Archivi tag: puglia

Le notizie di oggi di RKO News

NOTIZIE NAZIONALI

Non stiamo facendo più tamponi, perché?

Purtroppo, uno dei problemi della gestione del COVID-19 in Italia è proprio il numero dei tamponi fatti sui pazienti che manifestano i sintomi della malattia. Infatti, questo numero non rispetta le raccomandazioni italiane e internazionali ed è considerato insufficiente dagli esperti.

In Lombardia la norma voleva che i tamponi venissero fatti a tutti i pazienti sintomatici, cioè quelli che ne avevano più bisogno. In realtà il Ministero della Salute e l’Istituto Nazionale della Sanità raccomandavano di fare il test a tutti i pazienti che presentavano sintomi sospetti. Quello che è successo in Italia è che i tamponi venivano fatti solo ai pazienti così gravi da richiedere il ricovero in ospedale e ai sospetti meno gravi il tampone non è stato fatto.

Uno dei motivi per cui questo accade è che i laboratori sono pieni e non riescono ad analizzare in tempo un numero di campioni così elevato. Dunque, è per questo motivo che i tamponi vengono fatti ai pazienti che rientrano in categorie prioritarie, come ad esempio quelli ricoverati, gli operatori sanitari a rischio e i pazienti più fragili.

ESTERO

La Cina si ferma a ricordare le vittime del Coronavirus

Ci sono stati 3 minuti di silenzio in tutta la Cina, che si è fermata a ricordare le vittime del CoronaVirus. Nell’aria sono risuonate sirene e clacson di auto. Il presidente Xi Jinping e i vertici di Partito comunista e governo, tutti con un fiore bianco sul petto, hanno tenuto una cerimonia alla Zhongnanhai, compound di Pechino della leadership, sostando in raccoglimento davanti alla bandiera nazionale cinese a mezz’asta.

Nuovo triste record degli Usa

Le vittime da coronavirus in 24 ore sono state 1.480.

In totale i decessi da quando si è diffusa la pandemia nel Paese sono 7.406

Brasile: i morti sono maggiori di quelli dichiarati

In molti già lo pensavano, il governo stava cominciando ad ammetterlo ma sono le fotografie del più grande cimitero di San Paolo a togliere ogni dubbio. Secondo il governo infatti i morti per CV in Brasile sono meno di 300, ma in realtà i morti sarebbero molti più di quelli confermati. Nelle fotografie infatti si vedono file di fosse scavate nel terreno che aspettano solo di essere riempite.

Il Brasile è il paese dell’America Latina con il maggior numero di casi confermati di infezione da coronavirus, ma finora il presidente del paese Jair Bolsonaro si è opposto a introdurre rigide misure di contenimento del contagio. Chiaramente la motivazione è che il loro effetto sull’economia farebbe più danni del virus.

PUGLIA

Eccomi Puglia, Uniti contro il Covid19

Questa la campagna a sostegno del sistema sanitario pugliese, avviata da Regione Puglia e Protezione civile regionale.

Bianca Guaccero, Giuliano Sangiorgi, Michele Riondino, Ermal Meta e Mietta sono alcuni dei testimonial d’eccezione che hanno aderito a “Eccomi Puglia”.

Questo è anche un invito a donare per sostenere il nostro sistema sanitario e di protezione civile, per sostenere i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari, per rafforzare le terapie intensive e per garantire la sicurezza del personale medico e paramedico nello svolgimento del loro lavoro.

Per donare:

IBAN:  IT51 C030 6904 0131 0000 0046 029

SWIFT / BIC CODE: BCITITMM

Intestato a REGIONE PUGLIA

Causale DONAZIONI CORONAVIRUS REGIONE PUGLIA

RKO News – aggiornamento del 10 marzo 2020 alle ore 15:00

Dopo l’estensione a tutta Italia delle misure di contenimento del Coronavirus previste dal Decreto dell’8 marzo inizialmente previste solo per la zona rossa, dopo la morte del consigliere comunale di Piacenza Nello Pavesi a causa di alcune complicanze legate al Covid-19, arriva questa mattina la richiesta da parte del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, di un incontro con il Governo per imporre misure ancora più stringenti, al fine di rallentare la diffusione dell’epidemia. Le eventuali decisioni derivanti dall’incontro, con ogni probabilità, saranno applicate a tutto il territorio nazionale. Le nuove misure potrebbero prevedere la chiusura dei negozi, lo stop dei trasporti e delle attività produttive.

Questo avviene mentre si sta tenendo il vertice tra Governo ed opposizioni. I dati riportati sono forniti dal Ministero della Salute e sono fermi a ieri sera alle 18:00:

Dei 9172 i casi totali le persone attualmente positive sono 7985, 463 deceduti e 724 guariti.

In Puglia intanto si è registrato oggi un altro decesso. La paziente di 88 anni era ricoverata dal 4 febbraio nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce. Originaria di Copertino, aveva altre patologie ed era cardiopatica. Secondo una prima ricostruzione della catena del contagio, l’ottantottenne potrebbe aver contratto il virus dal medico anestesista di Copertino, risultato positivo al Covid-19.

L’ultimo bollettino regionale registra una crescita dei casi positivi al Coronavirus. Dai 44 di domenica si passa a 56 contagiati, con 12 casi in più. Quattro di questi sono in provincia di Foggia, due in provincia di Brindisi e sei in provincia di Bari.

La Regione Puglia ha aumentato il numero di posti letto in terapia intensiva e rianimazione, in attesa del picco stimato per la fine di questo mese, portandoli da 60 a 209. Il piano per la gestione dei posti letto è coordinato dal capo del dipartimento regionale Salute, Vito Montanaro, e supervisionato da Pietro Luigi Lopalco, l’esperto internazionale di epidemiologia chiamato dal governatore Emiliano per rafforzare la task force. Il piano di emergenza non impatterà sulla normale operatività della rete di emergenza- urgenza. In più, al netto delle terapie intensive, l’assistenza ai pazienti affetti da Coronavirus potrà contare su 680 posti letto disponibili nel nuovo Dea di Lecce, nell’ospedale di Copertino e nella struttura ecclesiastica Miulli ad Acquaviva delle Fonti.

