Archivi categoria: interviste

“An Evening with…”: intervista con Manuel Agnelli

Ai microfoni di RKO, Manuel Agnelli ci racconta la sua avventura live da solista! Il 20 novembre sarà in concerto presso il Teatro Verdi di Brindisi ed il 22 uscirà l’album live “An Evening with…”

Qui l’intervista con Carlo Chicco

Qui trovate l’articolo completo: “AN EVENING WITH MANUEL AGNELLI

Qui la puntata completa di AvantPOP con l’intervista e brani musicali: AVANT POP XI PUNTATA

Intervista con Omar Pedrini!

Omar Pedrini, nuovamente nostro ospite in occasione della sua nuova tappa barese! Ai microfoni di AvantPOP condotto da Carlo Chicco, lo Zio Rock ci spiega il tour tra Timoria e pezzi storici che lo hanno influenzato.

Omar Pedrini sarà sul palco del Garagesound con il suo show “Dai Timoria ad oggi – Show elettroacustico”
Omar Pedrini è uno dei massimi esponenti della musica rock italiana.
Inizia la carriera nel 1986 con i Timoria, coi quali raggiunge ottimi riscontri di vendita a metà degli anni ’90, grazie agli album Viaggio Senza Vento e 2020 Speedball.

Nel 1996 pubblica il suo primo album solista, Beatnik – Il ragazzo Tatuato di Birkenhead, stampato in 7000 copie.

Nel 2002 si concede una “pausa di riflessione di cinque anni” ai Timoria e decide di intraprende la carriera solista. Debutta così nel 2004 al Festival di Sanremo con “Lavoro Inutile”, ricevendo il premio dei giornalisti. Dopo il festival, esce il suo secondo album solista, Vidomar.

Nel maggio del 2006 esce il suo terzo album solista, Pane Burro e Medicine, anticipato dal singolo “Shock”, che contiene, tra le altre canzoni, la cover di “Tre Volte Lacrime”, il brano più rappresentativo della new-wave band Diaframma.

È docente di “Laboratorio di composizione e realizzazione di una canzone pop” (30 ore) presso il master in comunicazione musicale per la discografia e i media dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia.

Nel 2009 realizza la title track della colonna sonora del film di Pupi Avati, Il Figlio Più Piccolo, dove interpreta anche un cammeo. Il 23 giugno 2010 esce un nuovo album, La Capanna dello Zio Rock, descritto dallo stesso Omar come “un bel discone con tutto il meglio dei Timoria più alcuni inediti”.

Nel 2011 inizia un tour con una nuova band, riproponendo il meglio dei Timoria e alcuni brani inediti della sua carriera solista.

Il 28 maggio del 2014, esce finalmente (dopo ben otto anni dall’ultimo album di inediti) CHE CI VADO A FARE A LONDRA? —STORIE DAL PIANETA BLU.

OMAR PEDRINI LIVE @ GARAGE SOUND BARI venerdi 14/11

Davide Toffolo, Fumetti e Cumbia

Intervista a Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, oggi in veste di portavoce dell’Istituto italiano di Cumbia!! Ospite di RKO con Carlo Chicco. In occasione della data presso il Prospero Fest di Monopoli (Graphic Novel is Back 13 Novembre 2019) riascoltiamo l’intervista fatta nel back stage con tutta la crew.

Graphic Novel Is Back – Unplugged è lo spettacolo che Davide Toffolo, cantante dei Tre allegri ragazzi morti, ha ideato per farvi entrare nel suo nuovo, omonimo, libro a fumetti (edito da Rizzoli Lizard). La vita dell’anti-star della musica indipendente italiana, che con le sue canzoni e i suoi fumetti ha segnato almeno tre generazioni, viene messa in scena attraverso canzoni, racconti esilaranti e giochi interattivi con il pubblico.

