Archivi categoria: Letteratura

La pazienza del giardiniere va in onda giovedì 6 per cactus. Basta poca acqua

Cactus. Basta poca acqua – Episodio 32

On air giovedì 6 maggio, sempre dalle ore 11:00, sempre in streaming e podcast:

cactuspodcast.it e rkonair.com

La pazienza del giardiniere

Coltivare anche un pezzettino di terra impone delle regole: la prima è non avere fretta, la seconda è imparare a stupirsi, la terza è prendersi cura. Siccome fuori è quasi Primavera (finalmente) abbiamo chiesto a un grande esperto cosa si può coltivare anche sul davanzale di una finestra. Con noi oggi è Matteo Cereda, giovanissimo fondatore di Ortodacoltivare.it il portale dedicato alla coltivazione biologica più visitato d’Italia. È socio fondatore di Vallescuria, società agricola con cui coltiva zafferano in Brianza. Nel 2008 ha passato sei mesi sulle Ande del Peru, conoscendo da vicino la vita dei campesinos che coltivano a 4.000 metri d’altura. Presentiamo il suo ultimo libro:”Mettete orti sui vostri balconi” dove insegna mille piccoli trucchi per realizzare una mini giungla fatta di insalate, pomodori, aromatiche, fagioli magici e fiori che attirano le api anche se non dispone di una terrazza o di un giardino.

Nel corso della puntata segnaleremo anche due libri a tema, appena usciti:
SUE STUART SMITH : COLTIVARE IL GIARDINO DELLA MENTE – IL POTERE RIPARATORE DELLA NATURA
e MELISSA DA COSTA – I QUADERNI BOTANICI DI MADAME LUCIE

Playlist bio di Amenta: quasi tre ore di musica ecologica e sostenibile.

Regia e post produzione a cura di Paola Pagone e Carlo Chicco di RKO

Cactus ospita per “Mare Nostrum” il polistrumentista Stefano Saletti

Cactus. Basta poca acqua – Episodio 30

On air giovedì 22 aprile, sempre dalle ore 11:00, sempre in streaming e podcast:

cactuspodcast.it e rkonair.com

Mare Nostrum

Nostro ospite oggi è Stefano Saletti, polistrumentista (suona bouzouki, oud, saz, chitarre, piano, percussioni e canto), che presenta il suo ultimo album con la Banda Ikona, “Mediterraneo Ostinato”.

E’ il loro quinto disco dopo un viaggio che ha attraversato la Bosnia e il ponte di Mostar, il simbolo tra Oriente e Occidente, ha raggiunto la Romania, ha toccato terre lontanissime e vicinissime. Banda Ikona è una formazione che raccoglie alcuni tra i più grandi interpreti della World Music italiana (e non solo).

Il disco è cantato in italiano e in SABIR, antica lingua del Mediterraneo che Saletti ha riportato in vita dall’oblio della storia per farla rivivere. Perché nel Mediterraneo tutto si tiene: le piazze assolate a mezzogiorno e il buio che accompagna le rotte dei migranti, la gioia e la disperazione, il bene e il male.

Dodici brani che raccontano le storie e le passioni di un mare che unisce e non divide, che fa dialogare popoli con tradizioni differenti ma che da sempre hanno saputo vivere e convivere.

La puntata apparirà qui:

All’interno della puntata racconteremo anche di “Stupor Mundi – Storia del Mediterraneo in Trenta Oggetti”, un libro simile a un viaggio tra risonanze, echi, arte e radici scritto da Paolo Giulierini, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

La playlist mediterranea è stata curata da Amenta in compagnia della Comune di Cactus. Ben sei ore di musica favolosa.

Regia e post produzione a cura di Carlo Chicco e Paola Pagone di Rko.