Aumentare i posti letto è una misura utile e non sufficiente poiché ogni posto letto per essere efficiente dovrà possedere tutte le dotazioni necessarie. Prima esigenza è quella di reperire i ventilatori, indispensabili al superamento delle crisi respiratorie. CONSIP, Centrale Acquisti della Pubblica Amministrazione ha giudicato la prima procedura d’urgenza per la fornitura di ventilatori, dispositivi medici per la terapia intensiva e sub-intensiva, di dispositivi e servizi connessi. La gara è stata pubblicata e giudicata in 5 giorni e permetterà di dotare 5mla posti letto di terapia intensiva.

Altra notizia di oggi è che un’azienda italiana ha messo a punto un nuovo test rapido di Coronavirus che consentirà di avere il responso in un’ora contro le 5-7 ore previste attualmente. Sarà reso disponibile allo Spallanzani di Roma ed al San Matteo di Pavia. 

Nelle carceri sembra essersi tranquillizzata la situazione, ma si registrano altri 3 decessi a Rieti dopo le rivolte di ieri. Il Penitenziario parla di overdose dopo il saccheggio dell’infermeria. 

Per quanto concerne le misure di sostegno economico il Governo, con il Ministro Patuanelli  si prepara a varare un documento che preveda la sospensione di tasse e bollette

Streaming alle 19: Talk con Dj Argento per la rassegna MIcrosolchi al BPlab

Microsolchi, il format ideato dai nostri Giuan e Skid (Rappercut) con Hip Hopera Foundation e Nino Loseto, per BP Lab di Bari, ospita alcuni dei protagonisti della scena Hip Hop pugliese che hanno realizzato progetti di livello nazionale ed internazionale.

RKO trasmette il talk oggi, 2 febbraio 2020, alle 19:00, per uno speciale di Rappercut, disponibile poi anche ne Le interviste di RKO

Ospite dell’ultimo appuntamento, domenica scorsa, 26 gennaio 2020, il dj e producer barese Dj Argento, col quale abbiamo parlato della sua formazione personale e artistica che passa attraverso la scoperta di suoni, che esprimono emozioni e le trasmettono. Abbiamo parlato di colonne sonore legate al cinema horror, di arte visiva, scultura, pittura, di rap e di rock, di Hip Hop e turntablism. Ma anche di scoperte passate e presenti, di paternità e progetti realizzati. Tanti gli spunti di riflessione e confronto, di divertimento e risate che abbiamo raccolto per poterli condividere con tutti voi.

La serata – Cultura Hip Hop e Parkour.

Domenica 26 gennaio BP Lab si è trasformato in un laboratorio di sperimentazione di culture urbane. Free play, contest e djset, dalle 17 alle 2 di notte.

h 17.00
Jump in Lab | Parkour Free Play
Libertà di movimento, sport e arte che si fondono, limiti che si superano. Parkour in tutta la sua libera espressione.

h 20.00
Jump in Lab | Parkour Contest
Una competizione amichevole in cui i partecipanti si sfidano nel compiere movimenti acrobatici puramente creativi.

h 21.00
Microsolchi | Dj Argento talk by Hip Hopera Foundation
La musica vera, quella autentica ed originale può essere recuperata, modellata e trasformata, ricollocandone i suoni in un contesto potente che lasci il segno e reinventi tutto. Dj Argento ci spiega come produrre musica nuova, celebrando quella che ci ha accompagnati per tutta la vita. La serata si conclude con un djset. Conducono Gigi Skid Molinari e Giovanni Giuan Petruzzelli (Hip Hopera Foundation)

Prossimo evento per la rassegna MIcrosolchi:

Il 23 febbraio 3° appuntamento per Microsolchi, talk dedicato a storie personali legate alla Cultura Hip Hop. Ospite Giuseppe Slep Naglieri.

Cultura Hip Hop, dalla scoperta all’approfondimento attraverso i dischi che hanno segnato la formazione artistica di alcuni dei più autorevoli esponenti della scena locale.  Ospite Giuseppe Slep Naglieri. Il Breaking che trasforma l’attitudine in stile, la competizione in sfida, per crescere affrontando i propri limiti e una ritmica nascosta nella melodia in ragione per continuare a ballare. Presentano Skid e Giuan (Hip Hopera Foundation).

AREZZO WAVE BAND 2020 Il tuo pass per l’Italia, l’Europa, il mondo Iscrizione gratuita online, aperto a tutti i generi musicali

Clicca qui per accedere alla pagina ufficiale di AREZZO WAVE PUGLIA

Iscriviti gratuitamente ad Arezzo Wave Band 2020 e potrai suonare nei nostri Festival amici in Italia: Collisioni – Pollino Music Festival – Metaponto Beach Festival – SMIAF San Marino e Farcisentire Festival Negli ultimi anni i nostri gruppi hanno suonato in questi Festival europei: Erosonic Groningen – MAMA Parigi – MIL Lisbona

Regolamento Arezzo Wave Band 2020

REGOLAMENTO

  1. PARTECIPANTI E DATE DI SELEZIONE

Il concorso è rivolto a tutte le band/artisti di qualsiasi genere musicale con almeno la metà dei componenti di nazionalità italiana.

Sono escluse tutte le produzioni discografiche realizzate da major o da loro etichette. Non possono partecipare i gruppi che abbiano già vinto un’edizione del concorso.

Le giurie con i Responsabili regionali selezioneranno i migliori gruppi per le selezioni live e le successive finali regionali, che si svolgeranno tra marzo e giugno 2020.