Davide Toffolo è una rock star che fa fumetti e un fumettista che è anche una rockstar. Un’anti-star, per essere precisi. Nessuno ha mai visto così da vicino il grande cantante e disegnatore. Graphic Novel Is Back – Unplugged è un momento intimo per conoscere i segreti del disegno e della musica indipendente e per cantare le canzoni dei Tre allegri ragazzi morti come non le avete mai ascoltate.

>> questa è la puntata completa voce e musica:

Mr Bricks and The Rubble! Intervista con Dario Mattoni

In studio con Carlo Chicco su AvantPOP c’è Dario Mattoni, voce dei Mr Bricks!!

Nuova uscita discografica per l’etichetta Bobo Records che questa volta con la band Mr. Bricks & the Rubble ha deciso di puntare su sonorità rock’n’ roll con il disco “Busy” uscito il 29 settembre.

L’intervista completa di musica la trovate in podcast sulla nostra pagina spreaker!

Grazie al supporto di Puglia Sounds l’etichetta Bobo Records ha deciso di puntare sul rock’n roll e di sposare il progetto discografico “Busy” della band Mr. Bricks & the Rubble con la direzione di Antonello Boezio e la collaborazione di Massimo Stano, Annamaria Demeo, Alceste Ayroldi e la distribuzione digitale della casa discografica “Fragola dischi” di Donato Maiuri.

L’album “Busy” avrà al suo interno brani rock’n’roll molto ballabili, ma anche country ballad e sfumature indie. Il lavoro in studio ha dato modo al trio di lavorare direttamente sul suono, dando ai brani una decisa virata verso un rock’n’roll modernista, accattivante e orecchiabile che amalgama la grande tradizione con le influenze dalla nuova scena internazionale che risulta essere particolarmente attiva nei paesi nord europei e soprattutto nel nord america grazie al revival guidato da band quali Nick Curran, J.D. McPherson, Nick Waterhouse (famoso per il suo singolo Katchi feat. Ofenbach) Heavy Trash di Jon Spencer, e Jack White.

Mr.Bricks & the Rubble elabora così un sound in cui tradizione e innovazione si incontrano, utilizzando agevolmente slap-delay e chitarre distorte, ritmiche serrate ma con arrangiamenti molto ariosi e ballabili. All’attivo da poco più di un anno “Mr. Bricks & the Rubble” è un trio di rock’n’rollvintage composto da tre adoratori del sound retrò, professionisti di lungo corso e uniti dalla stessa visione della musica con la lancetta spostata indietro agli anni ’50, ma con un occhio vigile alle nuove sonorità delle produzioni odierne. Il trio ha all’attivo svariate esibizione live in club, dove ha avuto modo di mettere a punto il suo sound, diretto e coinvolgente al contempo, e soprattutto di costruire solide basi per le prime produzioni originali. La band è costituita dal cantante e chitarrista Dario Mattoni in arte Mr. Bricks, da anni impegnato in band quali Rekkiabilly e Bomba Titinka (con i quali ha inciso diversi dischi e fatto numerosi tour in Italia e all’estero), dal batterista Nicola De Liso (nel suo background importanti band quali Quarta Parete, Folkabbestia e Good Ole Boys) e dal contrabbassista Dado Penta (con diverse produzioni e collaborazioni alle spalle, The Bumps, Magic Sun). La distribuzione digitale verrà seguita dalla nascente casa discografica tarantina “Fragola Dischi” di Donato Maiuri che renderà l’album scaricabile dai maggiori online store dal 15 ottobre online già il singolo “You’ll never be mine” e il video del singolo.

Prossime date l’8 novembre presso il Quadro club a Putignano(BA), e il 12 novembre presso il Prinz Zaum a Bari.

