Archivi tag: rkonair

I salentini respiro omaggiano caparezza nel loro nuovo singolo, ecco il video

La band salentina, già in finale per il contest Arezzo Wave, omaggia il grande Caparezza nel loro nuovo singolo, cover di “ti fa stare bene”. Ecco il video

Il progetto Respiro nasce dall’incontro tra la voce di Lara Ingrosso e il violino di Francesco Del Prete. Un inedito pop d’autore che diventa pulsante con l’aggiunta di multi-pad, tastiere e sequenze di elettronica. Lara Ingrosso: Voce, tastiere, loop-machine, pedaliera multieffetto, multi-pad e piccole percussioni
Francesco Del Prete: Violino elettroacustico, loop-machine e pedaliera multieffetto

Open Sound Festival – Matera 2019

OPEN SOUND FESTIVAL
Suoni dal paleo futuro
28 agosto – 1 settembre 2019
Cava del Sole – Le Monacelle – MATERA

Con Yuval Avital (guest director)

LE MONACELLE (Ingresso gratuito)

28 agosto
h 18.30 Inaugurazione LE STANZE DI #URLA, opera multimediale dell’artista Yuval Avital
h 21.30 Alioscia aka BBDai(Open Sound Ambassador) djset

29 agosto
dalle 19.30 Alicia Carrera / Alèfe e DJ Dadematto (vincitori call #OSA)
con Terra Terra Sound System CAVA DEL SOLE (Ingresso con Passaporto e prenotazione)

30 agosto
dalle 19.30 – http://bit.ly/EuropavoxMeetsOpenSound
JoyCut / Rodrigo D’ErasmoNu Guinea (dj set+live keys) / Douglas Dare / Julian Zyklus / Mantra Groove Station / Kety Fusco
31 agosto
dalle 19.30 – http://bit.ly/LaCavaDelSuono
Agotrance / Paolo Baldini DubFiles / Clap! Clap! / Consciousness Sound System / Dardust / Dub Shepherds Sound / go-Dratta / Alberico Larato – NIGHT SKINNY

#URLA – Il Corteo, opera in movimento di Yuval Avital, a cura di Nicola Scaldaferri
1 settembre
Partecipazione gratuita con partenza da piazza Vittorio Veneto, ore 18.00

Acquista il Passaporto e prenota l’accesso alla Cava del Sole
30 agosto >> http://bit.ly/EuropavoxMeetsOpenSound
31 agosto >> http://bit.ly/LaCavaDelSuono

Su RKO anteprima del videoclip di “Scegli”, il secondo singolo di NINOTCHKA, cantato da Gianluca De Rubertis

Esce giovedi 20 giugno, in anteprima esclusiva su RKO, il videoclip ufficiale di “Scegli”, il secondo singolo di NINOTCHKA.

Lunedi 17 alle 15,30 intervista con l’autore su www.rkonair.com

Il video, nato dalla sinergia tra il regista Giuseppe D’Oria e il direttore della fotografia Marco Massarelli, vede come protagonista la giovane attrice tarantina Sandra Caraglia. Già con ottimi riscontri su Spotify, il nuovo pezzo di Ninotchka, il progetto musicale dell’autore e compositore salentino Mimmo Pesare è affidato alla voce di Gianluca De Rubertis, eclettico e talentuoso musicista fondatore della band Il Genio. “Scegli” è il secondo singolo che anticipa il disco d’esordio di Ninotchka e che è stato preceduto da “Temporalità”, il primo singolo cantato da Giorgio Consoli, frontman della band tarantina Leitmotiv. De Rubertis suona anche il piano e il basso di “Scegli”, mentre la chitarra è affidata a Marco Ancona (storico rocker leccese, già cantante di Bludinvidia, Fonokit, Marco Ancona & Amerigo Verardi e attualmente impegnato nel suo progetto solista), che è anche il produttore artistico del disco di Ninotchka e che ne ha firmato il missaggio. L’estetica di Ninotchka si muove lungo la tradizione del cantautorato indipendente italiano, che dà grande rilievo alle liriche e le inserisce in una cornice musicale molto vicina a sonorità trip-hop ed elettroniche, di matrice europea.

