & Music Conference
Taranto 5-9 giugno

Agli headliner Cigarettes After Sex, EditorsLiam Gallagher e Patti Smith, sul main stage della Rotonda del Lungomare si aggiungono JulielleJoyCutKing Hammond & The Rude Boy Mafia eKalàscima. Novità, il palco di Villa Peripato, con i concerti di Clock DVA,  Giunto di Cardano,James Senese e Napoli Centrale, Ensi in coppia con Johnny MarsigliaGioEvanWoodstock Special Project BandLa Municipàl e Asian Dub Foundation.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Si completa la line-up dei live in programma dal 7 al 9 giugno al Medimex 2019, l’International Festival & Music Conference promosso da Puglia Sounds che si terrà a Taranto dal 5 al 9 giugno. Agli annunciati headliner Cigarettes After Sex ed Editors (7 giugno), Liam Gallagher (8 giugno) e Patti Smith (9 giugno), sul main stage della Rotonda del Lungomare si aggiungono, ad apertura delle tre serate, il 7 giugno Julielle, l’8 giugno JoyCut e King Hammond & The Rude Boy Mafia e il 9 giugno i Kalàscima. Le prevendite dei biglietti e degli abbonamenti per le tre serate sono attive sul circuito vivaticket.

Novità di quest’anno, il palco di Villa Peripato, dove in contemporanea al main stage si terranno il 7 e 8 giugno due serate di concerti a ingresso gratuito. Il 7 giugno sono previsti Clock DVA,  Giunto di CardanoJames Senese con Napoli Centrale e Ensi in coppia con Johnny Marsiglia, mentre l’8 giugno saranno di scena GioEvan, la Woodstock Special Project BandLa Municipàl e Asian Dub Foundation.

Sul main stage si parte venerdì 7 giugno, alle ore 20.00, con una tappa del tour Aliens and Flowers della salentina Julielle, al secolo Giulia Migliore, portavoce di un raffinato elettro pop. Alle ore 21.00 riflettori sul dream pop degli americani Cigarettes After Sex, la band texana (di stanza a New York) diventata uno dei maggiori fenomeni della scena indie grazie al ‘passa parola’ e a decine di milioni di visualizzazioni su youtube. Il singolo d’esordio autoprodotto, “Nothing’s Gonna Hurt You Baby”, ne ha totalizzate 46 milioni, “Affection” oltre 23 milioni. Nel 2017 il debutto in formato “large” con un album che porta il nome del gruppo.

Alle ore 22.30 saliranno sul palco gli Editors, la neo post-punk band composta che di recente ha pubblicato “The Blanck Mass Sessions”, disco che ospita in veste più elettronica e sperimentale alcune tracce dell’album “Violence” del 2018, cioè così come erano state inizialmente pensate dal procuder Blanck Mass.

Sabato 8 giugno, sempre sul main stage, la serata si apre alle ore 20.00 con i bolognesi JoyCut, dark wave band esibitasi lo scorso anno al festival di Robert Smith dei Cure e attesa a Taranto con l’opera prima “Komorebi” realizzata con il regista Asato Sakamoto e presentata alla Biennale Musica di Venezia. Alle ore 21.00 concerto degli inglesi King Hammond & The Rude Boy Mafia, in arrivo con il loro groove caraibico a base di ritmi in levare.

Alle ore 22.15 l’atteso live di Liam Gallagher, che si esibisce a Taranto il giorno dopo l’uscita nel Regno Unito e Irlanda di “Liam Gallagher: As It Was”, il documentario che racconta l’avventura da solista del musicista inglese dopo l’esperienza con gli Oasis, avviata con l’album “As You Were”, le cui canzoni interpreterà sul palco della Rotonda del Lungomare insieme ad alcuni dei grandi successi della sua ex band.

Domenica 9 giugno, sul main stage, si inizia alle ore 20.30 con il K Tour dei Kalàscima, formazione che porta in giro per il mondo il loro personale sounds che ridisegna la tradizione con un suono urbano e contemporaneo. Alle ore 21.30 il live della “sacerdotessa del rock” Patti Smith, che a Taranto rievocherà gli storici concerti di Bologna e Firenze con i quali nel 1979 in Italia tornarono i grandi raduni rock dopo la stagione degli incidenti.