“Unpopositivo”: Intervista ai Respiro

Intervista ai Respiro su AvantPOP con Carlo Chicco. UnPOPositivo, in uscita con l’etichetta Discographia Clandestina, è un lavoro discografico diverso rispetto al loro primo album “A Forma di Ali”, pubblicato nel novembre 2015 e premiato con la Targa d’Autore Controcorrente nel dicembre 2016. Il disco è una nuova carta d’identità contenente un pop d’autore che diviene pulsante con l’aggiunta di violino, multipad e sequenze di elettronica. Il singolo di esordio omonimo dell’album, in uscita in anteprima il 18 Febbraio sul web magazine Le Rane, è il manifesto della “politica” musicale dei Respiro, una visione che si estenderà per tutte le otto tracce del disco, non tralasciando però gli aspetti più intimi della quotidianità: l’amore, la separazione, la paura. Randagio è uno dei brani più forti presenti nel disco: la canzone è ispirata alla clochard Maria Silvia Spolato, intellettuale e matematica degli anni ’70, che fu costretta al vagabondaggio dopo aver rivelato la sua omosessualità. In “UnPOPositivo” non mancano le collaborazioni con alcuni musicisti del panorama Salentino, infatti nel brano Abissi è presente un featuring con Carmine Tundo, deus ex machina de La Municipàl.

I RESPIRO sono un duo electro-pop/alternative hip-hop salentino, che parte dal violino elettroacustico di Francesco Del Prete e dalla voce di Lara Ingrosso per poi spingersi verso loop-machine, pedaliere multieffetto, tastiere e percussioni elettroniche, alla ricerca di un sound a metà tra la scuola americana e la canzone d’autore italiana. Il primo disco dei Respiro è stato “A forma di ali” (Targa d’autore controcorrente 2016), pubblicato nel 2015. Questo primo lavoro era più acustico e minimale, ancora molto distante dalla rivoluzione avvenuta nel progetto Respiro con il secondo disco, “unPOPositivo”, pubblicato nel febbraio 2019 ed emblematico della nuova direzione musicale ed estetica del progetto. Il concept estetico dell’album è la pop-art come celebrazione di quel pop che tratta di argomenti importanti e che è capace di arrivare al pubblico con un linguaggio immediato e accattivante. Ed è proprio questo che cercano di fare Lara e Francesco con gli otto brani dell’album, affrontare tematiche di natura sociale, quali l’emarginazione, il generale sentimento di inadeguatezza, i diritti LGBTQI ecc… con un atteggiamento “positivo”, volto alla crescita e all’evoluzione personale. Nel disco è anche presente un featuring importante con il frontman de La Municipàl, Carmine Tundo sul brano“Abissi”

Francesco Del Prete, violinista e compositore salentino, inizia il suo percorso musicale con gli studi classici per poi appassionarsi al mondo della musica etnica, dell’elettronica e al jazz in particolare. Nel 2009 pubblica il suo primo album “Corpi d’Arco” e nel 2018 inizia a lavorare ad un progetto sperimentale con il batterista Diego Martino. Il 4 ottobre 2018 pubblica il singolo di lancio della nuova produzione, “Gemini”.

Lara Ingrosso affina le sue tecniche artistiche attraverso numerosi stage e corsi con maestri come Peppe Vessicchio, Luca Pitteri, Alejandro Martinez, Elisa Turlà (1° e 2° livello Metodo Estill Voice Craft, diploma CFP) e tanti altri. Nel 2016, si avvicina al mondo della musica per il cinema e dà vita al suo Soundtracks project. Nello 2018 il film “Things as they are” trionfa ai Los Angeles Film Awards e i New York Film Awards e Lara vince il premio per la miglior colonna sonora ai Diamond Film Awards e ai London City Film Awards per il cortometraggio “Dustland” di Davide Cantelmo. Il 23 Novembre pubblica il suo primo album di colonne sonore Soundtracks Project Vol.1.