  • MODALITA’ DI ISCRIZIONE

Arezzo Wave Band è il più grande e longevo concorso per gruppi musicali emergenti italiani. Compila il form e carica online il seguente materiale:

– Biografia e foto (formato orizzontale) del gruppo/artista

– 2 brani originali attraverso il link a Youtube, Soundcloud, Vimeo, ecc. e relativi testi delle canzoni – se i brani sono in inglese allegare anche la traduzione in italiano

– Scheda tecnica del gruppo/artista

Il gruppo/artista, solo se ha i requisiti richiesti, può iscriversi anche a:

Arezzo Wave Music School: Se all’interno del gruppo vi è almeno 1 componente iscritto alle scuole medie superiori italiane e tutti gli altri componenti sono under 35, allora puoi partecipare a questa ulteriore categoria del Contest. In questo caso è sufficiente presentare anche un solo brano inedito.

Arezzo Wave Ius Soli:  Per Arezzo Wave la musica non ha frontiere!

Se all’interno della band vi è almeno un componente di seconda generazione, nato o cresciuto in Italia da genitori stranieri, puoi avere accesso anche a questa categoria del Contest. E’ sufficiente almeno un brano inedito.

  • Vuoi suonare a SudWave, lo showcase Festival dedicato ai talenti del Sud Europa?

Dal 6 al 9 novembre 2020 avrai l’occasione di essere visto da managers e direttori artistici dei più importanti Festival nazionali e internazionali. Nelle precedenti edizioni hanno partecipato a SudWave Collisioni, Concerto del Primo Maggio, Festambiente, Cous Cous Fest, Home Festival, Rockin’1000, Umbria Jazz e il Circuito KeepOn Live per i Festival italiani, Paléo Festival e Roskilde Festival per quelli europei.

  • Vuoi suonare sul palco più visto d’Italia?

Prosegue la collaborazione tra Arezzo Wave e il Concerto del Primo Maggio nella scoperta e promozione dei giovani talenti musicali. Tutti i gruppi iscritti ad Arezzo Wave Band, se vorranno, potranno iscriversi automaticamente e con un semplice click al contest ‘Primo Maggio Next’, così come i gruppi che si iscriveranno al concorso del Concerto del Primo Maggio potranno iscriversi, utilizzando lo stesso accesso, ad Arezzo Wave Band 2020.  

  • Vuoi suonare a Collisioni 2020, il Festival AgriRock più famoso al mondo?

Continua la collaborazione con Collisioni, grazie alla quale 2 gruppi di Arezzo Wave suoneranno a luglio sui loro palchi.

  • I premi di questa edizione:

• Premio Italian Festival

I migliori gruppi finalisti potranno suonare nei più importanti Festival italiani tra cui: Collisioni, Pollino Music Festival, Metaponto Beach Festival, Farcisentire Festival, Smiaf San Marino e in altri in via di definizione.

Saranno le Direzioni artistiche dei relativi Festival partner a scegliere uno o più gruppi da inserire nel proprio programma tra le 20 band vincitrici regionali.

• Premio Primo Maggio

Il 1 maggio 2020 un gruppo tra i vincitori del concorso Arezzo Wave Band si esibirà sul palco di Piazza San Giovanni a Roma durante la diretta televisiva Rai.

• Premio Arezzo Wave Music School

I migliori 3 gruppi accederanno alla finale nazionale durante la quale sarà scelto il vincitore, che avrà la possibilità di utilizzare il marchio Best Arezzo Wave Music School Band 2020 su tutto il proprio materiale promozionale per un anno.

• Premio Arezzo Wave Ius Soli

La miglior band accederà alla finale nazionale e avrà la possibilità di utilizzare il marchio Best Arezzo Wave Ius Soli Band 2020 su tutto il proprio materiale promozionale per un anno.

• Premio Arezzo Wave Contest finale nazionale

I 20 finalisti vincitori regionali suoneranno a SudWave (6-9 novembre 2020), lo showcase Festival dedicato ai talenti del Sud Europa, e avranno così l’occasione di essere visti da managers e direttori artistici dei più importanti Festival nazionali ed internazionali.

Avranno inoltre la possibilità di esibirsi sui palchi di Arezzo Wave 2020 e potranno usare il marchio Best Arezzo Wave Band 2020 della regione di provenienza su tutto il proprio materiale promozionale per un anno.

NOVITÀ 2020! Premio Music Service – Professional sound, light, video         & staging since 1988

Music Service sostiene la musica dal vivo, la musica rock e la canzone d’autore! Sconti su service audio e luci a partire dal 30% per gli artisti emergenti del circuito Arezzo Wave!

NOVITÀ 2020! A.R.I.A. di Musica e Wave Card

Una volta iscritto ad Arezzo Wave Contest 2020 scopri come migliorare il tuo talento e la tua musica…respira A.R.I.A. di Musica e chiedi la tua personale Wave Card! Entra in Arezzo Rock Italian Academy, la nostra  libera università del rock! Da quest’anno se ti iscrivi gratuitamente ad Arezzo Wave Contest entro il 22 marzo avrai una Wave Card con molte agevolazioni:

  • Sconti sui nostri prodotti (magliette, gadget  ed altre pubblicazioni). Ad esempio puoi avere la T-shirt ufficiale del Contest 2020 scontata del 50%: 10€ invece di 20€!
  • Concerti della fAWI con accessi prioritari e incontri con l’artista
  • Sconti  in hotel, attività commerciali, eventi e spazi culturali della città di Arezzo
  • Iscrizioni prioritarie e scontate ad A.R.I.A di Musica! 

A.R.I.A. di Musica sono i corsi di formazione e perfezionamento per i mestieri della filiera musicale. Potrai iscriverti ai nostri corsi usufruendo di uno sconto del 50%!

Ecco alcuni dei workshop che stiamo organizzando, pensati ad hoc per le tue esigenze; seleziona quelli che potrebbero interessarti e richiedi la tua Wave Card.