Particolarmente ricca la programmazione sul palco di Villa Peripato, che prevede, venerdì 7 giugno alle ore 20.00, i britannici Clock Dva, epigoni della scuola dei Kraftwerk. Alle ore 21.00 appuntamento con il Kadima Live dei Giunto di Cardano, alternative band foggiana con venature psichedeliche. Alle ore 22.00 il sassofonista James Senese presenta “Aspettanno ‘o tiempo” con lo storico gruppo Napoli Centrale composto da Luigi De Rienzo (basso), Agostino Marangolo (batteria) ed Ernesto Vitolo (tastiere). Alle ore 23.00 ultimo set della serata con i rapper Ensi e Johnny Marsiglia e il loro show all’insegna del puro freestyle.

L’8 giugno, sempre sul palco di Villa Peripato, si inizia alle ore 20.00 con lo spettacolo “Capta – Tornate sovrumani” appositamente pensato per il Medimex dal cantautore, poeta e artista di strada GioEvan, di scena con la sua band, allargata a Roberto Dellera (bassista degli Afterhours) ed Enrico Gabrielli, il polistrumentista, scrittore e produttore discografico meglio noto con lo pseudonimo di Enro Winston. Alle ore 21.00 appuntamento con la Woodstock Special Project Band composta dal gruppo barese The Good Ole Boys e dagli artisti Giò SadaErica Mou e Nabil dei Radiodervish, tutti insieme per un omaggio al cinquantennale dello storico festival americano. Alle ore 22.00 sul palco, con il Bellissimi Difetti Tour, sale La Municipàl, il gruppo  salentino dei fratelli Carmine e Isabella Tundo che fa del pop crepuscolare la sua matrice stilistica. Alle 23.00 chiudono la programmazione gli Asian Dub Foundation. Lo storico gruppo dal suono inconfondibile che è una combinazione di jungle, linee di basso indu-dub, chitarre punk rock, sitar e samples indiani, che ha visto il ritorno del bassista e fondatore DR DAS e del cantante Ghetto Priest, a Taranto per rievocare l’album cult “Rafi’s Revenge”.

Gli artisti Julielle, Joy Cut, King Hammond & The Rude Boy Mafia, Kalascima, Clock DVA,  Giunti di Cardano, James Senese & Napoli Centrale, Ensi, GioEvan, The Good Ole Boys con Erica Mou, Nabil e Jo Sada, La Municipal e Asian Dub Foundation sono stati selezionati attraverso un avviso pubblico rivolto ad operatori italiani e internazionali.

Medimex è un progetto Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del Fondo di Sviluppo e di Coesione 2014-2020 – Patto per la Puglia Area di Intervento IV “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali. www.pugliasounds.it. Main Sponsor Birra Raffo

“June of 44” unico live in Puglia al Garagesound di Bari – mercoledì 29 maggio

JUNE OF 44 Live

MERCOLEDÌ 29 MAGGIO @ Garage Sound Bari

L’Associazione Microsolco in collaborazione con l’emittente RKO presentano JUNE OF 44 in concerto! In arrivo a Bari una band americana di culto: i June of 44. Annoverati tra i gruppi fondatori del genere post rock, ad oggi un riferimento assoluto per generazioni di musicisti.

Unica data in Puglia, un occasione imperdibile per vedere on stage una leggenda internazionale.

Avremo l’onore di ospitare nella nostra città una band stratosferica! La band americana farà tappa a Bari prima di partire per la Spagna e calcare il palco del prestigioso Primavera Sound a Barcellona.

Tutto parte da Louisville nel Kentucky dove artisti hardcore hanno iniziato a rallentare i propri ritmi giocando con il progressive ed il jazz e poi anche con il pop, trasformando di fatto una scena anni 90 dominata dal grunge. I June of 44 appartengono alla seconda ondata, anche se hanno nella loro compagine due musicisti già attivi in altre band storiche come i Codeine ed i Rodan. Attivi nella scena post rock ma imprevedibili ad ogni disco hanno esordito nel 1995, aggiungendo elementi e sfumature diverse in ogni album fino al 1999. I June of 44 sono Jefff Mueller (Rodan), Sean Meadows(Lungfish / Sonora Pine), Doug Scharin (Cdeine / Rex) e Fred Erskine (Hoover).

È un appuntamento assolutamente da non perdere, una occasione unica di assistere dal vivo ad una band che ha fatto scuola in tutto il mondo! A seguiredopo il live la serata continuerà con un djset indie rock.

