Archivi categoria: Cultura e Spettacolo

SOTTOTRACCIA – Segni Sonori al castello con Massimo Pasca, Max Nocco e Davide Toffolo

Sabato 16 novembre (ore 19.30 – ingresso 5 euro) le sale del Castello Volante di Corigliano d’Otranto ospiteranno l’evento Sottotraccia – Segni Sonori al Castello con Massimo Pasca, Max Nocco e Davide Toffolo, iniziativa targata #SEIWinter e creata in collaborazione con il SEI – Sud Est Indipendente Festival, CoolClub.it, Big Sur, Multiservice-Eco e Comune di Corigliano d’Otranto.

📆 ore 19.30 inaugurazione mostra “Rusty Trombone”
💿 I dieci vinili disegnati da Massimo Pasca durante i dj set di Max Nocco. Musica e disegno si incontrano per celebrare “Rusty Trombone”, il primo vinile del dj/produttore salentino.

📆 ore 20.30
🖼 Lamantice_mag showcase
Una selezione di 30 illustrazioni tratte dalla rivista Lamantice da vedere e ascoltare con la Quiet Zone.
Playlist a cura di Max Nocco

📆 ore 21.30
Davide Toffolo presenta
Davide Toffolo – Graphic Novel Is Back Unplugged a Corigliano – SHOW UNPLUGGED

📆 ore 22.30
💿 Max Nocco dj set e drawing collettivo finale della mostra “Rusty Trombone”

info: info@ilcastellovolante.it

👉 Rusty Trombone
Dieci tappe in cui la musica e il disegno si incrociano, una combinazione quella tra Max Nocco e Massimo Pasca che nasce per celebrare il primo vinile di Max Nocco, “Rusty Trombone”.
La sinergia tra i due artisti dura oramai da diversi anni, nei quali hanno portato il concetto di contaminazione artistica e musicale in decine e decine di live set, fino alla collaborazione per il lavoro di debutto del dj/produttore salentino, uscito nell’ottobre 2018.

La sfida per il disegnatore è stata quella, chissà se con successo, di disegnare immagini scordandosi di stare disegnando icone. Modalità operativa che trae spunto dai dettami della poetica surrealista, (una sorta di scrittura automatica) che si evolve lasciando scorrere il pennarello sull’onda della selezione musicale di Max Nocco. Il dj a sua volta osservava spesso, il tratto del pennarello scorrere e si faceva influenzare da questo, nella scelta dei dischi. Un tentato corto circuito tra suoni e segni.

Il risultato evidente sono dieci grossi vinili colorati, ognuno senza una immagine principale di riferimento, una ragnatela psichedelica nella quale perdersi e magari ritrovare alcuni dei pezzi selezionati durante le serate.
Le dieci tappe sono state il Normal di Taurisano, L’Essenza Teatro di Corigliano, Utopia a Galatina, Il Mangianastri di Copertino, Il Barrio Verde di Alezio, il SUD a Taranto, L’Imperatore a Porto Cesareo, Artelica a Soleto, Disconutshot a Lecce.  

MANUEL AGNELLI Esce il 22 novembre il vinile in tiratura limitata di “An Evening With Manuel Agnelli”

“AN EVENING WITH MANUEL AGNELLI”: un’edizione speciale per chi vorrà rivivere le emozioni dello spettacolo con protagonista assoluto il frontman degli Afterhours

6 novembre 2019 – Il leader degli Afterhours non smette mai di stupire e, in occasione delle nuove date del tour da solista nei teatri, ha deciso di pubblicare il vinile di “An Evening With Manuel Agnelli” in uscita il 22 novembre su etichetta Island Records.
Una bellissima sorpresa per tutti i fan del musicista milanese che avranno la possibilità di acquistare il vinile nei negozi tradizionali e potranno già da ora pre-ordinare e pre-salvare l’album a questo link: https://isl.lnk.to/aew

Questa edizione speciale in tiratura limitata è testimonianza dell’omonimo tour che lo vede protagonista assoluto, insieme al polistrumentista Rodrigo D’Erasmo, in uno spettacolo inedito che unisce intrinsecamente la musica, la letteratura, il racconto nelle sue mille sfaccettature e il dialogo col pubblico.

Il vinile raccoglie alcuni dei brani e dei momenti più coinvolgenti registrati durante il live in cui si alternano le versioni rivisitate delle canzoni degli Afterhours alle cover che hanno influenzato il percorso musicale di Manuel e hanno ispirato la sua poetica.
Una nuova opportunità per conoscere il lato artisticamente più intimo di uno dei personaggi più iconici della contemporaneità musicale del nostro Paese.

