Archivi categoria: programmi

Lo Specchio Nero al Torino Film Festival. Il sequel

Buongiorno? Buonanotte? Ormai non lo sappiamo più se è giorno o se è notte. Le pupille se ne fregano, spalancate 24 ore su 24 grazie ai caffè adrenocromizzati che tracanniamo come se non ci fosse un domani. Dobbiamo però sbrigarci, dobbiamo parlarvi di tutti i film che stiamo guardando al Torino Film Festival, prima che le droghe comincino a fare effetto. Tremori e sudori freddi non ci preoccupano, il vero rischio è quello di confondere le opere e non distinguere più gli schermi reali da quelli mentali.

Continua la lettura di Lo Specchio Nero al Torino Film Festival. Il sequel

Outtanowhere! SECONDA STAGIONE Puntata #04 – 23/11/2020

Scaletta

1. Litfiba – Dimmi il nome
2. Ivy Sole – Kismet feat. Iojii
3. Shame – Water In The Well
4. Dry Cleaning – Scratchcard Lanyard
5. King Gizzard & The Lizard Wizard – Intrasport
6. WhoMadeWho – Shadow of Doubt feat. Adana Twins
7. Iosonouncane – Novembre
8. Grandaddy – Broken Household Appliance National Forest (Piano Version)
9. Andy Shauf – You Slipped Away
10. Frankie Hi-NRG MC – Nuvole
11. Uhuru Republic – Zanzibar
12. Radiohead – Lotus Flower
13. The Bug feat. Dis Fig – You

#thesongremainsthesame
14. Beck – Earthquake Weather
15. The Temptations – What It Is?

16. Phoebe Bridgers & Maggie Rogers – Iris


Podcast:

https://www.spreaker.com/show/outtanowhere

Ci sono oggi parole indicibili? Trevisi le pronuncia tutte in SEDIZIONI, 3^puntata, domani alle 15:00

In questa terza puntata della seconda stagione di Sedizioni Gianluigi Trevisi dedica spazio e tempo alle parole, quelle indicibili, che sebbene siano perfettamente corrette sotto ogni profilo, di questi tempi pare generino divisione, nella migliore delle ipotesi, indifferenza, nella peggiore.
Il viaggio che ci aspetta domani inizia con un’invettiva contro gli sciacalli che cavalcano “il limbo in cui la comprensione delle cose è diventata una chimera“, ma chiude con il caro ricordo di quella settimana trascorsa a Bari insieme a Lou Reed, una settimana fatta di quotidianità. Perché la radio pacifica l’animo, di chi la fa e di chi la ascolta.

Diciamole queste parole, che come dice Gianluigi “fanno parte della radio”: #patrimoniale, #poltrene e #schieramenti, #musica #teatro #cinema, #gesuiti, #alternativepossibili, #cambiamenticlimatici, #produciconsumacrepa, #economiacircolare, #decrescitafelice, #curiosità, #neopositivismodabar, #sovraburocratizzazione, #corruzione e #complessità, …#sedizioni.

Buon ascolto!

P.S. Sedizioni va in onda su ogni martedì alle 15:00. Potete seguire le puntate anche da qui:

Lo specchio nero al torino film festival

Ladies and gentlemen, grazie alla pandemia (…) Dikotomiko finalmente realizza uno dei suoi desideri più antichi: assistere al Torino Film Festival. Un’edizione anomala, con le proiezioni che diventano fruizioni in streaming, eppure il programma, proprio come per le edizioni passate, è ricco di film, corti e documentari di valore indiscutibile.

Continua la lettura di Lo specchio nero al torino film festival

Era una casa così carina. Cactus. Basta poca acqua torna on air lunedì e ci spiega chi sono i city quitter

La 5^ puntata di Cactus – Basta poca acqua va in onda lunedì 23 novembre, sempre alle 11:00, sempre in streaming e podcast

cactuspodcast.it – RKO www.rkonair.com

Ci sono le case al centro di questo nuovo episodio del podcast firmato da Cactus Basta Poca Acqua. Com’è cambiato il mercato immobiliare ai tempi del lockdown? E soprattutto la fuga dalle metropoli per trasferirsi in campagna o nei piccoli borghi è davvero un fenomeno in crescita anche in Italia? Concita De Gregorio intervista Giacomo Biraghi, esperto internazionale di strategie urbane. Laureato in Economia delle Pubbliche Amministrazioni alla Bocconi e in City design and social sciences alla London School of Economics di Londra, Biraghi – che è un milanese doc – è diventato un “city quitter“. Ha abbandonato la sua città ed è andato a vivere in alta montagna. Scoprendo la felicità. 

Continua la lettura di Era una casa così carina. Cactus. Basta poca acqua torna on air lunedì e ci spiega chi sono i city quitter

“Scrivere è un dare forma al desiderio”, il nuovo sito di ALessandra Minervini

“Non so nemmeno se, nel suo complesso, ciò che sto scrivendo è giusto o meno.” Annie Ernaux, Scrivere è un dare forma al desiderio

“Quando ad Annie Ernaux (la scrittrice vivente più meravigliosamente autobiografica che io conosca, una signora a cui voglio bene e per la quale provo affetto, pur non avendola mai conosciuta e questo alimenta la mia devozione) hanno chiesto dove vuole portare il lettore quando scrive, lei ha risposto che pur essendo narrativa, finzione, letteratura, la sua scrittura porta il lettore nel reale. “Ma i miei strumenti non sono scientifici. I miei strumenti sono la memoria, le parole, tutte le parole possibili, e posso usare quelle che voglio, qualsiasi lessico, ma necessariamente scelgo quello che mi addice.”