[ June of 44 bio ]

FotoLivePortraitJUNEOF4456356639_426922181184482_2523729478983614464_n.jpg

June of 44 nascono a Louisville alla meta’ degli anni novanta (1994), dall’incontro di quattro musicisti provenienti da altri gruppi di primissimo piano nella travolgente onda musicale pulsante in quegli anni: il batterista Doug Scharin,il bassista e part-time trombettista Fred Erskine,il chitarrista/cantante Jeff Mueller e il chitarrista/cantante Sean Meadows.

Nonostante le lusinghiere e apprezzate band da cui essi provenivano,Codeine/RexHoover/CrownHateRuinsRodanLungfish/Sonora, fu con i June of 44 che i quattro musicisti raggiunsero nuove vette espressive, allargando a dismisura la prospettiva e gli immaginari sonori fino ad allora utilizzati, regalandone l’ispirazione alle generazioni successive. Un’ispirazione ancora ardente ai giorni nostri.

Un grande e inconsapevole talento permise loro di affermare linguaggi sconosciuti, esprimendo ritmiche nervose che sfociano in atmosfere sognanti, fraseggi tesi e taglienti di chitarre elettriche che insinuandosi dolcemente nella coscienza sonora aprono squarci di poesia ,sussurrata da cambi e stacchi nervosi sottomessi al dominio del ritmo. Sei anni di vita intensissima, con frequenti ed estenuanti tour in tutto il mondo, quattro album e due EP, raccontano il carattere e la libertà di una band che ha fuso i fondamentali di culture musicali differenti evolvendoli in un suono unico e uno stile originale.

Poi, come una stella che senza riposarsi brilla intensamente consumandosi velocemente, il gruppo si dissolve nel 2000 ed ognuno prende nuovamente strade separate con altre eccellenti formazioni, Shipping News, Him, Sonora Pine.

La loro popolarità è rimasta intatta, come succede alle band che hanno scritto e scrivono la storia della musica, e ancora più intatto e straordinario e’ il motivo che ha riunito i June of 44gli stessi elementi per la prima volta dopo 19 anni:

la gioia di partecipare al trentesimo anniversario degli amici UZEDA organizzato dalla band catanese nella loro città a maggio 2018.

E cosi a Maggio di quest’anno 2019,eludendo ulteriormente ogni logica e prevedibile prospettiva, i June of 44 attraverseranno l’Italia, suonando da Nord a Sud, concludendo questo giro europeo in Spagna, a Madrid e a Barcellona/Primavera Sound).

***

Infoline e prenotazioni: info@rkonair.com | www.rkonair.com

Garage Sound via Mauro Amoruso 62/7B, Bari

Ingresso 15 euro con tessera ENCAP

Start h 22.30.

————————————————-

 

APS MICROSOLCO

Ufficio Stampa

AVANT POP: news interessanti per chi ama Joy Division e New Order…

Avant Pop programma di informazione su RKO, condotto in studio da Carlo Chicco

News che riguardano i Joy Division e New Order. Si avvicina il  40° anniversario dall’uscita del primo album in studio dei Joy Division “Unknow pleasure”, uscito il il 15 giugno del 1979, ad oggi considerato uno dei dischi più influenti della storia della musica rock,  a cui è seguito Closer nel 1980 uscito postumo dopo la scomparsa di Ian Curtis. Peter Hook  ha annunciato che nel 2020 celebrerà i due album della storica band di Manchester, direttamente dai suoi canali social, con un concerto speciale dove, insieme alla sua band The Light, suonerà interamente ambedue i dischi! I live si terranno presso la 02 Academy di Brixton, ma probabilmente arriveranno anche da noi in Italia, io lo spero!

Ascolta qui il tale da AVANT POP

new order

 

Ma le notizie non sono finite! In libreria è in arrivo un libro scritto da Jon Savage dedicato ai Joy Division con tutte le interviste fatte a Ian Curtin Peter Hook, Stephen Mrris e Bernard Summer. In Inghilterra e America c’è già!!

 

Nel 2021 invece si festeggerà il 40°  anniversario di “Movement”, primo album in studio dei New Orde, band nata dalle ceneri dei Joy Division. Ma in anticipo sui tempi, la band ha annunciato un documentario che racconta proprio la fine della storia dei Joy Division e la nascita dei New Order con l’uscita del primo album. Si chiama “Transmissions”.