Cactus. Basta poca acqua svela le verità nascoste dietro “Bufale bestiali” insieme al biologo Graziano Ciocca, giovedì 8 aprile alle 11:00

Cactus. Basta poca acqua – Episodio 28

On air giovedì 8 aprile, sempre dalle ore 11:00, sempre in streaming e podcast:

cactuspodcast.it e rkonair.com

“È vero che il toro ha paura del rosso? E il lupo ulula alla luna? No e poi no. Grosso errore. Sbagliatissimo. Esiste almeno una frottola sugli animali.  Che sia colpa dei cartoni animati, di un antico filosofo greco o di un manipolo di marinai perditempo, per fortuna la scienza e l’osservazione della natura ci vengono in soccorso e ci aiutano a svelare la verità nascosta dietro alle bufale e a guardare con stupore   e rispetto le creature che ci circondano”. A smontare le fake che riguardano anche il mondo animale è oggi con noi Graziano Ciocca, biologo e divulgatore scientifico che, intervistato da Concita con la complicità di Daniela e Nick, ci racconta temi e aneddoti contenuti nel suo libro “BUFALE BESTIALI- Perché gli animali non sono quelli che crediamo”. È un testo per ragazzi molto divertente, edito da De Agostini, con le illustrazioni di Lorenzo De Felice.

Continua la lettura di Cactus. Basta poca acqua svela le verità nascoste dietro “Bufale bestiali” insieme al biologo Graziano Ciocca, giovedì 8 aprile alle 11:00

La Q di Qomplotto. Diqotomiqo intervista wu ming 1

QAnon, ancora e anQora. Siamo fissati, lo so. I motivi sono tanti, anche legati all’immaginario cinematografico. E’ una storia che non sappiamo come andrà a finire, ma che di sicuro sembra scaturita da una sceneggiatura oggettivamente brutta e inverosimile, nessun produttore sgancerebbe un centesimo per una storia del genere. O forse si? Chissà. Torniamo su QAnon per un motivo forte, fortissimo, e probabilmente definitivo. Probabilmente. E’ appena uscito per le Edizioni Alegre un libro che non abbiamo remore a definire epocale, oltre che indispensabile. Il titolo è La Q di Qomplotto, e l’ha scritto Wu Ming 1.

Continua la lettura di La Q di Qomplotto. Diqotomiqo intervista wu ming 1

Il nostro pescetto d’Aprile con Cactus. Basta poca acqua nelle “Fiabe per adulti consenzienti” del poeta Guido Catalano.

Cactus. Basta poca acqua – Episodio #27

On air giovedì 1° aprile, sempre dalle ore 11:00, sempre in streaming e podcast:

cactuspodcast.it e rkonair.com

Nella giornata degli scherzi, e guarda un po’ è anche il compleanno di Amenta, noi festeggiamo il mese del dolce dormire con una puntata un po’ speciale. Ad aprire le danze è Concita che guida Daniela e Nic fin nelle braccia di Guido Catalano, poeta, che ci racconta cosa sono le “Fiabe per adulti consenzienti”, una racconta di quasi 100 favole nello stile esilarante e paradossale di Catalano.

Che nell’introduzione del libro pubblicato da Rizzoli scrive: “In questo tempo di orchi tutto sembra difficile, ma ricordatevi che gli orchi, anche se fanno paura, sono piuttosto stupidi e quasi sempre più spaventati di voi. Spesso la vita non somiglia alle favole: è una cosa che tutti, crescendo, dobbiamo imparare. Un drago può spuntare dal nulla e, quando meno te l’aspetti, mandare il tuo universo a gambe all’aria. Ma non è il caso di abbattersi, perché proprio nei momenti più disperati, quando ci sembra che gli orchi e i draghi abbiano vinto e non ci sia più nulla da fare, in realtà una cosa da fare c’è sempre: possiamo riderci sopra, possibilmente insieme”

Continua la lettura di Il nostro pescetto d’Aprile con Cactus. Basta poca acqua nelle “Fiabe per adulti consenzienti” del poeta Guido Catalano.

In libreria e negli store online Santu Lazzaru e dintorni…

In libreria e negli store online Santu Lazzaru e dintorni… (Kurumuny Edizioni/Sud Ethnic) Un libro fotografico, un cd con 32 tracce e un documentario extra sui canti e i riti della Settimana Santa nel SalentoUn piccolo tesoro della tradizione, ancora tutto da scoprire

Continua la lettura di In libreria e negli store online Santu Lazzaru e dintorni…

“Proviamo a riderci su” con Cactus e Arianna Porcelli Safonov

Cactus- Basta poca acqua – Episodio #25

On air giovedì 18 marzo, sempre dalle ore 11:00, sempre in streaming e podcast:

cactuspodcast.it e rkonair.com

Nostra ospite oggi è Arianna Porcelli Safonov nata a Roma da papà russo e mamma milanese. Attrice comica, scrittrice umoristica esordisce con il blog  Madame Pipì. Nel 2014  pubblica il suo primo libro per Fazi Editore, Fottuta Campagna, frutto dell’esperienza che sta facendo, in solitaria, sulle colline pavesi.