  • BOOKING: Come creare un portfolio accattivante, come scrivere email efficaci, come trovare le opportunità in Europa(network, piattaforme, bandi)
  • LA DISCOGRAFIA NEL 2020: Cd, Ep o singoli?
  • I SOCIAL MEDIA: Promuoversi con il social marketing musicale
  • VOCAL COACH E TECNICHE DI CANTO: Come curare la voce in tour (dieta, esercizi, riscaldamento voce, recupero, ecc)
  • WORKSHOP con cantanti e musicisti professionisti (masterclass e consigli mirati)
  •  FOTOGRAFIA LIVE DA PALCO
  • SCRITTURA DI UN BRANO: musiche e arrangiamento
  • AUTOPRODUZIONE E SCELTA DELL’ETICHETTA
  • I DIRITTI DA CONOSCERE DEL CONTRATTO MUSICALE
  • I TALENT TELEVISIVI E I CONCORSI LIVE: Cosa sapere per decidere se e cosa fare

I corsi si terranno ad Arezzo o in altri luoghi scelti da A.R.I.A. di Musica a partire da giugno 2020, avranno una durata di 4 o 6 ore giornaliere nei giorni festivi o prefestivi.

I corsi saranno limitati ad un massimo di 30 unità.

L’ISCRIZIONE E’ GRATUITA SCADENZA 22 MARZO 2020
CLICCA QUI E COMPILA IL FORM DI ISCRIZIONE

Per i contatti con i Responsabili Regionali vai alla sezione Network del sito su www.arezzowave.com/network/antenne-arezzo-wave-network/

Per la Puglia CARLO CHICCO – carlochiccoradio@gmail.com info@rkonair.com – 351/6776164

GIUNTO DI CARDANO ESCE OGGI IL NUOVO ALBUM “CAOS”

11 ottobre 2019 –Esce finalmente oggi il nuovo album del Giunto di Cardano.
Per il trio pugliese vincitore dell’ultimo Rock Contest di Controradio è il secondo, s’intitola “Caos” e viene pubblicato da Santeria Records. Anticipato dal video del primo singolo “Ritratto del dottor Gachet”, “Caos” è oggi disponibile sulle piattaforme di streaming e nei digital store, oltre che in formato fisico nei negozi di dischi.

CAOS
Caos” è un disco intenso, sincero, l’anima di una band che vuole mettersi a nudo ed entrare in intimità con l’ascoltatore. 13 canzoni che attraverso suoni e parole propongono una soluzione al disordine interiore.

“La realtà come perpetuo movimento vitale, eterno divenire, dove resta costante la percezione di una mancanza. Cambiano le persone, cambiano i contesti, e soprattutto cambiano i rapporti. Da qui il senso di assenza, legata alla fine di un legame, alla fine di un amore, alla perdita di una persona molto cara. Sensazioni da cui evadere attraverso la follia, il fuggire lontano, il vivere intensamente il presente e il proiettarsi di gran fretta nel futuro. Ma più l’uomo corre per sfuggire i propri demoni, più va loro incontro.”

GIUNTO DI CARDANO
Il Giunto di Cardano è una band rock pugliese attiva dal 2011.
Sin dagli esordi il trio fa della dimensione live la propria veste rappresentativa, macinando kilometri tra i principali club e festival pugliesi, condividendo il palco con artisti come I Cani , Bud Spencer Blues Explosion, a Toys Orchestra, e tanti altri.

Il 5 Gennaio 2017 il Giunto di Cardano pubblica il primo disco, “Kadima”, un concept album autoprodotto a cui segue un tour di quasi 100 date lungo tutta la Penisola, tra le quali le aperture ad alcuni concerti di The Zen Circus, Le Capre a Sonagli, Management del Dolore Post Operatorio e Paolo Benvegnù.
Nell’estate del 2017, la Rete dei Festival Italiani seleziona la band tra le migliori performance live emergenti, invitandola sul palco del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza.

Il 1 dicembre 2018, la band vince la XXX edizione del Rock Contest Controradio con un live all’Auditorium Flog di Firenze in apertura agli Offlaga Disco Pax e nella successiva estate viene selezionato per il Medimex 2019 di Taranto, come open act per gli Editors e Cigarettes After Sex.

Dopo pochi mesi, la band vince il bando Puglia Sounds Records 2019, ottenendo un finanziamento dalla Regione Puglia per la realizzazione del secondo disco, registrato presso il Blue Moon Rec Studio di Firenze con la produzione artistica di Samuele Cangi (Nothing for breakfast).

Il trio pugliese si appresta oggi a presentare il nuovo lavoro dal titolo “Caos”, in uscita l’11 ottobre 2019 per Santeria Records.

Il Locomotive su due palchi per un weekend all’insegna della musica e dei giovani talenti

Il weekend del 9, 10 e 11 agosto il Locomotive sarà a Galatina con il progetto StradeSonore e all’Acaya Golf Resort & SPA con il Locomotive JLive Tour.

7 agosto 2019.  Dopo le ultime tappe del Locomotive Jazz Festival a Cutrofiano e Brindisi, il Locomotive si sposta in due luoghi differenti per il weekend del 9, 10 e 11 agosto. Infatti, il 10 e 11 agosto a Galatina il progetto collaterale StradeSonore sarà parte integrante dell’evento Calici di Stelle, organizzato dall’Associazione Dentrolemura con il Patrocinio del Comune di Galatina, della Camera di Commercio e della Regione Puglia.

Dalle ore 20.30 fino alle ore 1.00 sarà possibile godere del tour enogastronomico di qualità che ha come protagoniste rinomate eccellenze vitivinicole pugliesi presentate dai Sommelier dell’Associazione AIS di Lecce. Durante il percorso di gusto, i talentuosi musicisti del Locomotive Giovani sonorizzeranno gli angoli splendidi del centro storico della Città, una delle più caratteristiche del territorio leccese. Infatti, il progetto StradeSonore ha come principale obiettivo quello concedersi il tempo di apprezzare la bellezza, portare il pubblico a rinunciare alla distrazione e soffermarsi nei luoghi che meritano attenzioni e cure sempre maggiori. A Galatina, quindi, ci sarà un vero e proprio viaggio di piacere tra eccellenze enogastronomiche, luoghi nascosti da riscoprire e talenti artistici del territorio formatisi all’interno del progetto Locomotive Giovani.