“L’esperienza di questo tipo di spettacolo in teatro è stata prima di tutto liberatoria – racconta Manuel – Ho sempre pensato che il concerto dovesse essere un lungo viaggio privato, con un suo ritmo interiore preciso. Quando suono con la band ho ancora quel desiderio, quella voglia di perdermi totalmente dentro l’energia e, a volte, la violenza del suono. Non ho mai parlato molto sul palco prima di oggi, perché mi sembrava di interrompere e rovinare quel flusso di energia.
Riuscire a raccontare delle storie mi ha fatto scoprire la possibilità di un rapporto diverso con chi ci viene a sentire, magari meno ancestrale e meno istintivo, non necessariamente più complice, ma più sfumato, più dettagliato, in qualche modo più consapevole. 
Mi ha fatto scoprire un nuovo me. Mi ha dato l’opportunità di portare sul palco anche quella parte che era rimasta privata e che tutti i miei amici conoscevano. Mi ha fatto sentire meno prigioniero di un personaggio e, per questo, ancora più orgoglioso di poterlo essere quando voglio.
Soprattutto, mi ha dato la possibilità di prendermi la totale responsabilità della mia musica senza il guscio della band. 
Anche il pubblico è meno schermato, meno protetto dal buio completamente anonimo dei grandi concerti e i risultati sono una intimità e una condivisione, soprattutto nei silenzi, impossibili altrove. 
Non è necessariamente meglio o peggio. E’ diverso.  
In un momento in cui il live sta tornando prepotentemente ad essere la forma principale di comunicazione della musica è molto stimolante sviluppare tante differenti possibilità di linguaggio. Curarne la produzione sonora nei dettagli, già sul palco, come parte della scrittura del progetto è il nostro tentativo di esaltarne l’unicità, la magia, che raramente compaiono nelle produzioni fatte in studio.
Questo vinile non è che il tentativo di fermare un momento speciale. Fare sentire la gente che ascolta la nostra musica come parte indispensabile di essa. Quella che gli dà un senso più grande.
Un gesto, nel rivendicare il ritorno alla potenza della musica live, un regalo, che facciamo prima di tutto a noi che ci abbiamo lavorato e speriamo anche a voi che lo ascolterete, per lasciare una traccia di un’emozione che abbiamo creato insieme”

Questa la tracklist:

LATO A
MARTHA                                
TI CAMBIA IL SAPORE                       
VIDEO GAMES                       
MALE DI MIELE                                 
SHIPBUILDING                                              

LATO B 
STRATEGIE                                         
BALLATA PER LA MIA PICCOLA IENA                                    
QUELLO CHE NON C’E’                      
PERFECT DAY                  

Queste le date del tour:

18.11 Roma, Auditorium Conciliazione
20.11 Brindisi, Teatro Verdi
22.11 Verona, Teatro Filarmonico
23.11 Brescia, Teatro Display
26.11 Ravenna, Teatro Alighieri
28.11 Varese, Teatro Open Job
30.11 Bologna, Auditorium Manzoni
02.12 Como, Teatro Sociale
04.12 Venezia, Teatro Goldoni
06.12 Firenze, Tuscany Hall
07.12 Asti, Palco 19
09.12 Parma, Teatro Regio
10.12 Milano, Teatro Degli Arcimboldi

Bari Music Week 2019

BARI MUSIC WEEK DAL 28 OTTOBRE AL 2 NOVEMBRE

Conferenza stampa di presentazione BMW :

lunedì 28 alle 12,30 presso la Libreria Prinz Zaum – via Cardassi 93, Bari / modera Carlo Chicco (RKO)

Bari Music Week ritorna in città con un’edizione interamente dedicata al mondo della musica contemporanea e a suoi prossimi orizzonti.
Il festival si svolgerà dal 28 ottobre al 2 novembre 2019 con un ricco programma di seminari, mostre, talk, workshop, dj set, concerti ed eventi speciali.
Il progetto nasce dall’idea della società pugliese The Flame srl, attiva da circa vent’anni nel settore dell’organizzazione e della promozione di eventi musicali, e dall’associazione The Supporters. L’iniziativa è sostenuta da enti e istituzioni territoriali che ne riconoscono il patrocinio: Regione Puglia, Comune di Bari, Puglia Promozione, Puglia Sounds, Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” (Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia e Comunicazione e Dipartimento di Economia, Management e Diritto dell’Impresa), Accademia di Belle Arti di Bari. Bari Music Week 2019 è realizzato con la collaborazione di Balab (UNIBA) Bass Culture, Ubique Concerti, One Hour di Taranto, Soul Club, Gluck, M.A.C. radio RKO, New Record, Exp Records e Mixmarket records.


What a future, concetto che sintetizza l’identità sperimentale del festival, si riferisce anche a un percorso d’innovazione che gli stessi organizzatori hanno scelto di produrre con l’intento di creare nuove sinergie e nuovi dialoghi sul futuro della musica, sui luoghi che essa abita e sulle sue più recenti modalità di fruizione.
Bari Music Week si propone di accrescere l’impatto culturale sul contesto urbano tramite una programmazione che riunisce operatori del settore musicale, istituzioni, artisti, studiosi del mondo accademico, giornalisti e ricercatori. Tutta la città sarà coinvolta con l’obiettivo di estendere la proposta artistica e culturale in più quartieri e zone di Bari, come: Carrassi, Libertà, Madonella, Murat, Poggiofranco, San Pasquale e zona Stanic.

>>> PROGRAMMA <<<

LUNEDì 28 OTTOBRE

Ore 12.30 | Libreria Prinz Zaum | Ingresso libero

Presentazione Festival 2019 | Bari Music Week

Ivan Bonatesta (Direttore creativo BMW), Alessandra Anaclerio (Consigliera Comune di Bari), Annalisa Turi (Balab – UNIBA), Carlo Chicco (giornalista musicale, Direttore radio RKO`).

