Emanuele Barbati ospite in studio su RKO

Ospite in studio di Carlo Chicco, il tarantino Emanuele Barbati ci parla del sua carriera artistica dal rock iniziale al singolo con i Boomdabash, dal suo impegno sociale ai singoli che strizzano l’occhio ad un certo pop elettronico d’autore.

Emanuele Barbati è un cantautore pugliese laureato in musicologia e beni culturali. Sul podio del Premio Lunezia 2017 tra i primi tre migliori autori. Il suo ultimo singolo è Luglio Pesto uscito il 15 giugno, un anno dopo il fortunato featuring con i Boomdabash “sorrido al sole” uno dei brani più trasmessi in radio nel periodo marzo/giugno 2017. Il suo ultimo album è “Sfumature vol.1”, uscito il 15 maggio per scirocco music/ belive italia.


All’attività di musicista affianca interessi umanitari sostenendo associazioni per la tutela e i diritti umani e animali, fa attivamente parte di gruppi per la tutela dell’ambiente, supportando Amnesty International, Emergency, AMU (Associazione Mondo Unito), Greenpeace, Surfers Against Sewage.

  • ” Il videoclip del singolo “Un’altra volta”  ha superato 100.000 visualizzazioni su You Tube in una settimana! Con la musica lanciata in rete e condivisa ci si scambiano emozioni, passioni, ricordi, nostalgie sentimentali. La musica libera di suonare si trasforma ogni volta in una palla, che vola e rotola in strada di mano in mano, fino a perdersi al di là delle reti, delle staccionate e dei confini del campo.E’ una palla da parare in volo quando colpisce e lascia segni, da sollevare per stimolare e aiutare gli altri, da schiacciare forte per provocare un’emozione o una riflessione vincente. “Un’altra volta” di Emanuele Barbati se la gioca, soprattutto per gli occhi e le orecchie di chi ha la voglia e curiosità di schiacciare, non solo il tasto play. Non per vincere chissà che cosa, ma per essere al fianco di chiunque voglia entrare in campo e mettersi in gioco”

Zu live al Garage Sound di bari venerdì 31 gennaio

Venerdì 31 gennaio il Garage Sound di Bari ospita il ritorno in Puglia degli Zu, storica band sperimentale romana.
In questo tour la formazione diventerà un quartetto, con l’ingresso del chitarrista Stefano Pilia, già all’opera con Massimo Volume, Afterhours, Settlefish.

Un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati!

Prima e dopo il concerto selezione musicale a cura del #GRF Soundsystem, il collettivo di dj del Giovinazzo Rock Festival (proprio il festival in cui gli Zu hanno tenuto l’ultima data in zona, nel 2018).

Bio:

Gli Zu sono un gruppo di musica rock strumentale sperimentale originario di Roma. Con la storica formazione in trio, composta da Jacopo Battaglia alla batteria, Massimo Pupillo al basso e Luca Mai al sax baritono, la band ha pubblicato fino ad oggi 16 album ed alcuni split. Dal 2019 il gruppo si trasforma in quartetto con l’ingresso alla chitarra di Stefano Pilia.

La band, pur con grandi cambiamenti da un punto di vista musicale, ha sviluppato negli anni uno stile riconoscibilissimo ed ha guadagnato una solidissima reputazione. Suonano letteralmente migliaia di concerti in tutto il mondo, dai più piccoli club ai più grandi festival, raggiungendo lo status di cult-band e costruendosi da zero un notevole seguito.

Secondo alcuni è la band italiana con più concerti all’attivo, sia in patria che all’estero.

Per saperne di più sugli Zu:

www.twitter.com/zuism
www.youtube.com/user/vajrazu
www.instagram.com/zuism
www.myspace.com/zuband
www.ipecac.com
www.latempesta.org
www.trost.at

TESSERA 2020 GRATUITA
CONTRIBUTO ALLA SERATA 12 EURO

FREE ENTRY AFTER SHOW per il GRF SOUNDSYSTEM

GARAGE SOUND MUSIC CLUB
via Mauro Amoruso 62/7 A BARI
ASSOCIAZIONE CULTURALE
ingresso riservato ai soci