Continua la lettura di “Scrivere è un dare forma al desiderio”, il nuovo sito di ALessandra Minervini

Premio Tenco 2020 in onda su RAI3

PREMIO TENCO 2020 : Francesco Guccini, Francesco Gabbani, Mauro Pagani, Vittorio De Scalzi, Gianni Siviero,  Gigliola Cinquetti, Morgan e Vincenzo Mollica  Si aggiungono a  Brunori Sas, Tosca, Paolo Jannacci e Nuova Compagnia di Canto Popolare.  La consegna delle Targhe e dei Premi  andrà in onda su Rai3. 

Francesco Guccini, Francesco Gabbani, Mauro Pagani, Vittorio De Scalzi, Gianni Siviero, Gigliola CinquettiMorgan e Vincenzo Mollica si aggiungono al cast del “Premio Tenco 2020”, lo speciale che andrà in onda prossimamente su Rai3 e che si sta registrando in questi giorni al Teatro Ariston e nelle più belle location di Sanremo

La trasmissione televisiva avrà come focus la consegna delle Targhe Tenco e dei Premi Tenco 2020.  Saranno presenti Brunori Sas (Cip! – Targa Miglior Album), Tosca (Morabeza – Targa Miglior Interprete e Ho amato tutto (scritta da Pietro Cantarelli) – Targa Miglior Canzone), Paolo Jannacci (Canterò – Opera Prima) e la Nuova Compagnia di Canto Popolare (Napoli 1534. Tra moresche e villanelle –Targa Album in Dialetto)

Per la Targa Tenco Album a progetto, che quest’anno ha ottenuto l’ ex aequo tra Note di viaggio – Capitolo 1: venite avanti… e Io credevo. Le canzoni di Gianni Siviero, saranno presenti rispettivamente Guccini, Gabbani e Pagani  per il primo e De Scalzi, Siviero Cinquetti per il secondo. A Mauro Pagani e Mimmo Ferraro, produttori dei due album, sarà consegnata la Targa. 

Marco Castoldi in arte Morgan anche quest’anno farà parte del cast della manifestazione ma in veste prettamente artistica. Vincenzo Mollica riceverà il Premio Tenco 2020 per l’Operatore Culturale.  

Al cast completo mancano ancora i nomi dei Premi Tenco 2020 ai cantautori (un artista italiano e uno internazionale):  riconoscimento assegnato dal 1974 alla carriera degli artisti che hanno apportato un contributo significativo alla canzone d’autore mondiale. Verranno svelati i prossimi giorni. 

Quest’anno, inoltre, è stato istituito il Premio GrupYorum in omaggio alla omonima band turca impegnata politicamente e socialmente e perseguitata dal regime di Erdogan, che ha proibito loro qualunque concerto e ha incarcerato alcuni dei suoi membri. Tre di questi sono morti dopo quasi un anno di sciopero della fame. È a nome loro e a quello di tutti quei cantautori e musicisti, e sono moltissimi nel mondo, che sono perseguitati dalla dittatura, che è rivolto il Premio. 

Il nuovo report di Freemuse, organizzazione francese che documenta i casi di censura musicale e artistica nel mondo, ad aprile 2020, conta un’analisi approfondita di 711 atti di violazione della libertà artistica nel 2019 in 93 paesi.  

Il Premio GrupYorum sarà consegnato al cantautore e musicista egiziano Ramy Essam.

“Premio Tenco 2020” è organizzato e prodotto dal Club Tenco con il contributo del Comune di Sanremo, Regione Liguria, SIAE, Camera di Commercio Riviere di Liguria, NUOVOIMAIE e Unogas. La produzione esecutiva è di Gruppo Eventi con la supervisione per la messa in onda di iCompany. Radio1 Rai è media partner. 

Le conseguenze dell’odio. Cactus – Basta poca acqua torna on air

Una puntata – questa di Cactus. Basta Poca Acqua – dura e necessaria. Dall’inizio dell’anno in Italia sono stati già sessanta i femminicidi. Quasi tutti in famiglia, tra le mura domestiche che per tante, troppe donne si trasformano da nido in lager. E ancora di più oggi: il lockdown ci tiene in casa dove i rapporti malati, tossici, violenti si amplificano. Concita De Gregorio intervista Stefania Prandi, giornalista e scrittrice che per “settenove” ha scritto “Le conseguenze. I femminicidi e lo sguardo di chi resta“, un reportage lungo tre anni che racconta, attraverso le parole di chi sopravvive, gli esiti drammatici della violenza di genere. Sono le testimonianze di madri, padri, fratelli, sorelle, figli e figlie.

Continua la lettura di Le conseguenze dell’odio. Cactus – Basta poca acqua torna on air

Back to black

Un autunno ricco di black music, Mo’Town la trasmetterà ogni giovedì alle 20:00.

Tra anticipazioni e nuove uscite, si prospetta un autunno pieno di novità che riguardano la black music.

Ha aperto le danze la Super Deluxe Edition di Sign O’ The Times, il capolavoro di Prince uscito nel 1987, che si ripresenta in una nuova versione in otto cd o in 13 vinili se preferite ascoltarlo sul vostro giradischi. Disco interamente rimasterizzato, brani inediti, versioni alternative, il live a Utrecht nel giugno dell’87, il tutto corredato dal dvd del concerto del 31 dicembre 1987 al Paisley Park con la partecipazione speciale di Miles Davis (cosa fareste per essere lì?) e il booklet con foto, testi e testimonianze.

Continua la lettura di Back to black