Ore 15.00 | Dipartimento di Economia, Management e Diritto dell’Impresa (UNIBA) – Aula Magna | Ingresso libero

Seminario “Music for business” | Bari Music Week
Le nuove frontiere dell’impresa Culturale

Interventi di: Sabrina Spallini (Docente del Dipartimento di Economia, Management e Diritto dell’Impresa), Vincenzo Bellini (Presidente Puglia Creativa e Amministratore Bass Culture), Yas Bya (project manager BMW e Machete Empire). Moderatore: Carlo Chicco (dj, speaker radio RKO).

Ore 18.00 | @Exp Records | Ingresso libero

Dj set Any2 aka Giorgio Di Natale & Valentino DJ

Ore 19.00 | @Galleria 206 | Ingresso con tessera (costo tessera giornaliera 3€ )


Finissage mostra Pieces&Love e dj set Fuso | Bari Music Week

Finissage della mostra “Pieces & Love” a cura della crew barese HELL’S VASTAS, one day expo “Hold your Peace” di Fabrizio Guida (Little Room 206) e DJ set Midihands Fuso.

MARTEDì 29 OTTOBRE

Ore 15.00 Officina degli Esordi | Ingresso libero

Workshop “Dentro la Musica Elettronica” | Bari Music Week

Workshop/lecture/performance dimostrativa a cura della scuola per produttori di musica elettronica Weloop. L’incontro prevede un pomeriggio di formazione sulle tecnologie applicate della musica elettronica.

Ore 18.00 Officina degli Esordi | Ingresso libero

Talk “Dal Club Ai Festival” | Bari Music Week

Andrea Mi (IED Firenze), Marco Ligurgo (Vicepresidente Italian Music Festival, direttore artistico roBOt Festival, Sergio Marchionni (direttore artistico FAT FAT FAT Festival), Andrea Cavallaro (project manager Ortigia Sound System Festival), Diego Indovino (project developer Jazz:Re:Found )

➩ ore 18.00 | @Mixmarket records | Ingresso libero

dj set Mariolino Granato – Franz Tenerelli

➩ ore 18.00 | @Exp Records | Ingresso libero

dj set Dlop – a.b.s.n.d. – Tomy P.

MERCOLEDì 30 OTTOBRE

Dalle ore 12.00 alle 14.00 | Aula XXIII, terzo piano, Scienze Politiche (UNIBA) | Ingresso libero

Seminario “Woodstock 1969 – futuro 2019: 50 anni di musica, stili e scene urbane”

Introduzione di Claudia Attimonelli: 1969. Dall’Estate dell’amore all’Ecstasy della cultura dance verso il nuovo millennio (Docente ForPsiCom | MEM)

Interventi di Luca Benvenga: 1979. IL CCCS e l’invenzione delle Sottoculture, la classe operaia e gli Skinheads (Unisalento) eMichele Di Stasi: 1989. Caduta del Muro di Berlino e la techno scende in strada: T.A.Z., Love Parade, club (La Sapienza – Roma | MEM)

Focus di Scienze della Comunicazione Annagrazia Schiavone: Invecchiano anche i musicisti. Crisi identitaria e nuovi idoli. Luca Troiani: Dal Vinile allo streaming: come ascoltavamo la musica ieri e oggi. Giuseppe Donvito: Uno scenario possibile: la proposta di Club Futuro (Torino). Giovanni Cecca: Da Mina a MYSS Keta, i fenomeni senza volto.

Contributi Audiovisivi e cartacei a cura del gruppo di Ricerca MEM. Agli studenti di Scienze della Comunicazione, Sieps e Scopsi si attribuiscono 0.25 cfu.

Ore 18.00 | Mixmarket records | Ingresso libero

dj set Lillo – Mars Marcello

➩ ore 18.00 | @Exp Records | Ingresso libero

dj set Gianluca De Medio – Franz Tenerelli

ORE 20.00 | Kabuki – Ingresso libero

Daft Punk Night | Bari Music Week

Serata dedicata al duo francese con proiezione del film “Interstella 555” basato sull’album Discovery, talk di approfondimento a cura di Michele Casella (giornalista, direttore Loop Festival), interviene Pierpaolo Guaragno ( New Record store)). Selezioni musicali tematiche di LILLO ©™ Proposta gastronomica a cura di Rù Peruano.

GIOVEDì 31 OTTOBRE

ORE 11.00 | Urban Center (Ex caserma Rossani)| Ingresso libero

Conferenza “Cyberestetica” | Bari Music Week

Presentazione del progetto M.U.S.I.C.A. a cura di Annalisa Turi (Knowledge transfer manager Balab – UNIBA).
A seguire la conferenza “Cyberestetica: nuove mappe per future geografie” con Antonio Rollo (Docente dell’ Accademia di belle arti di Bari di Bari, artista e teorico dei nuovi media), e Francesco Scagliola (Docente del Conservatorio di Musica Niccolò Piccinni di Bari, compositore e artista multimediale).