Intanto, dal 9 all’11 agosto la Band Residence del Locomotive Jazz Club suonerà nell’Acaya Golf Resort & SPA, per il secondo weekend consecutivo, grazie al progetto itinerante Locomotive JLive Tour, nato lo scorso maggio grazie alla collaborazione stretta tra il Locomotive Jazz Festival e JSH Hotels & Resorts, una delle più accreditate compagnie italiane di gestione alberghiera che dal 2010 gestisce un numero sempre crescente di strutture di alto livello sul territorio nazionale e non solo, indipendenti come anche a marchio internazionale.

Da circa due mesi i ragazzi della Band Residence LJC, guidati dalla Direzione Artistica di Raffaele Casarano, sono in tour tra i resort di JSH diffusi sul territorio nazionale, permettendo alla clientela di godere di spettacoli e laboratori musicali di altissima qualità.

Il Weekend dal 9, 10 e 11 agosto, l’Acaya Golf Resort & SPA, darà la possibilità a chiunque, e non solo alla propria clientela, di assistere all’aperitivo musicale del 9 agosto alle ore 19.00 e al live concert del 10 agosto alle ore 21.30. In entrambe le occasioni ci sarà l’esibizione dei Marokiki feat. Giorgia Faraone. La band è formata da Davide Chiarelli (batteria), Federico Pecoraro (basso), Andrea Rossetti (piano) e Marco Chiriatti (sax).

INFO EVENTO

La partecipazione all’evento che si svolgerà all’interno di Acaya Golf Resort & SPA è gratuito.

L’evento Calici di Stelle a Galatina ha un costo d’ingresso di € 10 previsto solo nel caso si decidesse di realizzare il percorso di degustazione, la fruizione del solo percorso musicale resta invece totalmente gratuita.

LOCOMOTIVE JAZZ FESTIVAL
info e prenotazioni: tel. 345 1089622
e-mail: info@locomotivejazzfestival.it

SOCIAL

Facebook 

Twitter

Instagram 

Yuotube 

Massimo Volume, la storia del rock italiano al MAT sabato 6 luglio

Sabato 6 luglio la band capitanata da Emidio Clementi a Terlizzi per presentare l’ultimo album “Il Nuotatore” dopo i sold out del tour invernale

Massimo Volume

Dopo lo straordinario successo di un tour invernale che ha collezionato sold out in tutta Italia i Massimo Volume, storico gruppo icona del rock indipendente italiano, tornano con una serie di date estive per presentare l’ultimo album “Il nuotatore“, uscito a febbraio per 42 Records.

Tappa pugliese a Terlizzi (BA) nel concerto promosso da MAT Laboratorio UrbanoCollettivo Zebù e GW Productions.

Negli ultimi 20 anni i Massimo Volume sono stati la colonna sonora di una generazione, un’eccezione in qualità e ricerca, un capolavoro di contenuti e raffinatezza.

La storia

Si sono formati nel 1991 a Bologna e hanno all’attivo sei dischi: Stanze (Underground records, ’93); Lungo i bordi (Wea, ’95); Da qui (Mescal, ’97); Club Privé (Mescal, ’99); la colonna sonora sonora del film Almost blue (Cecchi Gori 2001) di Alex Infascelli e il live Bologna nov. 2008 (Mescal, 2009), Cattive Abitudini (LA Tempesta, 2010), Aspettando i barbari (La Tempesta, 2013). Nel 2008 per il Museo del cinema di Torino hanno rimusicato il film La caduta di casa Usher di Jean Epstein più volte, in seguito, portato anche in tour. Dopo sei anni sono tornati con un nuovo album, il primo realizzato “in trio” dal nucleo storico della band (Egle Sommacal, Emidio Clementi, Vittoria Burattini).

Il live

A completare la line up ci saranno anche le suggestioni sonore e visive di Yfir, in apertura di concerto.

Ticket: 15 E
Biglietti disponibili al botteghino e in prevendita su Do It Yourself Ticket: http://bit.ly/massimovolumemat

Apertura cancelli: ore 21.00.
MAT Laboratorio Urbano, via Macello snc Terlizzi (BA)
www.matlaboratoriourbano.it

Music Platform Inside Domenica 23 a Castro

Dentro il Castello – suoni, visioni e live set. Domenica 23 giugno Music Platform presenta una serata evento nel Castello Aragonese di Castro, tra dibattiti, video installazioni, live set e percorsi tematici, con il coinvolgimento di 13 comuni da Nord a Sud del Tacco d’Italia. Music Platform porta in mostra il best of delle sue produzioni nelle sale del castello e sulle terrazze panoramiche, dalle 19 fino a sera, con ingresso libero fino alle 20:30. 

È un web tour itinerante, ma sa anche mettere radici. Music Platform, il format che da tre anni racconta, suona, connette il patrimonio culturale della Puglia attraverso i linguaggi del documentario e della musica elettronicaDomenica 23 giugno Music Platform approda al castello di Castro con una collezione di suoni e visioni che andranno ad abitare gli spazi del maniero aragonese con mostre fotografiche, installazioni, sonorizzazioni, live painting e set musicali. Oltre a portare il best of delle puntate, Music Platform Inside organizza un vero e proprio percorso culturale, che coinvolge ben 13 comunità e comuni, da Nord a sud del Salento, creando, tra le sale del Castello e le terrazze panoramiche, una mappa creativa del suo cammino: una Puglia in miniatura, per immagini, possibile grazie alle sinergie ed alla ricerca sul campo, portata avanti dal collettivo in tre anni di attività. 

Music Platform Inside – Inside Castello Aragonese Castro rappresenta una prova tangibile del lavoro che si cela dietro ogni puntata del format pensato per i social e seguito da migliaia di follower in tutto il mondo. Una volta all’anno Music Platform organizza una serata evento accessibile non solo attraverso i social, il cui obiettivo è quello di creare un contatto diretto con il pubblico e restituire il lavoro di ricerca che si cela nella filigrana dei suoi streaming che raggiungono più di 40mila visualizzazioni a puntata. Nella manifestazione, alla sua seconda edizione, va in scena la Puglia con i suoi paesaggi meno conosciuti, con il suo patrimonio culturale e naturale in questa serata evento realizzata in stretta collaborazione con il Comune di Castro, Coolclub e Big Sur.