“Dopo circa vent’anni di esperienze in band indipendenti ho sentito l’esigenza di uscire con un mio progetto solista, misurandomi con la scommessa di essere l’autore di testi, musiche e arrangiamenti. Ma pur ruotando attorno alla mia autorialità, Ninotchka rappresenta il tentativo di costruire un network delocalizzato di artisti ai quali mi lega un lungo rapporto di amicizia e di musica condivisa. L’idea è quella di superare l’identità di artista e di band, concentrarsi soprattutto sul momento creativo e, in questo senso, costituire un collettivo allargato di musicisti e cantanti che partecipano alle mie canzoni, un po’ come si faceva negli anni Novanta nelle crew trip-hop di Bristol. Per questo, nel disco ci saranno molte voci (maschili e femminili) di artisti che stimo e ai quali immagino di far cantare i miei testi quando scrivo un pezzo.” Così Mimmo Pesare presenta, brevemente, il concept del disco di Ninotchka, in uscita per l’autunno 2019

#LARADIOADOMICILIO

RKO  presenta: #LARADIOADOMICILIO

 

La nuova stagione porterà tante sorprese e nuovi progetti musicali per RKO. Da ottobre 2019 partirà la programmazione della radio (www.rkonair.com) , tanti programmi e rubriche interessanti che non vi stancherete mai di ascoltare. Oltre ad inaugurare lo spazio LIVE di RKO, all’interno del Kismet Caffè, con tantissima musica dal vivo, showcase e tanti ospiti, partiranno anche dei spin-off molto curiosi!

Uno di questi si chiama LARADIOADOMICILIO!

20190613_134526.jpg

Di cosa si tratta! Il concetto di radio ormai è superato, esistono ormai tante evoluzioni nella comunicazione radio e nel suo svolgimento,  non esiste più solo l’Fm, che ha perso molto in questi ultimi anni, ma c’è soprattutto il web, lo streaming, i podcast, i video, l’essere catapultati ogni giorno in location nuove e accattivanti. Pescando nella memoria della mia adolescenza, passando dalla radio di “Alto Gradimento” per poi finire nel salotto del grande Arbore con “Quelli della Notte”, mi ha sempre affascinato l’idea in questi anni di “militanza radiofonica” di ricreare uno spazio “casalingo”, dove parlare di musica, politica, scherzare e fare cultura, ma senza copioni o schemi, estremizzando, direi un po’ alla Godard per intenderci! Non avete capito?? L’idea è quella di girare in case e appartamenti pugliesi, di artisti ma anche di gente comune, portare la nostra attrezzatura e trasmettere live. Un programma con musica live, amici, opinionisti, gente bizzarra, giornalisti, gente del condomino, ogni volta scegliendo un tema diverso! Voi ci siete!?????

Questo è il link dell’evento dove potete prenotarvi:   #LARADIOADOMICILIO

 

PS le location e gli ospiti saranno scelte rispetto al tema trattato della puntata!

Medimex 2019: è boom! Prossima edizione a Taranto e Brindisi

Medimex, è boom a Taranto.

Si chiude con 80mila presenze l’International Festival & Music Conference promosso da Regione Puglia: oltre 2milioni 600mila persone raggiunte attraverso i social network.

Emiliano annuncia: “L’edizione 2020 a Taranto e Brindisi”

Il Medimex 2019 chiude con 80mila presenze a Taranto e con lo sguardo già rivolto al prossimo anno. Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha fatto un primo importante annuncio: Taranto ospiterà l’edizione 2020. E per la prima volta Medimex arriverà a Brindisi.  Una Spring edition, dal 19 al 26 aprile, che realizza la visione di Medimex quale Festival itinerante che di anno in anno offre a tutti i territori della Puglia una straordinaria opportunità di promozione attraverso la musica.

Per l’International Festival & Music Conference appena concluso, non solo boom di spettatori, con sold out in alberghi e ristoranti, ma anche numeri record sui social con 2.608.571 di persone raggiunte su Facebook, Twitter e Instragram e grande riscontro sui media. Sono stati giorni straordinari per Taranto, che dopo l’anno scorso si riscopre capitale della musica, punto di riferimento dei grandi eventi e città ospitale con il 97% delle camere disponibili occupate.

È stato un crescendo di musica e partecipazione, a partire dai concerti sul main stage della Rotonda del Lungomare, dove si è consumato un weekend indimenticabile con i concerti di Cigarettes After Sex, Editors, Liam Gallagher e Patti Smith e dagli artisti “spalla” Julielle, JoyCut, King Hammond & The Rude Boy Mafia, Sound of Garden e Kalascima, e i dj set di Virgin Radio con Ringo e Toky e del più grande dei fratelli Gallagher, Paul Anthony. E poi, novità di questa edizione, la due giorni di live nella Villa Peripato che ha radunato migliaia di appassionati per le esibizioni di Clock DVA, Giunto di Cardano, James Senese con Napoli Centrale, Ensi e Johnny Marisiglia, Gio Evan con Roberto Dellera & Enrico Gabrielli, la Woodstock Special Project Band, La Municipàl e gli Asian Dub Foundation. Villa Peripato si è trasformata in una cittadella della musica anche con il Medimex Music Market feat Independent Label Market e la lezione su Woodstock di Ernesto Assante e Giovanni Canitano.