➩ ore 18.00 | Mixmarket records -| Ingresso libero

dj set Gang of 45 ( Piero Rosiello – Francesco Caiaffa)

ORE 21.30 | Teatro Kismet O.Pera | Ingresso a pagamento

In collaborazione con Ubique Concerti

Scarda in concerto, dj A.Fiorito, dj Kosmiko | Bari Music Week

in collaborazione con Soul Club
dj set di Andrea Fiorito, Kosmiko , Gianpiero (Soul Solution)

VENERDI 1 NOVEMBRE

Ore 18 | Caffè D’Arte | Ingresso gratuito

Concerto di Ludovica Rausa (voce) e Pippo Lombardo (piano)

SABATO 2 NOVEMBRE

➩ ore 18.00 | Mixmarket records | Ingresso libero

Ode meets Mixmarket records – Tomy – Valentino Dj – Giorgio Di Natale

➩ ore 18.00 | @Exp Records | Ingresso libero

dj set Lillo – Antonio Susca

➨ ore 19.00 | Sparano Luxury Suite, Ingresso gratuito su lista.

Aperitivo in terrazza con selezioni musicali a cura di Andrea Fiorito, Innocent Soul, Hylem

_________________________
Infoline +39 329 3081762

FOLLOW US
IG: www.instagram.com/barimusicweek
FB: www.facebook.com/barimusicweek

#barimusicweek#whatafuture
_________________________

Patrocinio:
Regione puglia
Comune di Bari
Accademia di belle arti
Università degli studi di Bari
Puglia Promozione
Puglia Sounds

“Chi ha resistito, gli è fiorito il cuore” Ritorna STRADE MAESTRE 2019/2020 il nuovo lavoro di Koreja con la regia di Elena Bucci

Chi ha resistito, gli è fiorito il cuore” Ritorna STRADE MAESTRE 2019/2020 in scena HEROIDES lettere di eroine del mito dall’antichità al presente, il nuovo lavoro di Koreja con la regia di Elena Bucci, uno spettacolo al femminile per la riscrittura del testo di Ovidio – 25-27 ottobre 2019
Cantieri Teatrali Koreja

Venerdì 25 e sabato 26 ottobre ore 20.45 – domenica 27 ottobre ore 18.30 per STRADE MAESTRE i Cantieri Teatrali Koreja ospitano HEROIDES lettere di eroine del mito dall’antichità al presente lo spettacolo di Koreja realizzato in collaborazione con Le Belle Bandiere per la regia del Premio Ubu Elena Bucci. In scena: Giorgia Cocozza, Alessandra De Luca, Angela De Gaetano, Emanuela Pisicchio, Maria Rosaria Ponzetta, Andjelka Vulic. Musiche originali dal vivo Giorgio Distante

“Pensando a questo tempo turbolento, – racconta Elena Bucci – alla molteplice e viva realtà di Koreja e a questo gruppo di sei attrici creative e autentiche, tutte guidate da un forte spirito di collaborazione e ascolto, ma anche tutte molto diverse tra loro, ho pensato ad un’opera strana e avvincente di Ovidio, nella quale potessimo immergerci con curiosità e libertà, misurandoci con quello sguardo verso il passato che ispira e illumina il presente nei momenti di cambiamento e trasformazione, sia che si tratti di un passato biografico che della cultura e della storia dell’umanità […] ho voluto, pur esercitando uno sguardo piuttosto implacabile e minuzioso, che ogni attrice si misurasse anche come autrice, affrontando la riscrittura del testo di Ovidio e una serie di proposte di improvvisazione e creazione. Abbiamo realizzato, così, una drammaturgia a più strati, dove i linguaggi si mescolano e si arricchiscono l’un l’altro passando dal dialetto all’italiano, da lingue straniere dal suono affascinante all’universale linguaggio del corpo e dei suoni. Trattandosi di un’opera in musica, abbiamo ritrovato canti antichi che risvegliassero la sensazione del legame con la terra dove si nasce per allargare poi lo sguardo al mondo intero e abbiamo intrecciato le parole e le azioni alle musiche del poliedrico e generoso Giorgio Distante, che, unico uomo in scena, sempre in ascolto, è diventato profondamente partecipe alla creazione. Immergendoci in un viaggio nel tempo e nello spazio verso la tragedia antica e il mito, passando attraverso i documenti, le statue, i dipinti, i suoni, i personaggi, le storie, abbiamo cercato di riportare al presente quei frammenti che potessero diventare memoria di tutti”

Ovidio immagina le eroine del mito intente a scrivere una lettera ai loro uomini, narrando di amore, abbandoni, tradimenti. Per la prima volta nella storia della letteratura siamo di fronte ad un romanzo epistolare dove le donne indirizzano il loro messaggio al silenzio e all’assenza dell’altro.

La voce del poeta si intreccia alla loro per raccontare l’intero mito, ma anche per rivolgere una luce speciale e spesso ironica sul destino delle donne, sulle loro ingiuste sofferenze, sulle loro qualità spesso ignorate, disilluse, sprecate. Lo fa con l’ironia dell’intelligenza e della creazione, la stessa che ha sorretto molte donne nel loro cammino, la stessa che fa degli artisti creature senza sesso e identità, votate a creare e a reinterpretare le storie e i personaggi più diversi senza giudicare, ma cercando di comprendere. Seguendo il luminoso esempio di Ovidio che si fa medium di un coro spesso ammutolito dalla storia, diamo voce e corpo ad alcune eroine del mito, più o meno famose come Fillide, Enone, Arianna, Canace, Fedra e Medea. Sono ironiche e tragiche allo stesso tempo, proprio come è la vita, sono le nutrici, le corifee, le amiche, le sorelle, le madri, le nonne, le zie e commentano, partecipano, cadono in contraddizione, giudicano, si ricredono, si commuovono, cambiano.