Il taglio del nastro è previsto alle 19. Ad accogliere gli ospiti e i visitatori gli ideatori del progetto Music Platform, il Sindaco di Castro e il vicesindaco Alberto Capraro, lo storico Elio Corianò Cesare Liaci di Coolclub. Le loro riflessioni e presentazioni lasciano spazio alle 20.30 ai djset di Inude, Dario Lotti e Max Nocco sulla terrazza vista mare accompagnando il passaggio dal tramonto alla vista mare sotto le stelle. Tutte le stanze del castello saranno abitate dalle installazioni multimediali che coinvolgono i comuni di Muro Leccese, Nardò, Giuggianello, Otranto, Santa Cesarea, Lecce, Corigliano d’Otranto, Maglie, Scorrano, Castro, Cisternino, Lecce e Trani, accompagnate dalle sonorizzazioni degli artisti che si sono esibiti nei live set promossi da Music Platform: da Dario Lotti a Simone Gatto; da Joyfull family a Buck per poi ascoltare Rudan e Velvet Soundsystem; Max Nocco, Mirko Montana, Luca Ferrari, Andrea Mi, n-Zino, Gabriele Poso, Don Pasta e il duo Marco Cassanelli and Deckard. Al ritmo di musica, il live painting dell’illustratore Massimo Pasca. 

Castello Aragonese Castro

Dentro il Castello – suoni, visioni e live set è un viaggio multisensoriale, altamente esperienziale che coinvolge non solo le sale del maniero ma anche le terrazze impreziosite dalle luminarie della famiglia De Cagna. Qui, come in una festa popolare, sarà possibile rilassarsi alla vista di un panorama mozzafiato e visitare i mercatini di vinili e musica promossi da Salento Street Market. Non manca l’approfondimento grazie ai dibattiti e alla presenza di associazioni ed enti attivi sul territorio nel campo dell’ecologia, come Ambientalisti Anonimi di Maglie, mentre per tutta la serata la musica elettronica farà vibrare il Castello Aragonese di Castro fino a notte fonda. Per l’occasione sarà anche possibile visitare il Museo Archeologico (MAR) che custodisce la statua della dea Minerva e una ricca collezione di reperti. 

AREZZO WAVE Music Contest: Vince la Finale pugliese il coratino KAPUT BLUE

Si è tenuta sabato 25 maggio la finale pugliese per Arezzo Wave Music Contest, sul palco del Mat laboratorio urbano di Terlizzi, un conclave rovente per energia e partecipazione del pubblico.

Il contest è da sempre molto atteso ed ambito, data la possibilità di suonare nell’edizione 2019 della famosa manifestazione musicale toscana – il festival alternativo più longevo d’Italia, Arezzo Wave Love Festival – ma dallo scorso anno è ancor più bramato poiché offre al vincitore la possibilità di calcare i palchi di rinomate kermesse musicali nazionali, nonché quello maestoso ed indimenticabile del Primo Maggio di Roma.

Sono state sei le band a competere per rappresentare la Puglia nella finale nazionale, una per provincia. Fin dalle prime note le orecchie di pubblico e giuria hanno respirato una qualità artistica molto alta, sia per proposta musicale che per la sicurezza che hanno dimostrato sul palco tutte e sei le band concorrenti. Il live è stato aperto dalla suggestiva ed intensa performance dei baresi Good Moaning, per continuare poi con Turco, cantautrice tarantina dalle ritmiche elctro-pop; è stata poi la volta dalla BAT con Kaput Blue, tanto giovane anagraficamente quanto grande sul palco; a seguire gli Icebox, giovanissima band foggiana; i Respiro, una bellissima sorpresa da Lecce; per chiudere gli energici e “funkeggianti” Funketti Allucingeni da Brindisi.

La giuria

La giuria, composta  da Gaetano Camporeale, musicista e produttore discografico nonché tastierista della band di Caparezza, i musicisti e produttori Alessio Virno e Vanni Sardiello, Fabio Gesmundo, responsabile del MAT di Terlizzi e Premio Maggio, Alessandro Lonoce, giornalista, fotografo di live e direttore di Puglia Music, ha avuto più di qualche grattacapo per eleggere un solo vincitore. Il podio è stato occupato al terzo posto dai baresi Good Moaning, al secondo posto dai leccesi Respiro, mentre il gradino più alto ha accolto il coratino Kaput Blue, che ha dimostrato un importante presenza scenica, accompagnata da una proposta musicale ed artistica così curata da non aver nulla da invidiare a tante altre celebrate produzioni internazionali. Tuttavia va segnalato che le prime tre posizioni si sono discostate di un solo voto l’una dall’altra.

Una serata bellissima, impreziosita dalla presenza del grande Caparezza che non ha perso l’occasione di scoprire nuovi talenti e musica originale, il tutto commentato in diretta radiofonica su RKO www.rkonair.com da Paola Pagone e Vanni Sardiello.

Ora per Kaput Blue, ovvero Antonio Caputo, classe 1994, inizia una nuova avventura  e tante nuove opportunità lavorative in Italia e all’estero per un progetto discografico, nato nell’agosto 2017 con Uponcue e Angapp Music. Tutti gli aggiornamenti ora sono sulla pagina del festival www.arezzowave.com, sulla pagina Facebook “Arezzo Wave Puglia” e su www.rkonair.com .

Kaput Blue

Il responsabile pugliese della Fondazione Arezzo Wave, Carlo Chicco, si è tolto qualche curiosità intervistando Antonio Caputo, il vincitore di questa fortunata edizione del contest, per RKO.

L’intervista

Come è nato il progetto e quando hai progettato “Kaput Blue”, da quale background musicale arrivi?

KB: Kaput Blue nasce ad agosto 2017, quando Syncro (componente del duo di producers “Uponcue”) mi invita nel suo studio per ascoltare delle mie demo. Ho fatto un brainstorming della mia vita e l’ho intitolato “Kaput Blue”.

