Archivi tag: avantpop

Torto ci presenta il nuovo singolo dei Pooglia Tribe “2Nangiarriv”

TORTO (Gaetano Occhiofino – Pooglia Tribe /Bari Jungle Brothers) in studio ospite di AvantPOP, per parlarci del nuovo singolo del Pooglia Tribe “2Nangiarriv” (qui sotto intervista solo voce)

” La Pooglia Tribe è un collettivo hip hop Puglese, composto da Reverendo, Torto, Tecà, Fuso ed Er Santorò (Murgia Drima), Topofante e L’Egitt (l’amiish D’abbash), Paolo Iannattone, Moddi mc, Tony Fine e Sapp’ Sian (Sona Sle), Zizzed (Vincenzo Catanzaro), Kosmisky e Mostrino (Casa Del Fico), Toorbo Yamabushy, DJ Tuppi B, Caf-One. Il loro stile basato su un rap con liriche cantate in dialetto pugliese ha una forte componente reggae”

qui sotto trovate la puntata completa (voce e musica)

Luca Romagnoli del Management parla del tour che toccherà Bari venerdi 21 febbraio alla casa delle arti di conversano

Luca Romagnoli torna su RKO (in telefonica, e si sente!) per raccontarci del tour appena iniziato che toccherà Bari venerdi 21 febbraio. Dopo averli intervistati in occasione dell’uscita del nuovo album “Sumo” (trovate l’intervista sulla nostra pagina http://www.rkonair.com / facebook / youtube) parliamo dell’imminente live che vedrà la band calcare il palco della Casa delle Arti di Conversano per Ubique Concerti.

“SUMO” è il titolo del nuovo album di inediti del MANAGEMENT, uscito il 13 novembre per Full Heads / distr. Believe/Audioglobe.
Si tratta del quinto album in studio della band composta da Luca Romagnoli (voce e testi) e Marco di Nardo (chitarra e compositore), già noti come Management del Dolore Post-Operatorio.

Registrato all’Auditorium Novecento di Napoli, nuovo nome dello storico studio della Phonotype Records, “Sumo” è un disco frutto della presa di coscienza di una maturità desiderata e raggiunta e del lavoro svolto in un ambiente e con strumentazioni all’avanguardia, la cui atmosfera, intrisa di storia, ha ispirato direttamente la nuova produzione della band.

Dopo quattro album in studio che hanno fatto del Management un nome di riferimento del movimento ‘indie’ italiano, la band è ora pronta per una nuova stagione artistica e poetica, con la netta volontà di distaccarsi da categorie e da un immaginario ormai non più rappresentativo. Questo nuovo corso del Management, infatti, abbandonate le schizofrenie incidentate e post operatorie, si presenta con un disco elettro-cantautorale e poche parole: una quartina di Patrizia Valduga.

“IO SONO SEMPRE STATA COME SONO
ANCHE QUANDO NON ERO COME SONO
E NESSUNO SAPRA’ MAI COME SONO
PERCHE’ NON SONO SOLO COME SONO”
Patrizia Valduga, Quartine

AVANTPOP: la TOP 5 dei nuovi singoli della settimana

GREENDAY nuovo album “Father of All Motherfuckers” (7 febbraio 2020) 13° LP su Reprise Records . Il nuovo singolo è “Meet me on the Roof


THE STROKES nuovo album “The New Abnormal” prodotto da Rick Rubin, uscirà il 10 aprile. Il nuovo singolo è “At the door

THE DESERT SESSIONS collettivo di musicisti capitanato da Josh Homme (Queens of the Stone Age/Kyuss) ft Billy Gibbons (ZZ Top), Les Claypool (Primus), Mike Kerr (Royal Blood), Jake Shears (Scissor Sisters) e altri… Il Vol. 11 e 12 ed il nuovo singolo è “Easier said than done

EVERYTHING IS RECORDED collettivo capitanato dal boss della XL, Richard Russel. Secondo album dopo il primo uscito nel 2018. Il nuovo singolo da il nome all’album, “10:51 PM / The Night

Una nuova piacevole scoperta i VELVET KILLS da Lisbona. Synthpop, elettro dark, l’album uscirà il 7 marzo, si chiamerà “Bodhi Labyrinth”. Il singolo è “The Gold Mine

Intervista con i Crampo Eighteen

In studio i Crampo Eighteen. Nino Colaianni e Vanni Sardiello ci raccontano le tappe della nascita ed evoluzione di questo nuovo progetto rock

Crampo Eighteen è il progetto solista di Nino Colaianni ex membro  e co-fondatore della band cult di Hard-psichedelica italiana THAT’S ALL FOLKS!