SUONA – RACCONTA – CONNETTE DOMENICA 27 OTTOBRE 2019 NUOVO APPUNTAMENTO CON L’ELETTRONICA DI MUSIC PLATFORM

IN ESCLUSIVA su fb/music.platform.it/  dalle 15 domenica 27 ottobre “Suona – Racconta – Connette” il nuovo appuntamento con l’elettronica di Music Platform

Domenica 27 ottobre Music Platform presenta la diciottesima puntata del suo web tour. Tra scorci mozzafiato e narrazioni inedite, un musicista darà vita a un secret set trasmesso in esclusiva sui social dei progetto. In palio anche una mistery box. Dalle 15 su fb/music.platform.it/  

Nuovo appuntamento per Music Platform, un progetto che unisce musica elettronica e audiovisivoDomenica 27 ottobre il collettivo presenta alle 15 la nuova puntata del format, svelando così il mistero sulla città in cui fa tappa il suo web tour itinerante e il musicista invitato a dare vita alla performance: una vera e propria epifania sonora, un potente cortocircuito multisensoriale tra immediatezza delle arti elettroniche e scenario naturale.

Music Platform suona, racconta, connette: è un progetto attivo dal 2016 che utilizza i linguaggi della musica elettronica e della narrazione audiovisiva. Le sue strade viaggiano nella dimensione digitale. Corre veloce su smartphone e laptop ma il suo campo d’azione è tutt’altro che virtuale. In tre anni di attività Music Platform ha macinato chilometri, mappando e documentando ben 17 città dal Sud al Nord della Puglia, con un lavoro di scouting che va ben oltre la registrazione di un live ambientato in una cornice scenografia. Se da un lato racconta il paesaggio in cui sono ambientati i set puntando l’attenzione su spazi poco noto o inaccessibili, dall’altro Music Platform porta avanti un lavoro di ricerca a cadenza bimestrale sull’underground musicale con incursioni sulla scena nazionale e internazionale. 

Ad ogni puntata Music Platform invita un musicista a trasformare l’immaginario dei luoghi in cui è ambientata la performance. In tre stagioni ha ospitato musicisti e dj del calibro di Aubrey, Rudan, N-Zino, Gabriele Poso, Don Pasta, Simone Gatto, per citarne alcuni, raccogliendo migliaia di visualizzazioni in poche ore dalla condivisione. Per diffondere la cultura del clubbing e accorciare le distanze tra i pubblici, i social rappresentano per Music Platform la dimensione ideale: permettono una fruizione immediata e contemporanea dell’evento e invitano la web community ad unirsi in qualsiasi momento all’ascolto del secret set, indipendentemente dalla geolocalizzazione dell’utente. Music Platform è anche un prezioso archivio digitale: sul suo canale YouTube sono disponibili tutte le puntate e le sonorizzazioni, insieme alle pillole di Inside History e ai dietro le quinte delle puntate. Su facebook si concentrano invece le gallery delle esplorazioni fotografiche delle città e i reportage dei secret set. 

Domenica 27 ottobre nuovo appuntamento della stagione 2019: dalle 15 una sonorizzazione esclusiva guida la digital community in un viaggio musicale immersivo e vibrante che si accompagna anche ad un contest con in palio una mistery box.

Info: music.platform2016@gmail.com; fb/music.platform.it/

BIO

Music Platform è un progetto culturale attivo in Puglia dal 2016. Narrazione territoriale, musica elettronica, live performance e paesaggio culturale rappresentano le anime di questo format itinerante, specializzato nella produzione di documentari. Music Platform invita artisti della scena nazionale e internazionale a interagire con paesaggi naturali e luoghi spesso inaccessibili al pubblico per creare nuove narrazioni, fruibili attraverso la rete. La sua comunità è soprattutto virtuale: corre rapida sui social e sulle piattaforme digitali che accolgono l’archivio delle sue produzioni culturali. Oltre ai live set, ai corti e lungometraggi, Music Platform si esprime attraverso la fotografia e la comunicazione innovativa dei saperi storici. È anche il nome del collettivo formato da giovani professionisti provenienti dal mondo della musica e del club culture. 

CONTATTI 

cell.: 3270980683

email: music.platform2016@gmail.com 

fb: fb/music.platform.it/ 

IG: musicplatforminsideterritory

hashtag: #musicplatform

CORSI GRATUITI NEL SETTORE SPETTACOLO, cosa aspetti!

Se il tuo sogno è lavorare nel mondo dello spettacolo questa è l’occasione formativa che fa per te! 

Unisco e Teatri di Bari propongono due corsi gratuiti, finanziati dalla Regione Puglia,per i candidati che presentano i requisiti descritti di seguito e che superano le selezioni previste. 

Chi desidera intraprendere la carriera artistica di AIUTO REGISTA o di ATTORE avrà l’opportunità di imparare il mestiere stando a stretto contatto con le eccellenze pugliesi del settore, del calibro di Teresa Ludovico e Pippo Mezzapesa, e di lavorare nelle realtà più importanti e dinamiche del nostro territorio, come il Kismet, Oz Film e il teatro Crest e molte altre. Inoltre, per alcuni allievi è previsto un periodo di stage all’estero.