Tutti in fila per gli incontri d’autore per le chiacchierate all’Università con alcune figure di spicco della musica italiana, da Piero Pelù a Motta, Mezzosangue, Frankie ni-nrg e Franco126 e i protagonisti di due eventi del Medimex, il fotografo Baron Wolman, che con David Silverstein firma l’inedita mostra fotografica su Woodstock e Jimi Hendrix aperta sino al 28 giugno, e l’icona del rock Patti Smith. Nell’aula magna l’artista si è raccontata davanti ad una folla straripante, ripagata con un’interpretazione “a cappella” da brividi di “Because the Night”, poi cantata sul palco della Rotonda del Lungomare per il concerto di chiusura di domenica 9 giugno, durante il quale Patti Smith ha ringraziato Taranto e espresso solidarietà per le sue battaglie.

Dunque, il Medimex, che nel borgo ha fatto tappa anche al Teatro Fusco con due serate-anteprima di proiezioni, ha fatto brulicare la città vecchia, dove oltre agli incontri d’autore erano in programma, tra Università, Istituto Musicale Paisello e Caffè Letterario Cibo per la Mente, attività professionali destinate ad operatori e professionisti del mercato musicale, lezioni di musica e presentazioni di libri. Medimex, infatti, non è solo grandi concerti e ospiti internazionali, ma rappresenta anche una grande opportunità di crescita per il comparto musicale pugliese. Oltre 500 gli operatoti, gli artisti e i rappresentanti di imprese musicali pugliesi che hanno partecipato a Puglia Sounds Musicarium, Songwriting Camp, workshop e face to face(s) con docenti di primo piano e rappresentanti di importanti festival internazionali.

L’altro gradimento del Medimex arriva anche dai social con dati più che triplicati rispetto all’anno scorso. I numeri dicono che le persone raggiunte tra Facebook, Instagram e Twitter sono state 2.608.571 con 145.208 interazioni e 16.635 post con gli hashtag #Medimex2019 e #Medimex su Twitter e Instagram.

Importante la ricaduta in termini turistici. I dati di Pugliapromozione dicono che nelle strutture ricettive della città, dal 7 al 9 giugno, secondo Booking.com è stato prenotato il 97% delle camere disponibili. Inoltre, i dati giornalieri Istat/Spot, parziali e provvisori, rilevati su un campione di 30 strutture ricettive della città (il 20% del totale) che hanno già trasmesso i dati sul movimento turistico, evidenziano un incremento del 50% degli arrivi e del 20% per le presenze rispetto al week end precedente (dal 31 maggio al 2 giugno). Inoltre, i video racconti delle tre giornate Medimex veicolati sui canali social di Pugliapromozione, WeAreinPuglia, PugliaEvents e Puglia365, hanno raggiunto 500mila account unici, collezionando oltre 100mila visualizzazioni.


Inoltre, in occasione dei 30 anni della Fondazione Banco Alimentare, Medimex, Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese e Birra Raffo, main sponsor della manifestazione, in accordo con il Comune di Taranto, finanzieranno i trasporti necessari per la distribuzione dei beni alimentari da destinare alle indigenze e le persone bisognose della città di Taranto.

Mercoledì 5 giugno, a Taranto, inizia il Medimex, International Festival & Music Conference

Grande attesa per i concerti di Cigarettes After SexEditorsLiam Gallagher Patti Smith. La “sacerdotessa del rock” protagonista anche degli incontri d’autore con Piero PelùMottaFrankie hi-nrg,Franco126Mezzosangue e i fotografi Giovanni Canitano e Baron Wolman, l’autore degli scatti al centro della mostra esclusiva dedicata a Woodstock Jimi Hendrix.

 

In programma molti altri concerti su due diversi palchi, esposizioni, attività professionali, proiezioni, presentazioni di libri, dj set e le lezioni delle scuole di musica con docenti di prestigio, da Peppe VessicchioMarc Urselli.