All’attivo due album “Monkey Garden” – 2018 e “The Man With One Ear” – 2016 Nei sei brani di “Monkey Garden” Nino Colaianni (Vocals, Guitars, slide gtr, basso, drum machine, synth) – Claudio Colaianni (drums on 3 e 5)Damiano Ceglie (drums on 6) – Pasquale Boffoli (Armonica su 3 e 5). Batteria registrata al  Tiberstoned studio da Lorenzo Signorile (Creepy green light project studio) – Tutti i brani sono scritti, arrangiati, registrati e mixati da Nino Colaianni.

Durante i concerti Crampo è supportato da tre vecchi colleghi: Michele Danza – basso (Feltura), Luca Stero – chitarra (TAF, Anuseye), Vanni Sardiello – batteria (Veronica Voss, Comfy Pigs).

qui la puntata completa di intervista e musica

“Respiro” è il nuovo ep di Lorenzo Santangelo

Intervista con Lorenzo Santangelo in occasione della pubblicazione di RESPIRO EP che rappresenta il principio di un nuovo progetto artistico. Una crescita naturale anche stimolata dai numerosi riconoscimenti ottenuti dal brano nel corso del 2019 e che orienta la carriera di Lorenzo Santangelo verso un linguaggio decisamente più pop e trasversale che lo vedrà partecipe nel corso del 2020 di tante iniziative live e promozionali.

I brani che accompagnano il singolo Respiro inseriti nell’EP denotano infatti l’attitudine eclettica del cantautore romano: la lezione di certa scuola anche un po’ graffiata e maledetta alla Brunori e Fabrizio Moro è presente nella bellissima pop rock ballad E’ Tutto Vero;  Calo d’Impressione è invece uno stornello moderno con una piacevole apertura e distensione inaspettata nell’inciso. Proprio come nel singolo Respiro queste improvvise aperture, un “respiro” appunto, rappresentano uno dei tratti distintivi della scrittura di Lorenzo che riesce benissimo ad alternare melodia e recitato, dolcezza e denuncia marcatamente presente nei testi delle sue canzoni.

Lorenzo nasce a Roma il 5 novembre del 1987, a quattro anni comincia a studiare pianoforte e nel 2000 viene ammesso al conservatorio Santa Cecilia di Roma.Nel 2013 lascia l’Italia per trasferirsi a Sydney dove lavora come tecnico del suono e qui nel 2016 pubblica il suo primo disco dal titolo L’ULTIMO ALBUM D’ESORDIO.

Comincia inoltre a collaborare con la radio nazionale australiana SBS con una trasmissione da lui scritta ideata e condotta dedicata ai grandi cantautori italiani. Rientra in Italia e partecipa alle Semifinali di Musicultura, vince il Premio Infinito200, e guadagna il podio al  Premio Lunezia Nuove Proposte con la canzone Respiro.

Nell’estate del 2019 si esibisce come ospite in alcune date del tour di Andrea Mingardi duettando con lui proprio in Respiro. Al termine rientra in Australia per riprendere la collaborazione con SBS ideando e curando la trasmissione Parlando di musica nella quale intervista importanti artisti italiani.

Dal 2020 Lorenzo torna stabilmente in Italia per sviluppare la sua attività in qualità di autore eccellente e bravissimo pianista cantautore, e soprattutto per promuovere il nuovo progetto con il lancio di RESPIRO EP.

Tracklist

1. Respiro

2. E’ tutto vero

3. Calo d’impressione

In studio c’è MISGA!

Intervista a MISGA, acronimo di Michele Sgaramella, noto artista pugliese. In studio per farci ascoltare gli ultimi singoli del suo progetto. (AvantPOP lunedi 10 febbraio 2020)

Cantautore pop indie, con influenze che spaziano dall’elettronica al folk. Il suo linguaggio diretto, arricchito da giochi di parole, riesce a rendere i suoi lavori degli inni alla gioventù, alla creatività in una società piena di incertezze. Le canzoni sono il risultato di un flusso di idee che cercano continuamente di raggiungere la mente dell’ascoltatore, richiamano in modi sempre diversi il segreto dell’inventiva. Inoltre, sono presenti le problematiche dei creativi, di chi deve mettersi in gioco ogni giorno e investire tutto il suo tempo sulla musica. Il suo volto, riconoscibile dal suo ciuffo e i baffetti, è il simbolo di una gioventù alla ricerca di una società aperta a nuove idee, una comunità senza pregiudizi.