PARTNER DI PROGETTO

I progetti formativi proposti sono realizzati dai due partner in RTS: Unisco e Teatri di Bari. La ragione di tale unione sta nell’expertise e nel know how di entrambi i soggetti.


Unisco vanta un’esperienza decennale nella realizzazione di percorsi di formazione complessi, finalizzati all’inserimento lavorativo, e ha già lavorato alla realizzazione di corsi nell’ambito dello spettacolo, come il corso di formazione professionale per Burattinaio (Puparo) e il percorso di Alta Formazione in “Manager degli eventi dello spettacolo” realizzato in partnership con Teatro Pubblico Pugliese.


Teatri di Bari è una collaborazione organica tra due strutture teatrali consolidate sul territorio, il Kismet e l’Abeliano, che hanno dato vita al Consorzio Teatri di Bari e che, insieme a Coema, è riconosciuto dalla Commissione consultiva per la prosa del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo come TRIC – Teatro di Rilevante Interesse Culturale. Mettendo insieme queste due realtà, prima indipendenti, hanno voluto prendere il meglio della vocazione culturale di ciascuna struttura e condividere l’obiettivo di rigenerarsi nel dialogo con le nuove generazioni di artisti e compagnie pugliesi.


Accanto a questi soggetti, sono stati individuati e coinvolti dei partner di rete altamente rappresentativi del territorio regionale e specifici per ogni percorso formativo (per maggiori dettagli vai sul paragrafo “Partner di rete” presente in ognuna delle pagine dei progetti “Aiuto Regista” e “Spazio Scenico”). 

DESTINATARI E REQUISITI

Ciascuno dei due corsi proposti può accogliere un numero minimo di 8 allievi e massimo di 20, che possono accedere alle selezioni se in possesso dei seguenti requisiti:

  • assolvimento del diritto-dovere all’istruzione e alla formazione o relativo proscioglimento;
  • fino a 35 anni di età;
  • stato di disoccupazione o inattività;
  • residenza o domicilio in un comune della regione Puglia.

Inoltre, secondo gli standard formativi delle figure professionali, i candidati dovranno essere in possesso di:  

  • Titolo di istruzione secondaria superiore

oppure

  • Almeno tre anni di esperienza lavorativa nell’attività professionale di riferimento.

BENEFITS

  • Entrambi i percorsi formativi sono gratuiti per i beneficiari in possesso dei requisiti descritti e    risultati idonei in fase di selezioni.
  • Stage garantito in Italia o all’estero.
  • Indennità fino a un massimo di 600 euro.
  • Qualifica professionale rilasciata dalla Regione Puglia previo superamento dell’esame finale, valida sull’intero territorio nazionale ed europeo e come titolo di ammissione ai pubblici concorsi.
  • Rimborso spese mezzi pubblici.
  • Materiale didattico e di cancelleria.
  • Lectio magistralis con docenti di fama nazionale.

SELEZIONI

Per partecipare a uno dei due corsi ogni candidato dovrà:

  1. possedere i requisiti di ammissione richiesti;
  2. superare un test scritto di cultura generale;
  3. sostenere un colloquio o un provino.

Ciascun potenziale candidato può partecipare alle selezioni per entrambi i percorsi formativi proposti. In caso di superamento di entrambe le selezioni, ogni destinatario potrà partecipare ad uno solo dei due corsi.

Preziosa è la collaborazione in fase di selezione del partner di progetto AGIS Puglia (Associazione Generale italiana dello Spettacolo).

>> La domanda di partecipazione alle prove di selezione dovrà pervenire tassativamente le ore 13:00 del 24 OTTOBRE 2019 <<

>> Scarica qui il bando/regolamento per partecipare ai corsi.

COME ISCRIVERSI

In fondo alla pagina, nella sezione Download, e nelle pagine dedicate ai singoli corsi puoi scaricare la modulistica necessaria per procedere con l’iscrizione alle prove di selezione. La domanda di partecipazione alle selezioni (o le domande, se si desidera partecipare alle prove per entrambi i corsi), una volta compilata, dovrà essere presentata ENTRO LE ORE 13:00 DEL 24 OTTOBRE 2019 nelle seguenti modalità:

  • con raccomandata a mano presso la sede di UNISCO – Via Niccolò Piccinni, 24 – Bari – dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00;
  • con raccomandata con avviso di ricevimento da inviare a UNISCO Network per lo Sviluppo Locale – Via Niccolò Piccinni, 24 – 70122 – Bari. A tal fine non fa fede il timbro a data dell’ufficio postale di spedizione, pertanto saranno escluse le domande di iscrizione che, pur spedite a mezzo raccomandata a.r., non pervengano entro il termine su indicato.
  • tramite PEC (Posta Elettronica Certificata) al seguente indirizzo unisco@registerpec.it, specificando all’oggetto “Avviso 5 – (corsi scelti) – DOMANDA – (nome/cognome)”. Si precisa che la validità legale di tale invio equiparato ad una raccomandata a/r, così come stabilito dalla normativa vigente DPR n.68 dell’11.02.2005, è subordinata all’utilizzo da parte del candidato di personale casella di posta elettronica certificata (PEC). Non sarà ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata alla PEC indicata. La domanda, debitamente sottoscritta, gli allegati e la fotocopia di documento valido d’identità dovranno essere inviati in formato PDF.

L’ente si riserva di richiedere ai candidati ogni documentazione utile a comprovare il proprio status. 