  

Il Medimex 2019 è in programma a Taranto da mercoledì 5 a domenica 9 giugno con i concerti di Cigarettes After SexEditorsLiam Gallagher e Patti Smith sul main stage della Rotonda del Lungomare, la mostra Woodstock & Hendrix: The Revolution. Fotografie di Baron Wolman e Donald Silverstein con scatti inediti sul festival americano e uno dei suoi grandi protagonisti. Sono alcuni dei circa cento appuntamenti dell’International Festival & Music Conference promosso da Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo musicale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese, che torna a Taranto dopo la straordinaria esperienza nel capoluogo ionico dello scorso anno. Cinque giorni al centro della musica con star internazionali e artisti italiani, un secondo palco per altri live nella Villa Peripato,  un importante spazio di confronto professionale sulle opportunità del mercato mondiale e incontri per il pubblico con Patti SmithPiero Pelù e Motta, i rapper Frankie ni-nrgFranco126 e Mezzosangue, i fotografi Baron Wolman e Giovanni Canitano, un mercato internazionale del vinile con le principali etichette indipendenti europee, dj set, proiezioni, contest, ulteriori mostre, presentazioni di libri e molte altre attività.

Di assoluto prestigio il programma dei live che anche quest’anno avranno come main sponsor Birra Raffo, la “Birra dei due Mari” vero e proprio simbolo per Taranto e i tarantini, che nel 2019 festeggia il proprio 100esimo anniversario con il lancio della nuova lager Raffo Non Filtrata. Sul main stage si parte venerdì 7 giugno, alle ore 20.00, con l’elettro pop della salentina Julielle e si prosegue alle ore 21.00 con il dream pop degli americani Cigarettes After Sex. Alle ore 22.30 saliranno sul palco gli inglesi Editors, una delle band di riferimento del post-punk del Terzo Millennio. Sabato 8 giugno, la serata si apre alle ore 20.00 con la dark wave band JoyCut e prosegue alle ore 21.00 con i ritmi in levare degli inglesi King Hammond & The Rude Boy Mafia, alle 21.40 con il dj set di Ringo e Toky di Virgin Radio e alle ore 22.15 con il concerto dell’ex Oasis Liam GallagherDomenica 9 giugno si inizia alle ore 20.00 con Sound of Garage, la rock band di medici pugliesi impegnata in attività di beneficenza, si prosegue alle 20.30 con i Kalàscima, formazione che ridisegna la tradizione salentina con un suono urbano e contemporaneo, e si chiude con il live delle ore 21.30 della “sacerdotessa del rock” Patti Smith.

 

Novità di quest’anno, i concerti ad ingresso gratuito di Villa Peripato, dove – in contemporanea al main stage – il programma prevede venerdì 7 giugno, dalle ore 20.00, i britannici Clock Dva, epigoni della scuola dei Kraftwerk, la alternative band foggiana Giunto di Cardano, il sassofonista James Senese con lo storico gruppo Napoli Centrale e, infine, i rapper Ensi e Johnny MarsigliaL’8 giugno, sempre dalle ore 20.00, lo spettacolo “Capta – Tornate sovrumani” del cantautore, poeta e artista di strada GioEvan, la Woodstock Special Project Band con ospiti Giò SadaErica Mou e Nabil, la band salentina La Municipàl dei fratelli Carmine e Isabella Tundo e, a chiudere il set, lo storico gruppo britannico Asian Dub Foundation.

music market villa peripato.jpg

Con Woodstock & Hendrix: The Revolution. Fotografie di Baron Wolman e Donald Silverstein, il Medimex celebra in esclusiva con ONO Arte il cinquantennale del festival americano e il musicista simbolo di una stagione straordinaria. La mostra, che con 62 scatti – prevalentemente inediti per l’Italia – racconta uno dei momenti centrali della cultura popolare del secondo Novecento, sarà aperta al pubblico a ingresso gratuito dal 6 al 28 giugno e sarà dislocata tra l’ex chiesetta dell’Università, in via Duomo, nella città vecchia, dove saranno esposte le foto di Wolman su Woodstock e una parte degli scatti di Silverstein su Hendrix, e il museo MArTa, dove si potranno ammirare altre foto di Silverstein riguardanti il grande chitarrista americano.

WOODSTOCK_THREE-DAYS.jpg

Gli amatissimi Incontri d’autore, confessioni pubbliche durante le quali gli artisti si raccontano parlando non solo della loro esperienza professionale, ma anche degli aspetti più diversi della propria storia personale e delle proprie passioni, si aprono il 6 giugno all’Università con Frankie hi-nrg, capostipite del filone impegnato dell’hip hop italiano (ore 15.30), proseguono con Franco126, l’ex sodale di Carl Brave che ha recentemente intrapreso la carriera solista (ore 17.15), e si chiudono con Baron Wolman che anticipa l’inaugurazione della mostra Woodstock & Hendrix: The Revolution (ore 18). Due gli appuntamenti di venerdì 7 giugno, all’Università con Mezzosangue, rapper in grande ascesa (ore 17.15), e in Villa Peripato con un incontro su Woodstock con il giornalista Ernesto Assante e il fotografo Giovanni Canitano (ore 18). Gli “Incontri d’autore” si chiudono sabato 8 giugno con altri tre appuntamenti, due all’Università, con il co-fondatore dei Litfiba,  Piero Pelù (ore 16), e uno dei più interessanti cantautori della nuova generazione, Motta (ore 17.15), mentre in Villa Peripato l’appuntamento è con l’icona del rock Patti Smith (ore 18).