L’attività artistica di Michele Sgaramella ha avuto inizio circa 10 anni fa e nel 2014 ha dato vita a Misga, un progetto che oltre a portare le iniziali del suo nome, vede la firma come autore e cantante in tutte le canzoni finora pubblicate. Nel 2015 ha aperto i concerti di Après la classe, Caparezza ed Erica Mou, ha vinto diversi premi e, grazie al sostegno di Pugliasounds ha portato la sua musica anche all’estero, a Parigi e Bruxelles, come “open act” per Tommaso Paradiso, Berlino, Dijon, Valencia e Liegi. Il giro d’Europa è stato anticipato da un progetto che ha visto Misga, supportato dai clowndottori della ONLUS “in compagnia del sorriso”, esibirsi nelle pediatrie della sua provincia, mostrando una forte sensibilità per il sociale.

Nel Novembre 2016 ha dato alle stampe il primo disco dal titolo MICAMICAPISCI (Freecom) e dal Monk di Roma è partito il primo giro di presentazione. Nel 2018, dopo alcuni mesi di stop dovuti a un cambio dell’organigramma, Misga è tornato protagonista con la sua band come accompagnatore musicale nel tour teatrale “Tutto fa Broadway” del duo comico pugliese Pio e Amedeo. Nello stesso anno è arrivato in finale al premio De Andrè con il brano “Scontrare la morale” e ha pubblicato “Profondo sud”, un inno di speranza e consolazione nei confronti della sua terra, brano scritto qualche anno prima, dopo lo scontro tra treni avvenuto tra Andria e Corato. La sua musica affronta con una visione introspettiva i meccanismi creativi con cui si scontra ogni giorno, un insieme di idee, un complesso di visioni e di punti di vista giovanili in questa era ipertecnologica.

Lo scorso Ottobre Misga ha pubblicato “Vedere”, il brano che ha anticipato il suo secondo lavoro discografico dal titolo SOS TRY TILL SATISFACTION (Phonogram music) uscito il 28 Novembre. La band che lo accompagna dal vivo è composta da Enrico Elia (piano e tastiere) e Francesco Dettole (batteria), gli stessi musicisti che hanno prodotto e arrangiato il disco

Dimartino ci parla di “I Mortali”, nuovo lavoro in studio, scritto insieme con Colapesce

A dieci anni dall’uscita dei loro esordi discografici, Antonio Dimartino e Colapesce si ritrovano in studio per registrare un disco insieme “I Mortali”. Dimartino ci racconta come è andata

L’ultimo capitolo discografico di Dimartino, “Afrodite”, risale al gennaio 2019. Colapesce, invece, ha pubblicato il suo ultimo album d’inediti, “Infedele”, nel 2017. I due artisti siciliani avevano già collaborato in passato in diverse occasioni ma non avevano mai inciso un album insieme. Un disco scritto a 4 mani, anticipato, ovviamente, da due singoli usciti contemporaneamente dopo un mini film promozionale molto divertente che trovati qui sotto

Il titolo del disco ci fa capire subito quale sarà il tema trattato, un tema universale: “La mortalità è la condizione delle creature terrene e dell’uomo – spiegano Colapesce e Dimartino – Credere all’immortalità dell’anima non è cosa da tutti, la mortalità invece è un concetto oggettivo. Tutti vediamo i nostri corpi sparire, disintegrarsi, diventare altro. Ci piaceva l’idea di dedicare un disco a noi mortali, alla nostra banalità ma allo stesso tempo all’infinita unicità del nostro pensiero di umani”.

Il disco è stato anticipato da due singoli, “Adolescenza Nera” e “l’ultimo giorno”.

Due canzoni quasi opposte, nell’approccio che nei suoni, in cui si possono sentire in ogni caso le singole influenze artistiche dei due musicisti. Non ci resta che aspettare il tour che ci regalerà tantissime emozioni, un tour che toccherà tutta l’italia e che porterà sul palco non solo il disco ma sicuramente anche pezzi che hanno caratterizzato le loro singole carriere.