Le date di svolgimento delle selezioni, la sede e gli esiti delle stesse, saranno pubblicate, con valore di notifica, sul sito di UNISCO. In caso di rinuncia si procederà allo scorrimento delle graduatorie.

I CORSI

DOWNLOAD

>> [PDF] AIUTO REGISTA – Scarica e sottoscrivi la domanda di partecipazione alle prove di selezione.

 >> [WORD] AIUTO REGISTA – Scarica e sottoscrivi la domanda di partecipazione alle prove di selezione.

 >> [PDF] SPAZIO SCENICO – Scarica e sottoscrivi la domanda di partecipazione alle prove di selezione.

>> [WORD] SPAZIO SCENICO – Scarica e sottoscrivi la domanda di partecipazione alle prove di selezione.

>> Scarica il bando/regolamento per partecipare ai corsi.

LETTORI PER L’AFRICA: MARATONA DI Lettura CON RACCOLTA FONDI IN FAVORE DELLE AZIONI DI VOLONTARIATO AM.LIB. IN CONGO

Giovedì 17 Novembre alle ore 19:00, presso la Libreria del Teatro di Bitonto, si terrà una pubblica lettura di testi e poesia sull’Africa, una maratona di lettura su testi che abbiano come tema l’Africa, in cui il pubblico è protagonista ed in cui ognuno potrà portare un libro proprio, oppure acquistarne uno in libreria, per leggere riflettere e discuterne insieme.

L’iniziativa, lanciata dalla concittadina Antonella Stellacci e recepita dall’associazione culturale “Cenacolo dei Poeti” e dal “Circolo dei Lettori della Libreria”, mira a promuovere la campagna di raccolta fondi in favore di AM.LIB. (Comunità Amore e libertà Onlus di Don Matteo Galloni) attiva in Congo dove l’organizzatrice ha fatto esperienza di volontariato.

La raccolta fondi sarà effettuata attraverso sms solidali al numero 45589. Il Cenacolo dei Poeti e il Circolo dei Lettori lanciano un appello a tutti i poeti e i lettori volenterosi a partecipare all’iniziativa.

Per info cenacolo.dei.poeti@gmail.com – tel. 3935389310 (Nicola).

“DI VOCE IN VOCE”: XI edizione del festival metropolitano al teatro traetta di bitonto

Prende il via la XI edizione del festival metropolitano “Di Voce in Voce”

Tre giorni di musica al Teatro “Traetta” di Bitonto

BITONTO, 7 ottobre 2019 – Prende il via il cartellone della XI edizione del Festival MetropolitanoDi Voce in Voce” che proporrà sei concerti di pregio all’interno del Teatro “Tommaso Traetta” di Bitonto ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. La kermesse è realizzata con il sostegno della Regione Puglia, del Comune di Bitonto, della Fondazione Nikolaos,  e della COAR (Cooperativa artisti).

La nuova stagione si propone di approfondire l’omaggio alla millenaria tradizione d’autore e popolare del Mediterraneo. «la storia non smetterà mai di insegnarci il futuro attraverso l’arte e l’esercizio del pensiero critico», dichiara il direttore artistico Giuseppe De Trizio.

Venerdì 11 ottobre, con inizio alle 20.00, inaugurerà il festival  il Trio “Real…mente Napoli”, (Tommaso Chimenti, voce; Michele Libraro, chitarra Classica, Luciano Damiani, Mandolino) con un concerto di amoaggio alla canzone classica napoletana. A seguire ospiteremo, in esclusiva regionale, lo spettacolo “Il deserto e la neve” dedicato alla storia vera di una coppia di giovani arabi emigrati al nord Italia, un racconto accorato di Pace e intercultura, disteso sulle composizioni del contrabbassista La Manna, dell’oud di La Volpe, delle percussioni di Savoretti e delle corde di Bolognese

Sabato 12 ottobre, invece, saranno di scena due concerti intriganti: il set in solo del virtuoso cantante e organettista salentino Claudio Prima con il suo accorato percorso “Dentro la città” cadenzato da scorribande sonore raffinate e il nuovo progetto del cantante e flautista toscano  Enrico Fink che ci condurrà attraverso i suoni e le scorribande dei suoi “I Canti de Scola”, monografia musicale che evoca la tradizione ebraica italiana.

Domenica 13 ottobre, propone l’omaggio alla cultura e alla musica del 1968 a cura dell’attrice romana Chiara Casarico, attraverso un intenso viaggio nell’Italia che cambiava, tra musica e memorie di 50 anni fa. Prestigiosa sarà la chiusura del festival affidata ai padroni di casa Radicanto che presenteranno il nuovo spettacolo e il nuovo cd intitolati “Le Indie di Quaggiù” : un viaggio attraverso la millenaria tradizione musicale del meridione d’Italia, autentico bacino delle musiche del Mediterraneo.

Il festival

Da undici anni il festival “Di Voce in Voce”, organizzato e diretto dall’associazione culturale Radicanto, punta a riscoprire i contatti e i confini che si snodano attraverso le regioni pan-mediterranee in un percorso affascinante e diacronico, unite da un vento che sa parlarci di tradizione e innovazione, di continuità e modernità, dalla musica antica alla tradizione meridionale, dal canto a distesa alla polifonia pugliese, dai ritmi cadenzati agli spigoli dei tempi balcanici.