MY-GENERATION

 

Come affrontare il mercato della musica, l’industria discografica, il mondo dei live e i rapporti tra musica e intelligenze artificiali, sono tra i temi al centro delle attività professionali del Medimex, in programma il 7 e 8 giugno nella sede dell’Università, dove artisti e operatori del settore possono incontrare direttori di festival, responsabili di agenzie, etichette discografiche e stakeholder internazionali. In programma i workshop Lo spettacolo deve continuare (in sicurezza)! animato da Domenico Magnante (Con.T.A.R.P. Centrale Inail), Luca Rossi (Inail Ricerca Dit). Davide Sani (Inail C.T.E. Centrale), Angelo di Summa (SPESAL Taranto) e Davide Geoffrey Svampa (Inail Ricerca Dit), Suonare dal vivo: regole, ruoli e contratti nel mercato dei live condotto da Emanuela Teodora Russo (Note Legali), Audience development con Francesco Mariotti (Pisa Jazz Festival), mentre Sergio Pimentel (Ninja Tune, Senior Creative), Duncan Smith (Sony Interactive Entertainment, Senior Music Supervisor) e Bonnie Reilly (Vice Media, Music Supervisor) saranno i protagonisti di Sync Lab promosso da Node in collaborazione con Puglia Sounds, Funder35, Future Music Form. Inoltre, Azzurra Funari e Giulia Allegrucci, terranno il laboratorio Dall’idea progettuale al finanziamento a cura di Doc Servizi. Ed è previsto anche un laboratorio di esercitazioni di carattere pratico e legale su Il contratto editoriale destinato alle sincronizzazioni a cura di Node con l’avvocato Marco Barbone. Infine, Peter Astedt (Musichelp/Live at Heart) terrà il workshop I pro e i contro del playlistin’, mentre Cliff Fluet (partner di Lewis Silkin) e Omar Percha (Capo ingegnere di Humtap) terranno un altro workshop di carattere tecnologico su Music and Artificial Intelligence. I Face to face(s) saranno  con Jordi Fosas (direttore artistico di Fira Mediterrània, Manresa, Catalogna), Loredana Franza (Project Manager di Semente, associazione che organizzata Jazz i Parken/Women International Jazz Festival/Lusofoni/Jazzambassaden a Stoccolma, in Svezia), Sunna Gunnlaugsdottir (co-direttrice del Reykjavik Jazz Festival, nonché fondatrice e direttrice della serie di concerti Freyjujazz e Jazz I Salnum), Veronica Pessoa (dirigente e membro del comitato consultivo della Semana Internacional de Música di San Paolo del Brasile), Annamaria Rigotto (curatrice del Festival Casa de Fulô Prod, a Rio de Janeiro), Annamaija Saarela (amministratore delegato del G Livelab Tampere, in Finlandia), Soraya Da Silva (co-fondatrice dell’agenzia parigina di world music, Helico Music), François  Audigier (booker di artisti europei per il Festival Europavox e coordinatore artistico per il progetto Europavox, Europavox Festival, a Clermont-Ferrand, in Francia), Filippo D’Urzo (direttore artistico e organizzativo dell’Empoli Jazz Festival), Massimo Di Stefano  (direttore dall’agenzia di booking Esound Musci&Arts di Valencia, in Spagna), Kem Lalot (talent buyer dell’Eurockeennes Festival di Belfort, in Francia) e Eleni Linoxylaki (direttrice di produzione del Technopolis Jazz Festival di Atene).

 