Nel progetto sei affiancato da due noti produttori di musica elettronica, molto noti. Come è nata la collaborazione con loro?

KB: La collaborazione con loro è stata una delle cose più naturali del mondo. “Wow, ci piaci ma.. cosa scrivi?” Ho scritto per loro quattro canzoni e ad occhi chiusi ho aspettato il tempo necessario alla produzione del concept, per capire in che panni mi vedevano. La cosa più incredibile è stata poi ascoltare i loro abiti sonori. Abiti che avrei indossato da sempre.

Una produzione importante la tua, curata nei minimi particolari, dalla musica ai video. Cosa ti ha spinto ad alzare così tanto l’asticella della qualità del tuo progetto, nella musica ma anche nella sua “estetica”? Credo ci sia un idea ed un immaginario molto forte e lo dimostri sul palco.

KB: Mettere il meglio di noi nel progetto “Kaput Blue” era una prerogativa necessaria e presente sin dai primi momenti. Posso dirti che viaggiamo oltreoceano; ci siamo sempre poco riferiti al mercato nazionale semplicemente perché ascoltiamo e destrutturiamo brani principalmente esteri. E’ stato interessante distribuire il nostro progetto ed il nostro live qui in Italia e vedere che reazioni aveva il pubblico volta per volta.

Molta personalità, padronanza sul palco che sembra esattamente il tuo habitat naturale

KB: Il palco è il mio “personal Jesus”. Ho imparato da lui da quando son piccolo. Mi son gettato in delle situazioni live che neanche immagini! (ahah) tutto questo per mettermi i bastoni fra le ruote ogni volta e capire cosa si riesce a comunicare essendo qualche metro sopra il terreno (materialmente parlando!). Fidati, è uno spettacolo eccitante vedere tutti sotto a cantare insieme.

Meglio il live con la band però!

KB: Ovvio! Il live con la band ci rassicura; loro sono il mio letto fresco in estate! Contestualmente abbiamo bisogno ognuno dell’altro per dare un live d’impatto e per dare il massimo. Ergo, concordo!

Hai vinto Arezzo Wave in Puglia, scelto tra band molto brave. Così di fatto inizia una nuova avventura, come hai vissuto questa esperienza e cosa ti aspetti ora

Sono una persona solitamente onesta quindi ti dirò: nella prima fase l’ho vissuta davvero come un gioco, una serata tra amici e per conoscere gente nuova. Appena in via del tutto inaspettata abbiamo sentito “Kaput Blue vincitore” le cose sono un po’ cambiate e ho pensato che magari vale la pena divertirsi ancor di più! Per me tutto questo è un gioco, un modo per divertirmi ed allo stesso tempo studiare cosa mi circonda. Sono solitamente molto attento a tutto questo. Mi aspetto ovviamente di spaccare quel gran palco! Ci siamo, arriviamo!

Arezzo Wave Music Contest : Finale Regionale Puglia

Sabato 25 maggio presso il MAT, laboratorio urbano di Terlizzi, in via Macello, dalle ore 21:30, si svolgerà la finale regionale per il prestigioso music contest nazionale Arezzo Wave. Dopo aver attraversato la ragione Puglia in tutte le sue province, abbiamo finalmente i nomi dei finalisti che si contenderanno un posto nel festival nazionale, ma non solo. Oltre a suonare durante Arezzo Wave Love Festival in palio ci sono anche le partecipazioni a noti ed importanti festival nazionali ed internazionali e la possibilità di calcare il palco, prestigioso ed ambito, del Primo Maggio di Roma, come è già accaduto quest’anno al nostro Walter Celi, vincitore nazionale della scorsa edizione.

I nomi dei finalisti per la Puglia sono: 

  • I Funketti Allucinogeni per la provincia di Brindisi; 
  • Turco da Tatanto; 
  • Icebox per la provincia di Foggia; 
  • Kaput Blue per la BAT; 
  • Good Moaning da Bari; 
  • Respiro dal Salento.

Come sempre una sola band pugliese potrà andare allele selezioni nazionali. Una giuria di esperti, composta da esperti ed operatori del settore, musicisti, giornalisti e produttori musicali, avrà il compito di decidere chi tra i sei finalisti potrà rappresentare la nostra regione e confrontarsi con realtà musicali nazionali ed internazionali.Tutta la serata sarà seguita live streaming dall’emittente RKO, che intervisterà gli artisti e supporterà l’evento in diretta radio. Diretta RKO su Spreaker e su http://www.rkonair.com

I FUNKETTI ALLUCINOGENI da Brindisi

I Funketti Allucinogeni si raccontano così: “Il quartetto nasce nell’estate del 2014 a Villa Castelli, un comune di 9000 anime nella provincia di Brindisi. Sin da subito l’affiatamento tra noi quattro ci ha confermato che non avevamo bisogno di nessun altro nel gruppo, il groove funzionava, nell’aria si diffondeva un sound che ci sembrava davvero piacevole: durante la prima prova abbiamo tirato su il nostro primo inedito: “Show me the road”. E così è iniziata la nostra avventura lungo le strade della Puglia: concerti, contest, festival e openings. una band funk (principalmente), ma ci piace mescolare, contaminare, frullare i generi musicali in un impasto nuovo, gradevole e coinvolgente. E così i nostri brani hanno incontrato il soul, il reggae, il rap, la musica elettronica, le chitarre distorte, i sintetizzatori, i pad elettronici. E’ fantastico scoprire quanto la musica ti renda libero di spaziare da un genere all’altro senza stancarti: è stata proprio questa scoperta a incoraggiarci, a stimolarci e ispirarci continuamente.”