Mimmo Pesare presenta il nuovo singolo di Ninotchka ft Emidio Clementi dei Massimo Volume

Mimmo Pesare, in arte Ninotchka, torna su RKO per presentare il suo nuovo singolo, che esce proprio oggi e che vede la partecipazione alla voce del grande Emidio Clementi dei Massimo Volume. Buon ascolto

In nessun posto è il terzo singolo che anticipa l’album d’esordio di Ninotchka, progetto musicale di Mimmo Pesare, autore, musicista e producer tarantino di stanza a Lecce, impegnato per oltre vent’anni in band indipendenti e che dal 2018 ha cominciato a lavorare al suo progetto solista, nato come un collettivo musicale, alla maniera del Wild Bunch di Bristol e poi riformulato sull’autorialità di Pesare, che scrive musica, testi e arrangiamenti, ospitando di volta in volta una serie di artisti alla voce. La musica di Ninotchka si muove su atmosfere elettroniche e trip-hop ma con innesti postrock e new wave e con grande importanza e ricercatezza data ai testi in italiano e soprattutto alle collaborazioni esterne. Dopo il primo singolo, Temporalità, cantato da Giorgio Consoli (Leitmotiv) e il secondo, Scegli, cantato da Gianluca De Rubertis (Il Genio), il 4 febbraio esce su Spotify e su tutti i digital stores, In nessun posto, la terza traccia ufficiale di Ninotchka, cantato da Emidio Clementi, voce e fondatore dei Massimo Volume, oltre che uno degli artisti più influenti dell’alternative italiano a partire dagli anni Novanta.

“ I dischi dei Massimo Volume per me sono stati una specie di romanzo di formazione dei miei vent’anni: quando ascoltai Lungo i bordi nel 1995 fu uno shock! Poi nel tempo sono venuto in contatto con Emidio, che nel 2015 ha anche scritto la prefazione a un mio libro per l’Università dove insegno (Jacques Lacan spiegato dai Massimo Volume, Musicaos Editore). L’amicizia con Emidio è poi confluita anche in questa collaborazione artistica, che mi onora. Lui ha sentito il pezzo, gli è piaciuto e ha accettato di interpretarlo, semplicemente. E nessuna voce meglio della sua poteva interpretare questo pezzo, visto che il testo è anche un adattamento di alcuni passi di Diario di lavorazione di Sam Shepard, un autore che entrambi amiamo molto.” (M. Pesare)

Le sonorità di In nessun posto, pur muovendosi confortevolmente all’interno della più recente organic electro di artisti quali Bonobo e Apparat, strizza l’occhio a ritmiche che svelano l’amore per una certa elettronica anni Novanta, caratterizzata da breakbeats delicati e minimali. Tutti i pezzi di Ninotchka vedono al missaggio Marco Ancona (Bludinvidia, Fonokit, Marco Ancona & Amerigo Verardi), storico nome dell’alternative rock pugliese, che li ha prodotti insieme a Pesare. Dopo i primi due videoclip ufficiali, sul canale Youtube di Ninotchka, è previsto anche un video di In nessun posto per la metà di marzo, aspettando la pubblicazione dell’LP d’esordio, che dovrebbe uscire il prossimo autunno.

Intervista con gli ZU!

Gli ZU, band culto romana, arriva a Bari con un live strepitoso, li abbiamo intervistati nel backstage del Garage Sound.

Gli Zu sono un gruppo di musica rock strumentale sperimentale originario di Roma. Con la storica formazione in trio, composta da Jacopo Battaglia alla batteria, Massimo Pupillo al basso e Luca Mai al sax baritono, la band ha pubblicato fino ad oggi 16 album ed alcuni split. Dal 2019 il gruppo si trasforma in quartetto con l’ingresso alla chitarra di Stefano Pilia.

La band, pur con grandi cambiamenti da un punto di vista musicale, ha sviluppato negli anni uno stile riconoscibilissimo ed ha guadagnato una solidissima reputazione. Suonano letteralmente migliaia di concerti in tutto il mondo, dai più piccoli club ai più grandi festival, raggiungendo lo status di cult-band e costruendosi da zero un notevole seguito.

Secondo alcuni è la band italiana con più concerti all’attivo, sia in patria che all’estero.