Dal direttore d’orchestra Beppe Vessicchio al produttore degli U2, Marc Urselli, ci sono docenti di primo piano per le scuole di musica del Medimex, Puglia Sounds Musicarium e Songwriting Camp, i due prestigiosi appuntamenti con la formazione ai quali si affianca, come lo scorso anno, Musicarium Advanced, spazio interamente riservato ai professionisti. Del gruppo di docenti del Musicarium fanno parte, con Vessicchio e Urselli, il produttore discografico Tommaso Colliva, vincitore come Marc Urselli di un Grammy Award,Tiziano Russo, autore di videoclip per Ghali, Francesco Gabbani, Negramaro e molti altri big della scena musicale italiana, Matteo Zanobini, manager di Brunori Sas e consulente artistico, tra i tanti, di Vinicio Capossela, Marc Plotkin, musicista,  producer e startupper considerato dal settimanale di economia Bloomberg BusinessWeek tra i 25 migliori imprenditori musicali, il mago dell’illuminotecnica e vincitore del Premio Abbiati, Gianluca Cappelletti. E, ancora, Antonella Rizzi,Carolina BubbicoGiuseppe TatoliFrancesca RubinoGiovanni Canitano e Paolo De Francesco. I docenti del Songwriting Camp, scuola di musica del Medimex organizzata in collaborazione con Sony/ATV, sono tutti giovani autori e affermati professionisti, Davide NapoleoneJacopo EttorePiero RomitelliAntonio MaielloGiorgia D’EracleaLeonardo Cristoni, Vincenzo Colella, Leonardo Zaccaria e i vincitori di due Songwriting Camp del Medimex, Alessandro De Blasio (2018) e Valeria Palmitessa (2017), adesso autori Sony.

 

Inoltre, il Medimex fa largo ai millenials con la finale di Rec’n’Play, il contest per band emergenti (in prevalenza di studenti pugliesi) ideato e organizzato da Zerottanta Produzioni con il Liceo Scientifico Scacchi di Bari. L’appuntamento è per l’8 giugno, dalle ore 16 alle 20, nel Teatro Fusco.

 

Torna il Medimex Music Market feat Independent Label Market , spazio dedicato alle etichette indipendenti e ai collezionisti di vinili che sarà presente nella Villa Peripato dal 6 all’8 giugno (dalle ore 17 sino al termine dei concerti). Un evento targato PopUp The Sunday, il cui spirito è quello di portare in città l’atmosfera dei famosi mercatini di Spitafield e Portobello di Londra e Rastro di Madrid. Nato dalla collaborazione tra Display Agency, Associazione Culturale Discipline, Associazione culturale Node, Coolclub e Fiera del Disco SUD Italia, il Medimex Music Market prevede la presenza di collezionisti di vinili provenienti da ogni parte d’Italia con i loro pezzi rarissimi e ricercatissimi, un’esposizione di accessori a tema e di designer indipendenti “music oriented”, e una sezione dedicata all’editoria, alle illustrazioni vintage e al design, con esemplari accuratamente selezionati ed espositori provenienti da Italia ed Europa. Inoltre, è previsto un programma di conferenze con ospiti internazionali, apertivi musicali e dj set tenuti dalle label ospiti, con alcune tra le etichette più importanti e interessanti a livello europeo, grazie alla consolidata partnership con Independent Label Market di Londra, fiera che assicura a Taranto la presenza di Bella UnionRough TradeBBE MarathonFat CatMoshi MoshiBlind FaithTempura Dischi,MetroklangTardam e Mexico 70 Feat. Tape Tales. Previste anche l’area Kids e l’area Pin-Pugliesi Innovativi dedicata a cinque dei vincitori del bando PIN, l’iniziativa delle Politiche Giovanili della Regione Puglia rivolta ai giovani che intendono realizzare progetti imprenditoriali innovativi ad alto potenziale di sviluppo locale.  Gli innovatori pugliesi saranno protagonisti anche di Aperitivo PIN, il il 7 giugno, all’Università degli Studi di  Taranto, incontro di networking con gli ospiti internazionali presenti al Medimex promosso da ARTI, Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione della Regione Puglia.

 

 

 

Il Medimex celebra i cinquant’anni di Woodstock anche sul grande schermo con due serate di proiezioni in collaborazione con Apulia Film Commission in programma al Teatro Fusco, il 4 e 5 giugno, con un’esclusiva: l’anteprima italiana del recente Woodstock – Three days that defined a generation del regista americano Barak Goodman, pellicola contenente immagini inedite rimaste per mezzo secolo negli archivi della Warner Bros. Martedì 4 giugno, alle ore 20 verrà proiettato Woodstock – Tre giorni di pace, amore e musica diretto nel 1970 da Michael Wadleigh, mentre mercoledì 5 giugno si parte alle ore 19 con My Generation – Woodstock 1969, 1994, 1999, film del 2000 nel quale Barbara Kopple mette a confronto la prima edizione del festival con le due successive, e si chiude alle ore 21 con l’attesa proiezione di Woodstock – Three days that defined a generation.

 

Previste anche le Medimex Book Stories con la presentazione di tre libri sul rock al Caffè Letterario Cibo per la Mente, il 7 giugno (ore 12),Woodstock ’69-Rock Revolution di Ernesto Assante, l’8 giugno (ore 12) Groupie, ragazze a perdere di Barbara Tomasino e il 9 giugno (ore 12) 1969 Da Abbey Road a Woodstock di Riccardo Bertoncelli.