Primo EP “Ombre”

I Funketti Allucinogeni 

TURCO da Taranto 

TURCO, cantautrice e polistrumentista, nasce in un piccolo paese in provincia di Taranto. Inizia a suonare fin da piccola scoprendo ed ispirandosi inizialmente alla musica dei grandi cantautori italiani ed internazionali. Affascinata dai suoni elettronici, Turco unisce il cantautorato alla musica electro-pop pubblicando “First” nel 2016, EP di cinque brani in lingua inglese. Il 2017 è l’anno in cui si avvia la collaborazione con XO la factory. Con l’uscita del secondo singolo estratto da First “You Know”, in esclusiva per Rockit.it, arriva sui palchi del Cinzella e del Contronatura Festival, del ClaXOn Fest e nel giro di poco arriva al palco dell’Uno Maggio Taranto. Si agiudica il primo posto del Gazzetta Music Contest. 

Il singolo “Treni” anticipa l’album “Via Roma”.

Turco

ICEBOX da Foggia

Gli ICEBOX sono una band foggiana formata nel 2015. Il loro genere musicale prevede principalmente l’unione tra rock, rap e funk. Gli ICEBOX sono Giuliano Lombardi in arte Splint allavoce; Mario Vincitorio chitarra; Fabrizia Longo al basso; Andrea Chiappinelli alla batteria. Il loro genere musicale prevede principalmente l’unione del rap con il rock, con il funky e con altri generi musicali. Questa fusione di generi musicale è dovuta alle diverse influenze musicali dei singoli componenti che riescono, a loro vantaggio, ad esprimere senza compromessi la loro natura musicale. Fin dai primi tempi si sono dedicati  alla sperimentazione e alla composizione di brani inediti, suonati in seguito nei locali e nelle piazze. La necessità di scrivere e di comporre è dettata dal modo con cui concepiscono la vita quotidiana. Nel 2017 Vincono CREATTIVITY, un contest musicale online e aprono il concerto di Bassi Maestro a Cerignola. Partecipano alla 31^ edizione del Live Tour 2018 di Sanremo Rock in rappresentanza della regione Puglia.

Il secondo ed ultimo EP è del 2019 e si chiama “Salice”

Icebox

KAPUT BLUE dalla BAT 

Kaput Blue, Antonio Caputo, cantautore, classe 1994, dopo diverse performance in Italia ed i primi apprezzamenti, decide di unire tutte le sue idee in un solo concept che da vita a “Kaput Blue”. La sua musica è piena di influenze Rnb, Soul e Pop e le sue parole hanno amore senza freni ed amore per le differenze. Il 14 Marzo 2018 esce “LIU”, primo brano scritto e cantato sotto nome “Kaput Blue” con Uponcue. Esso anticipa l’uscita del primo EP “FAR” il 27 Aprile 2018. Dall’uscita del primo EP Kaput Blue inizia a collezionare numerosi successi tra cui, due settimane dopo l’uscita del singolo, il videoclip ufficiale di “Booty Call” raggiunge 30.000 views. “Booty Call” entra in rotazione in tante radio italiane tra cui Radio Gamma, Radio Selene e Radio Norba che dedica uno spazio video nella sezione “Notizie” della sua tv. Nella prima settimana di Luglio 2018, “Booty Call” raggiunge la 40esima posizione nella classifica italiana di musica indipendente MEI accanto ad artisti quali Ghemon, Negrita, Boomdabash scalandola fino alla posizione 32esima. A Settembre 2018 Sony ATV seleziona Kaput per partecipare al “Songwriting Camp” organizzato per l’appunto da Sony/ATV e Puglia Sounds uscendone vincitore. Ad Ottobre 2018, si fa notare al Reset Festival di Torino esibendosi nel palco “Reset”, il più grande.  A fine 2018 totalizza su Spotify 21.000 streams, 10.000 ascoltatori fissi sparsi in 62 nazioni diverse con l’aiuto dei suoi brani LIU e FAR. Il suo singolo “Blind” raggiunge in pochi giorni 12.000 streams su Spotify. Il 9 Febbraio apre la data zero del tour “A che punto è il tour” dell’artista Venerus (Asian Fake) presso il MAT di Terlizzi.

Kaput Blue

GOOD MOANING da BARI

“I Good moaning sono spiaggia nel mese di dicembre. Talvolta possono essere un parco giochi abbandonato o una casa fredda e vuota. Questi ed altri sono gli scenari in cui la band plasma il proprio sound partendo dal caldo sferraglio di una chitarra acustica che tuttavia non ha paura di esplodere in una cavalcata di fuzz e batterie.“ Oltre alle innumerevoli serate nella provincia barese, hanno partecipato alla IV Edizione di Scosse dal Sottosuolo a settembre 2017 condividendo il palco con Giorgio Poi e AINE’. Hanno aperto i concerti di Johanna Amelie, Casematte, Weird Black, Persian Pelican, Hugo Race. 
”The Roost” è primo album della band.

Good Moaning

RESPIRO da LECCE

Il progetto Respiro nasce dall’incontro tra la voce di Lara Ingrosso e il violino di Francesco Del Prete. Un inedito pop d’autore che diventa pulsante con l’aggiunta di multi-pad, tastiere e sequenze di elettronica. Lara Ingrosso: Voce, tastiere, loop-machine, pedaliera multieffetto, multi-pad e piccole percussioni; Francesco Del Prete: Violino elettroacustico, loop-machine e pedaliera multieffetto. Un violino elettroacustico e una voce, generano un insieme inaspettato di sonorità differenti, superando lo stereotipo che li identifica come strumenti prettamente melodici. La magia si compie sul palco, quando i musicisti sulla scena sono solo due ma nell’aria il suono è quello di un’orchestra: merito dell’uso sapiente di pedaliere multi-effetto, loop-machine, percussioni elettroniche e tastiere attraverso i quali Francesco e Lara propongono il loro repertorio di brani originali. Il 28 Febbraio 2018 esce sugli store per Discographia Clandestina il loro secondo album di brani pop d’autore/ elettro-pop: Un POPositivo. Il progetto ha ricevuto undici premi d’importanza nazionale ed ha alle spalle un importante storico di concerti in tutta Italia.

iRespiro

Mat- Laboratorio urbano Terlizzi

via Macello sn

ore 21:30