 

 

“Transmissions” , si legge dal comunicato, è stato pubblicato a puntate sul canale youtube della band, nel mentre è anche uscita la ristampa di “Movement” con l’aggiunta di materiali extra rispetto all’originale del 1981.

 

20190424_181716

I New Order saranno in concerto questa estate al Lucca Summer Festival!!

 

lucca summer festival.jpg

 

CORRENTE ALTERATA SECONDO GIORNO: LE INTERVISTE

Corrente Alternata, secondo giorno, 20 aprile 2019! Ecco i tales delle interviste

 

Ascolta l’intervista con Angelica di TESLA che introduce la seconda giornata di concerti

 

TESLA CORRENTE ALT

 

Ascolta l’intervista ai SANGUE


20190420_225852.jpg

sangue.jpg

 

Ascolta l’intervista agli OLIS 

olis.jpg

Ascolta l’intervista ai MARNERO

 

Voghiamo in un vasto mare, sospinti da un estremo all’altro, sempre incerti e fluttuanti. Ogni termine al quale pensiamo di ormeggiarci e di fissarci vacilla e ci lascia. Per srotoloarsi serve mollare la boa. Che è solo un punto in mezzo al mare. Poi c’è tutto il mare. e se proprio vuoi ficcare la testa da qualche parte fallo in mezzo al mare, dove diventa nero e fa paura, dove si apre quel mondo terribile.

20190421_021052.jpg

Corrente Alterata primo giorno: le interviste

Corrente Alternata, primo giorno! Ecco i tales delle interviste

Ascolta l’intervista a Floriano di Tesla 

floriano tesla

 

Ascolta l’intervista ai LIQUIDA VITA

liquida vita.jpg

“Liquida Vita” è ricerca sonora ed idiomatica, basata su granitici elementi: composizione istantanea [strutturale e destrutturante] e casualità, espressi da un sentimento di morigerata necessità espressivo-emotiva.
Vito Pesce e Walter Forestiere, rispettivamente chitarra elettrica e batteria, si traducono in un flusso multiforme e cangiante, narrando una vitale e consistente Umanità.
Due rari microcosmi alla ricerca della propria naturale collocazione nella dilagante calura.  E’ liberamente ispirato all’Opera ed alla vita di Zygmunt Bauman.

VIto Pesce –– electric guitar
Walter Forestiere –– drums

Ascolta l’intervista ai CHIVALA

CHIVALA.jpg

I chivàla sono una band DIY post hardcore barese composta da Andrea Annese, Giordano Bufi, Giuseppe Del Re, Luca Occhionigro e nascono nell’ottobre 2017. Durante il marzo 2018 registrano il primo EP presso il Sudestudio di Guagnano, coprodotto per formato CD da Nothing Left, Strigide, Boned, Dischi Decenti, Santapogue Media (US), Dreamingorilla, Absolute Contempt (US) e audiocassette da Emocat (CAN) . Seguono live sparsi per l’Italia, tra i quali alcuni festival indipendenti quali Microzoe a Pesaro, DIY Fest a Rimini, dove condividono il palco con One Dimensional Man, Stormo, Shizune, Contrasto, Lleroy, Suirami, Cayman The Animal, John Malkovitch! Tornano in studio per registrare 4 tracce nel gennaio 2019 presso il Sudestudio di Guagnano, due delle quali dedicate a uno split con 3 bands americane e masterizzate da Carl Saff, split la cui uscita è prevista entro l’estate 2019 su vinile, coprodotto da Shove per l’Italia, Moment of Collapse per la Germania, Zegema Beach per il Canada \ Stati Uniti. Durante maggio 2019 saranno in scaletta al Miss The Stars Fest a Berlino e l’Ultimate Screamo Fest di Varsavia. Per giugno 2019 è in programma il tour italiano di 8 date con Lytic da New York, ex Saetia,  Off Minor, considerati i padri dello screamo.

 

Ascolta l’intervista ai RIVIERA

RIVIERA 3.jpg

I Riviera sono una band punk emo romagnola, i grandi ospiti della prima giornata del Corrente Alterata Festival

giacomo – chitarra /
matteo – basso /
francesco – batteria /
andrea – voce e chitarra /
paride – tromba

Intervento radio i K – ANT

rko postazione.jpg

Corrente Alterata – Riviera e Marnero live alla Cittadella degli Artisti di Molfetta

CORRENTE ALTERNATA –  19/20 Aprile presso  La Cittadella degli Artisti di Molfetta

Questo weekend noi di RKO saremo di supporto alle due giornate live organizzate dagli amici dell’associazione culturale Tesla

Seguiremo il tutto con interviste agli organizzatori e alle band, in più dopo ogni giornata live ci sarà un nostro djset indie rock!!!