 

Tra le iniziative collaterali al Medimex, le due mostre in programma dal 5 al 9 giugno nella Galleria Comunale curate da Puglia Rock. La prima, Wonderwall-An Exhibition about Oasis, tiene insieme scatti di Henry Ruggeri, fotografo di Virgin Radio, con memorabilia e souvenir riguardanti la band inglese di Liam Gallagher, la seconda, Rocks and Shots, comprende altre foto di Henry Ruggeri sui altri grandi del rock, dai Ramones ai Foo Fighters, passando per Bruce Springsteen, Rolling Stones e molti ancora.

 

Medimex è un progetto Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del Fondo di Sviluppo e di Coesione 2014-2020 – Patto per la Puglia Area di Intervento IV “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali. www.pugliasounds.it. Main Sponsor Birra Raffo Media Partner Virgin Radio, Tgcom24 e Radionorba

 

 

Virgolettati conferenza stampa che si è svolta questa mattina:

 

Michele Emiliano: “Medimex è un motore potentissimo che va tenuto a Taranto molto a lungo. Tutta la Puglia lavora per Taranto. Dovunque io parli di Taranto, basta solo fare il suo nome e arriva l’applauso dei pugliesi. Adesso dobbiamo fare in modo che questo applauso venga da tutti gli italiani. E Medimex secondo noi è la strada giusta. Venite a Taranto a passare le vacanze. Approfittate del Medimex, venite prima, venite dopo, ma venite a Taranto perché altrimenti non sapete cosa vi perdete. Qui ci sono cose meravigliose, un mare strepitoso, musei bellissimi, una città che vi attende. Vi aspetta pronta a cucinare per voi, a ospitarvi e soprattutto a farvi assaporare il gusto della cultura. Perché questa è una città che attraverso la cultura si sta riscattando e questo per noi è estremamente importante. Dobbiamo fare molto di più noi stessi, per questa città, e lo dobbiamo fare ovviamente con l’aiuto della Regione, del Governo – che ci sostiene nella sfida dei Giochi del Mediterraneo e spero anche nella riconversione industriale degli impianti pericolosi – andando d’accordo con tutti. Sono questi i fatti che in breve tempo possono cambiare il sentimento di questa città. Purtroppo oggi è ancora una giornata triste, perché subito dopo devo andare al funerale di una persona a me carissima, Francesco Vaccaro: le due cose non sono in dissonanza perché quel ragazzo a me ha sempre detto “forza! non mollare” e io cercherò di non mollare. Medimex non è un evento che arriva a Taranto per caso, è un’evoluzione del desiderio di questa città di trasformare se stessa in luogo di accoglienza e buona vita. Questo stiamo facendo”.

Loredana Capone: “ Taranto sarà Capitale della Musica italiana. L’arte, la cultura, i talenti che la abitano sono la nostra chiave di rilancio, il potenziale più grande che possiamo esprimere contro ogni stereotipo e pregiudizio. Per questo abbiamo scelto di portare qui il Medimex.

Medimex è la più grande manifestazione sulla musica promossa dalla Regione Puglia e l’unica musicale italiana nella quale operatori, artisti e giovani appassionati possono confrontarsi con addetti ai lavori provenienti da tutto il mondo.

Quest’anno sono già quasi 500 gli operatori e gli artisti pugliesi che si sono iscritti ai #workshop, per un totale di oltre 1000 appuntamenti.

Perché Medimex non è solo grandi concerti e ospiti internazionali ma anche e soprattutto una grande occasione di crescita per il comparto musicale pugliese.

Insomma Taranto è molto più di una città industriale, Taranto adesso è anche la città della musica e della cultura.  Ai tarantini, allora, dico di credere in sé stessi, perché un altro destino non solo è possibile, è ad un passo!”

 

Rinaldo Melucci. “Anche attraverso il Medimex, un grande evento con nomi straordinari, la Regione Puglia sta contribuendo alla ripartenza di Taranto, che è pronta ad aprirsi con la migliore immagine di sé. Il Medimex è la musica che si fa cultura. E la cultura è uno degli strumenti con cui Regione Puglia e Comune di Taranto, impegnati nel risanamento della città, si stanno impegnando per un racconto diverso dell’intera comunità”.