Continua la lettura di “Proviamo a riderci su” con Cactus e Arianna Porcelli Safonov

Manzoni ci serve o non ci serve? – Cactus. Basta poca acqua incontra Antonio Gurrado

Cactus. Basta poca acqua presenta il 22^ episodio

On air giovedì 25 febbraio, sempre dalle ore 11:00, sempre in streaming e podcast:

cactuspodcast.it e www.rkonair.com

Alzi la mano chi non ricorda come un incubo le estenuanti letture de I Promessi Sposi a scuola. Eppure l’opera di Manzoni è un formidabile spaccato dell’epoca e una metafora di altissimo valore. Concita intervista Antonio Gurrado, docente, che si occupa di Illuminismo presso l’Università di Pavia e ha curato diverse opere di Voltaire per l’edizione completa pubblicata dalla Voltaire Foundation (University of Oxford). Il nostro ospite sul Foglio ha scritto un articolo provocatorio, intitolato: “Smettere di far leggere i “Promessi sposi” agli studenti salverà Manzoni dalla scuola”.
Da qui partiamo per capire la relazione tra noi e i grandi classici della letteratura.

Continua la lettura di Manzoni ci serve o non ci serve? – Cactus. Basta poca acqua incontra Antonio Gurrado

Alta Fedelta’ – le puntate di gennaio 2021 con Gianluca Polverari, Barbara Tomasino e Daniela Amenta

GENNAIO 2021 – Alta Fedeltà, è una storica rubrica radiofonica condotta da Carlo Chicco, che ha ripreso la sua programmazione in nazionale nel 2021.

Parlare di musica può voler dire anche questo: raccontarsi attraverso i pezzi che fanno indissolubilmente parte di noi. 5 brani, 1 microfono e 1 ora di tempo. Questi gli ingredienti di Alta Fedeltà, una chiacchierata in diretta radio, che trae spunto dall’indimenticato romanzo di Nick Horby

In questo articolo trovate i podcast dei primi ospiti del programma in questa nuova stagione, giornalisti o conduttori radiofonici, che ci hanno allietato con i loro racconti.

Continua la lettura di Alta Fedelta’ – le puntate di gennaio 2021 con Gianluca Polverari, Barbara Tomasino e Daniela Amenta

Ghigo Renzulli si racconta su RKO: “40 anni da Litfiba”

Devo ammettere che questo libro mi ha appassionato, l’ho letto tutto d’un fiato, non volevo smettere, pagina dopo pagina, per sapere cosa c’era dopo. Me lo aspettavo diverso e mi ha piacevolmente sorpreso. Sorpreso per la naturalezza, per la sincerità, per i racconti di vita vissuti, non solo da “Litfiba” ma i racconti di un ragazzo, uno di noi,  con una grande passione, con tanti sogni, le cose belle ma anche quelle brutte, gli aneddoti incredibili e una vita piena di sorprese. Volti, sorrisi, la rabbia, le chitarre, i Cafè Caracas, i palchi, la vita da backstage ed i conti che tornano mai per arrivare ai grandi Litfiba. Lo ammetto, sono stato un fan della prima ora, quei ragazzi toscani erano per me, ma penso anche per tutta la mia generazione, i paladini della nostra New Wave. Ho amato il suono della chitarra, unico e riconoscibile, le tastiere del maestro Aiazzi, il basso cupo di Gianni, come dimenticare Ringo De Palma e non ultima la grande voce di Piero. Ospite di AvantPOP su RKO, Ghigo parla della sua autobiografia e del nuovo progetto No.Vox

Continua la lettura di Ghigo Renzulli si racconta su RKO: “40 anni da Litfiba”