 

CORRENTE ALTERATA capitolo 1

Dopo il successo del capitolo zero, non potevamo di certo fermarci, sapendo che in serbo avevamo questa cartuccia da usare.

Ciò che vi stiamo andando a presentare, sono due giorni di totale follia! Il 19 e 20 aprile, nella sede delLa Cittadella degli Artisti, ci sarà, per certi versi, uno scontro tra un ghepardo e un vascello pirata.

19/4 live

RIVIERA CHIVALA LIQUIDA VITA

20/04 live

MARNERO OLIS SANGUE

La Cittadella degli Artisti – via Bisceglie km 775, 70056 Molfetta

“Il mio mondo visionario”: personale dell’artista salentino Massimo Pasca Vernissage venerdì 29 marzo

TEATRO KISMET

e

MICROSOLCO

 presentano

“Il mio mondo visionario”

Personale dell’artista salentino Massimo Pasca

Vernissage venerdì 29 marzo, ore 19.30
nel rinnovato Foyer Teatro Kismet Opificio per le arti

Immagini pittoriche dal forte carattere, scenari surreali e personaggi che ritornano dal grande passato. Il 29 marzo nel rinnovato foyer del teatro Kismet Opificio per le Arti s’inaugura la personale dell’artista leccese Massimo Pasca, dal titolo “Il mio mondo visionario”. Pasca offre alla città di Bari l’occasione di visitare il suo mondo, popolato da icone Pop e da forme estemporanee sempre coerenti, attuali e dal rimando collettivo, raccolto in quadri di medie e grandi dimensioni: un percorso visionario allestito nel rinnovato foyer del Teatro Kismet Opera.

Guardando al passato da così vicino Pasca estrae figure eclatanti, dona loro una centralità piena ed usa quell’iconica notorietà per approfondire i temi più reconditi cui quel percorso è legato, strappando quasi sempre un sorriso, seppur amaro. È il caso della Frida immensa e fragile, della maestosa italianità di Dante, che può dirsi suicida col senno di poi, ma è anche il caso di Petrolio in cui un Pasolini ferito e morente come il Re di Giudea soggiace al potere forte dell’oro nero”.

pasca 2.jpg

Vernissage della personale di Massimo Pasca, art performer salentino, a cura di Paola Pagone. Dalle 19,30 aperitivo di benvenuto, seguirà un talk con l’artista curato da Claudia Attimonelli e 206 The Unknown Gallery. A seguire, dal tappeto musicale iniziale al djset funky soul hip hop e big beat, con Carlo Chicco, responsabile RKO, Vito Santamato (BUG, Apulian Black Connection), Gigi Molinari e Giuan Petruzzelli (Hip Hopera Foundation) Nel corso della serata, l’artista regalerà al pubblico, anche  un live painting assolutamente da non perdere.

La mostra – promossa dall’associazione Microsolco e dal Teatro Kismet Opera col sostegno di  radio RKO, Cotriero, Ottica Vision Bari, Belle Arti De Micheli – resterà aperta da venerdì 29 marzo a venerdì 12 aprile, con ingresso libero e gratuito, in concomitanza con gli orari pomeridiani di apertura del Teatro Kismet, in strada San Giorgio Martire 22/F a Bari, dal lunedì al venerdì con orario 17-20 – sabato 19-23 – domenica 16-20, ma anche su prenotazione.

 

artwork.jpg

BIO

Massimo Pasca  è  pittore, illustratore, live painter tra i più attivi in Italia. Si forma artisticamente nella città di Pisa dove si laurea in Beni culturali. Durante il suo percorso si è dotato di uno stile in bilico tra pop art e fumetto, dal forte sapore surrealista, che lo ha portato a  realizzare  numerose performance di pittura dal vivo durante i concerti di gruppi come, Negrita, Marta sui Tubi, Le Luci della centrale elettrica, JoyCut, Esquelito, Finaz (Bandabardò), Roberto Angelini, e dj come Andrea Mi e Max Nocco. Tra i luoghi nei quali ha performato ci sono luoghi come Il  MACRO  di Roma , il Piper Club, Il Circolo degli artisti, l’Istituto Europeo per il Design di Firenze, e festival come Medimex, Festival della Creatività, Metarock, Arezzo Play.