 

Cesare Veronico. “Il Medimex, che arriva subito dopo il Primavera Sound di Barcellona, è già al centro dell’osservatorio europeo con le sue proposte e i suoi artisti, a partire dalle teste di serie. Rispetto all’anno scorso siamo passati da due a quattro headliner.  E, fatto straordinario, Liam Gallagher si esibirà a Taranto il giorno dopo aver presentato a Londra, in prima mondiale, il suo atteso documentario. Inoltre, avremo Patti Smith non solo in versione live ma anche protagonista di un incontro d’autore nella Villa Peripato, che per cinque giorni si trasformerà in un parco della musica, con dj set di respiro europeo e un secondo palco per i concerti. Insomma, sarà un Medimex ancora più intenso”.

 

Giuseppe D’Urso. “Torno a Taranto dopo la presentazione della stagione teatrale, che ha avuto un successo strepitoso. E ora il Medimex, una proposta integrata di iniziative, frutto di una fondamentale sinergia istituzionale, anticipata dall’edizione Spring di Foggia, che ha avuto un meraviglioso riscontro di pubblico, soprattutto da parte dei giovani. I quali saranno anche a Taranto i grandi protagonisti” .

 

Esce “I RACCONTI DELLE NEBBIE”, il nuovo lavoro di Paolo Benvegnù e Nicholas Ciuferri

“I RACCONTI DELLE NEBBIE” 

un progetto di 

 PAOLO BENVEGNÙ & NICHOLAS CIUFERRI

 Esce il primo marzo. “I RACCONTI DELLE NEBBIE” è un progetto di PAOLO BENVEGNÙ & NICHOLAS CIUFERRI, in uscita venerdì 1 marzo 2019 per Woodworm.
Si tratta di una vera e propria raccolta di narrazioni musicali, pubblicata in formato libro più cd audio, che nasce dall’esperienza live che Benvegnù e Ciuferri hanno condiviso nel corso del 2018, presentando in forma di reading-concerto il seme originario di “I Racconti delle Nebbie”.
 
L’opera raccoglie nove capitoli, ognuno formato da un racconto di Nicholas Ciuferri corrispondente ad una traccia musicale composta da Paolo Benvegnù e introdotto da un’illustrazione di Alessio Avallone (Bonelli editore). 

 I racconti non hanno un’ambientazione unica ma si svolgono in diverse atmosfere, trattando tematiche di varia natura: dalla prostituzione alla guerra, dall’amore omosessuale alla schizofrenia, senza tralasciare argomenti più leggeri dai tratti spiccatamente comici.

racconti delle nebbie.jpeg

L’introspezione e lo sfasamento tra le prospettive costituiscono un punto di forza delle storie, così come la narrazione, spesso in prima persona, che trasporta direttamente il lettore-ascoltatore all’interno degli episodi e dei luoghi tratteggiati dagli autori attraverso i suoni e le parole.

 

 

 

RKONAIR si ritorna a ballare con i dj di RKO! sabato 2 febbraio ci vediamo al teatro kismet!

Torna il 2 febbraio la festa ad ingresso libero nel foyer del Teatro Kismet a Bari.

Dopo #ProvediTrasmissione, la serata esuberante del 29 dicembre che ha segnato il tutto esaurito, torna l’occasione di ballare ed ascoltare musica di qualità, selezionata da alcuni dei dj di RKO.

Ad aprire la serata Carlo Chicco, ma con lui tanti ospiti:
➡️ Nabil Bey
➡️ Antonio K-Ant Cappelluti
➡️ Tommi Bonvino
➡️ Vito Santamato

Venerdi 1 febbraio alla Feltrinelli di Bari Manuel Agnelli presenta “Noi siamo Afterhours”

Il primo febbraio 2019 presso la Feltrinelli di Bari, il giornalista Carlo Chicco, responsabile dell’emittente RKO, presenterà “NOI SIAMO AFTERHOURS” insieme a Manuel Agnelli, leader della band Afterhours, nonché conduttore del noto programma XFactor.

“Noi siamo Afterhours” è il primo progetto live della band milanese: 2 CD e DVD con il concerto sold out al Forum d’Assago del 10 aprile scorso e il docufilm che racconta i 30 anni di storia degli AFTERHOURS, dagli esordi in inglese alle tournée internazionali, dai cambi di formazione fino alla line up attuale.

NoiSiamoAfterhours_01_m

Le immagini del concerto si alternano alla voce narrante di Manuel Agnelli che conduce lo spettatore in un viaggio intimo attraverso la musica di una band entrata nella storia del rock italiano. Il docufilm, per la regia di Giorgio Testi, prodotto da Island Records e OLO creative farm, è stato presentato in anteprima assoluta il 23 ottobre scorso alla Festa del Cinema di Roma.

La presentazione avrà anche qualche sorpresa con il consueto firmacopie a seguire.

Start ore 18, Ingresso libero

La Feltrinelli via Melo 119, Bari