Il commento del direttore artistico Giuseppe De Trizio

Dal 2006 abbiamo allargato i confini del festival con uno sguardo attento all’avvento della città metropolitana forti del sodalizio ispirato dall’ assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia tra i Radicanto e la città di Bitonto, per volontà del Sindaco Abbaticchio e dell’assessore Rocco Mangini. Durante il festival, che nel Teatro “Traetta” ha trovato la sua “casa” ideale, sarà proposto un vero e proprio viaggio musicale per il nostro territorio. L’acustica impeccabile, il fascino della storia e il grande calore del pubblico, sono il viatico migliore per la nostra musica.

La storia non smetterà mai di insegnarci il futuro. La voce e le narrazioni della nostra terra sono il vettore di un racconto che non ha fine. La produzione artistica d’autore e popolare, la sperimentazione e l’improvvisazione sanno tenere insieme generi musicali di confine, uniscono artisti e spettatori in un viaggio affascinante e carico di suggestioni. Quest’anno sul palco di “Di Voce in Voce” si alterneranno alcune tra le più belle voci che abbiamo in Puglia al fianco di musicisti di spessore nazionale ed internazionale. La dimensione acustica dei concerti restituirà autenticità alle performance rinnovando la volontà di proporre musica originale e rielaborata con grande eleganza.

PROGRAMMA

  • VENERDI’ 11 OTTOBRE 2019 ore 20.00 TEATRO “TRAETTA” – BITONTO

LIBRARO, DAMIANI, CHIMENTI “REAL…MENTE NAPOLI” (Omaggio alla Canzone Napoletana)

LA MANNA, SAVORETTI, BOLOGNESE, LA VOLPE “IL DESERTO E LA NEVE”

  • SABATO 12 OTTOBRE 2019 ore 20.00 TEATRO “TRAETTA” – BITONTO

CLAUDIO PRIMA “DENTRO LA CITTA’”

ENRICO FINK “I CANTI DE SCOLA”

  • DOMENICA 13 OTTOBRE 2019 ore 19.00 TEATRO TRAETTA BITONTO

          CHIARA CASARICO “MA CHE COLPA ABBIAMO NOI” (omaggio al ’68)

         RADICANTO “LE INDIE DI QUAGGIU’”

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti

“andate tutti affanculo”: gli zen circus alla feltrinelli di bari

Lunedi 16 settembre alle 18,30 presso la Feltrinelli di Bari, Carlo Chicco condurrà la presentazione di “Andate tutti affanculo“, primo libro anti – biografico della band toscana Zen Circus. Il loro primo romanzo scritto dalla band insieme all’autore Marco Amerighi, uscito il 10 settembre per Mondadori.

«Ce la faremo o la vita ci prenderà di nuovo a schiaffi rispedendoci da dove siamo partiti?»

Questo è un romanzo anti-biografico. Appino, Ufo e Karim – voce, chitarra, basso e batteria degli Zen Circus – prestano i nomi e la vita a una storia che potrebbe essere una delle loro canzoni. Realtà e finzione si rincorrono in questo rocambolesco romanzo che racconta la nascita di una famiglia disfunzionale, quella di un gruppo di ragazzi che attraverso la musica cercano di definire se stessi, e la generazione di vecchi senza esperienza dalla quale vogliono fuggire.

Dal primo concerto durante un’occupazione scolastica al primo tour, fatto di viaggi in camper e notti sotto le stelle a smaltire le sbronze; dalle canzoni scribacchiate durante le seghe da scuola al primo album vero e proprio; dai primi innamoramenti ai primi scottanti abbandoni; dalle prime amicizie fraterne alle bugie capaci di farle vacillare.

Sullo sfondo di questa storia di prime volte ci sono un’Italia a cavallo fra due millenni – gli anni Novanta del berlusconismo e delle controculture, gli anni Zero del G8 di Genova e dell’11 settembre – e una provincia che, con i suoi lavori mal pagati, le sue famiglie scoppiate e le sue “ragazze eroina”, crea dipendenza, frustrazione e rabbia. Ma anche un amore cieco e disperato per la libertà.

rigenera smart city festival 2019

Rigenera SmART City Festival 6/8 Palo del Colle

Rigenera SmART City Festival delle periferie giunge quest’anno alla sua quinta edizione.
Dal 6 all’8 settembre A Palo del Colle;  arte, musica, concerti, incontri, dibattiti, eventi gratuiti per contribuire a rendere visibile tutto il potere creativo delle periferie urbane

Il  festival vedrà la partecipazione del summer tour 2019 di Carmen Consoli
La grande cantautrice sarà accompagnata da una formazione unplugged composta da una band di strumenti elettrici, con chitarra (Massimo Roccaforte), basso (Luciana Luccini) e batteria (Antonio Marra).  Un concerto speciale, durante il quale Carmen porterà al pubblico le due anime che l’hanno accompagnata nel corso della sua ventennale carriera e che, alternandosi in lei con grande naturalezza, hanno sempre lasciato il segno

Ma gli ospiti sono tanti come i salentini La Municipal (6/9) o come nella serata conclusiva dedicata al rap dell’8,  con Franco126 (Stanza Singola tour) e Ensi (Clash tour)

Il programma completo e costantemente aggiornate è sul sito www.rigenerasmartcity.it