Ha illustrato il cd ”Helldorado”  dei Negrita e ha lavorato per riviste come Il Mucchio, Collettivo Mensa, Arbiter, Lungarno, Todo,  e l’etichette discografiche Irma Records, Alfa Romero, Elastica, Soul Love, Arroyo records, per numerose band e compilation. Nel mese di Ottobre 2012 esce il libro “ Keith Haring a Pisa” Cronaca di un murales”,  per le edizioni ETS, nel libro ci sono quattro pagine di intervista a  Massimo Pasca considerato uno degli eredi del segno del pittore americano. Ha esposto in centinaia di collettive in Italia e all’estero e le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private  in  musei italiani ed europei. Tra le varie pubblicazioni anche una tesi universitaria sul suo lavoro, discussa nel 2008 presso l’Università di Pisa.

Nel 2018 fonda insieme al Collettivo C.A.L.M la rivista di notizie disegnate, LAMANTICE (fiato ai disegni) edita da Ergot Edizioni.

 

 

INFO ORARI | 335 80 52 211 | 080 57 97 657 |

PRENOTAZIONE VISITE | 328 64 96 348 |

apsmicrosolco@gmail.com | info@rkonari.com

INGRESSO LIBERO
————————————————-

 

APS MICROSOLCO

Ufficio Stampa

+39 328 64 96 348

Massimo Volume in concerto! Domenica 24 marzo alla Cittadella degli Artisti di Molfetta

Il 1° febbraio 2019, a distanza di sei anni, è uscito il nuovo album dei Massimo Volume e la band lo presenterà in un lungo tour nei teatri d’Italia. Il 24 marzo sarà la volta di Molfetta, nella sala teatrale della Cittadella degli Artisti.

 

massimo volume il nuotatore

 

I Massimo Volume sono una colonna della musica italiana. Una vera e propria leggenda. Si sono formati nel 1991 a Bologna e hanno all’attivo sei dischi: Stanze (Underground records, ’93); Lungo i bordi (Wea, ’95); Da qui (Mescal, ’97); Club Privé (Mescal, ’99); la colonna sonora sonora del film Almost blue (Cecchi Gori 2001) di Alex Infascelli e il live Bologna nov. 2008 (Mescal, 2009), Cattive Abitudini (LA Tempesta, 2010), Aspettando i barbari (La Tempesta, 2013). Nel 2008 per il Museo del cinema di Torino hanno rimusicato il film La caduta di casa Usher di Jean Epstein più volte, in seguito, portato anche in tour.
Dopo sei anni, ritornano con un nuovo album, il primo realizzato “in trio” dal nucleo storico della band (Egle Sommacal, Emidio Clementi, Vittoria Burattini).

Il nuovo album dei Massimo Volume si chiama “Il Nuotatore” (42Records).

 

La Cittadella degli Artisti via Bisceglie km 775 Molfetta

 

massimo volume grande.jpg

 

A seguire l’afterparty è affidato a SHAKERMAKER, indie djset a cura di Carlo Chicco e Tommi Bonvino!

 

54421020_405337613587417_740335216597401600_n.jpg

 

NEGRAMARO LIVE A BARI PER TRE DATE

“Amore che torni tour”:  Negramaro live a Bari! Palaflorio 13/14715 marzo 2019

3e2d3e73eb.jpg

 

Tre date sold out a Bari, dopo il rinvio dei concerti, per motivi di salute del grande Lele Spedicato, i Negramaro sono tornati più carichi che mai, con un Giuliano Sangiorgi in grande forma. Grandissima l’affluenza nel capoluogo pugliese. Mercoledi 13 e giovedi 14 a cui si è aggiunta, in seguito, una terza data, venerdi 15, che testimonia l’incredibile richiesta di biglietti.  NEGRAMRO live al Palaflorio di Bari.  Inizio concerto ore 21.

 

IMG-20190310-WA0023

IMG-20190310-WA0027

IMG-20190310-WA0021

 

 

(ndr La foto ci sono state  “prestate” direttamente da Giuliano Sangiorgi! Lo ringraziamo!!)