Willie Peyote parla di “Iodegradabile” su RKO

Giovedì 31 ottobre, Willie Peyote ha presentato il suo nuovo album Iodegradabile”, alla Feltrinelli di Bari. Lo abbiamo raggiunto per fargli qualche domanda

L’album ha come tema centrale il tempo, il rapporto che l’uomo ha con esso e tutte le conseguenze che porta con sé nella vita di tutti i giorni delle singole persone: dalla paura della fine delle cose, al tentativo di rimanere nel tempo e lasciare un segno che sopravviva a noi stessi, fino alla ricerca vana di dilatarlo il più possibile. Da qui, anche la relazione dei singoli con la degradabilità di oggetti e ricordi, da cui prende il titolo il progetto.“Perché il tempo è galantuomo ma anche tiranno, il tempo è denaro, è relativo, dà consiglio, mitiga e logora, scorre, passa e scade. E noi in mezzo. Sapessimo il tempo che resta sapremmo davvero usarlo meglio?” – commenta Willie Peyote.

Willie Peyote è in arrivo con il tour in programma nel 2020 che lo vedrà protagonista sui palchi dei più importanti club d’Italia. Lo show sarà l’occasione per ascoltare il nuovo album per la prima volta in versione live, oltre che cantare i suoi successi.  

Il tour, organizzato da Magellano Concerti, farà tappa nelle seguenti città italiane:

14.02.2020 – NONANTOLA (MO) – VOX 

15.02.2020 – PADOVA – HALL

20.02.2020 – VENARIA REALE (TO) – TEATRO DELLA CONCORDIA

21.02.2020 – VENARIA REALE (TO) – TEATRO DELLA CONCORDIA

27.02.2020 – NAPOLI – CASA DELLA MUSICA

28.02.2020 – MODUGNO (BA) – DEMODE’

04.03.2020 – MILANO – ALCATRAZ

07.03.2020 – BOLOGNA – ESTRAGON

08.03.2020 – BOLOGNA – ESTRAGON

12.03.2020 – ROMA – ATLANTICO

13.03.2020 – FIRENZE – TUSCANYHALL

Con 4 album all’attivo, Willie Peyote negli anni ha ottenuto sempre più consensi da parte del pubblico ma anche della critica, che loda la sua capacità di fondere l’energia e la padronanza tecnica della musica rap con testi che guardano alla canzone d’autore per come affrontano le tematiche sociali e attuali, il tutto con un’ironia tagliente e divertente. 

Il suo ultimo progetto, “Sindrome di Tôret”, pubblicato nel 2018, viene accolto molto positivamente e raggiunge la Top 10 della classifica FIMI degli album più venduti, contemporaneamente il brano “Ottima Scusa” viene certificato disco d’oro. Sempre dello stesso anno è la sua collaborazione con i Subsonica, con i quali incide la traccia “Incubo”, firmando un sodalizio che non si traduce solo in studio ma anche nella dimensione live: Willie, infatti, è ospite fisso di tutte le date nei palazzetti dello sport del tour del gruppo torinese. 

Su RKO ci sono i Tre Allegri Ragazzi Morti!

Nella IV puntata di AvantPOP (25/10/2019), ospiti di Carlo Chicco, ci sono i Tre Allegri Ragazzi Morti!! Si parla del loro nuovo album il “Sindacato dei Sogni” proprio nel giorno della festa dei 25 anni della band all’Estragon di Bologna.




Sul nostro sito trovate anche questo articolo:

Intervista al Giunto di Cardano, in studio Davide Tappi!

Ecco la nostra intervista al GIUNTO DI CARDANO! Davide Tappi è venuto a trovarci nei nostri studi all’interno del Teatro Kismet di Bari e all’interno di AvantPOP, spazio curato da Carlo Chicco, ha parlato del nuovo lavoro “Caos”, del contest di Controradio Firenze e dei prossimi live in programma.

Questo è il link dell’articolo sull’uscita del disco che trovate sempre sulla nostra piattaforma : https://rkonair.com/2019/10/11/giunto-di-cardano-esce-oggi-il-nuovo-album-caos/