Archivi tag: radicanto

Prende il via “Memorie di Sale”. Due giorni di musica, laboratori, libri e mostre all’ Arena della Pace c/o Ipercoop Mongolfiera Japigia di Bari a cura dei Radicanto

BARI, 2 settembre 2020 – Prende il via il cartellone della manifestazione “Memorie di Sale” che proporrà due concerti di pregio all’interno dell’Arena della Pace, presso l’Ipercoop Mongolfiera Japigia di Bari, in via Arturo Toscanini, 14, ad ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti, con prenotazione obbligatoria via mail all’indirizzo: info@radicanto.it .

La kermesse è finanziata dall’avviso pubblico POC METRO 2014-2020 Progetto “ARENE CULTURALI” del Comune di Bari, Assessorato alle culture.

La kermesse si propone di approfondire l’omaggio alla millenaria tradizione d’autore popolare del Mediterraneo. «La storia non smetterà mai di insegnarci il futuro attraverso l’arte e l’esercizio del pensiero critico», dichiara il direttore artistico Giuseppe De Trizio.

Sabato 5 settembre, con inizio alle 19.00, inaugurerà la manifestazione il laboratorio di canto e percussioni a cura di Maria Giaquinto e Francesco De Palma dei Radicanto, riservato gratuitamente ai primi 10 iscritti via mail all’indirizzo: info@radicanto.it. A seguire, ore 20.00, ci sarà l’esposizione della mostra “La carta Elegante”, corsetti e sculture in cartapesta dell’artista Luigia Bressan. Alle 20.15 sarà la volta della presentazione del libro “Come gli dei” di Vito Antonio Loprieno. Dalle 21.00 prenderà inizio il concerto dei Radicanto con il loro omaggio a Domenico Modugno, che rivisita la vita e le canzoni del grande cantautore attraverso un viaggio per celebrare i grandi successi dell’artista pugliese.

Venerdì 11 settembre 2020, invece, sempre dalle 19.00, il laboratorio di canto e percussioni a cura di Maria Giaquinto e Francesco De Palma dei Radicanto, sempre riservato gratuitamente ai primi 10 iscritti. A seguire, ore 20.15, si terrà la presentazione del libro “L’ospite (in) atteso” di Edoardo Altomare. Dalle 21.00 prenderà inizio il concerto degli Uaragniaun. La storica band Murgiana, capeggiata dalla intensa voce di Maria Moramarco, sulle corde e i plettri di Luigi e Michele Bolognese, il violino di Filippo Giordano e i timbri percussivi di Silvio Teot, propone un viaggio ritmato e coinvolgente nelle tarantelle, nenie e storie della Murgia Barese.

Il commento del direttore artistico Giuseppe De Trizio: “La storia non smetterà mai di insegnarci il futuro. La voce e le narrazioni della nostra terra sono il vettore di un racconto che non ha fine. La produzione artistica d’autore popolare, la sperimentazione e l’improvvisazione sanno tenere insieme generi musicali di confine, uniscono artisti e spettatori in un viaggio affascinante e carico di suggestioni.”

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti con prenotazione obbligatoria via mail all’indirizzo:

info@radicanto.it

infoline: 347.6184821

“DI VOCE IN VOCE”: XI edizione del festival metropolitano al teatro traetta di bitonto

Prende il via la XI edizione del festival metropolitano “Di Voce in Voce”

Tre giorni di musica al Teatro “Traetta” di Bitonto

BITONTO, 7 ottobre 2019 – Prende il via il cartellone della XI edizione del Festival MetropolitanoDi Voce in Voce” che proporrà sei concerti di pregio all’interno del Teatro “Tommaso Traetta” di Bitonto ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. La kermesse è realizzata con il sostegno della Regione Puglia, del Comune di Bitonto, della Fondazione Nikolaos,  e della COAR (Cooperativa artisti).

La nuova stagione si propone di approfondire l’omaggio alla millenaria tradizione d’autore e popolare del Mediterraneo. «la storia non smetterà mai di insegnarci il futuro attraverso l’arte e l’esercizio del pensiero critico», dichiara il direttore artistico Giuseppe De Trizio.

Venerdì 11 ottobre, con inizio alle 20.00, inaugurerà il festival  il Trio “Real…mente Napoli”, (Tommaso Chimenti, voce; Michele Libraro, chitarra Classica, Luciano Damiani, Mandolino) con un concerto di amoaggio alla canzone classica napoletana. A seguire ospiteremo, in esclusiva regionale, lo spettacolo “Il deserto e la neve” dedicato alla storia vera di una coppia di giovani arabi emigrati al nord Italia, un racconto accorato di Pace e intercultura, disteso sulle composizioni del contrabbassista La Manna, dell’oud di La Volpe, delle percussioni di Savoretti e delle corde di Bolognese

Sabato 12 ottobre, invece, saranno di scena due concerti intriganti: il set in solo del virtuoso cantante e organettista salentino Claudio Prima con il suo accorato percorso “Dentro la città” cadenzato da scorribande sonore raffinate e il nuovo progetto del cantante e flautista toscano  Enrico Fink che ci condurrà attraverso i suoni e le scorribande dei suoi “I Canti de Scola”, monografia musicale che evoca la tradizione ebraica italiana.

Domenica 13 ottobre, propone l’omaggio alla cultura e alla musica del 1968 a cura dell’attrice romana Chiara Casarico, attraverso un intenso viaggio nell’Italia che cambiava, tra musica e memorie di 50 anni fa. Prestigiosa sarà la chiusura del festival affidata ai padroni di casa Radicanto che presenteranno il nuovo spettacolo e il nuovo cd intitolati “Le Indie di Quaggiù” : un viaggio attraverso la millenaria tradizione musicale del meridione d’Italia, autentico bacino delle musiche del Mediterraneo.

Il festival

Da undici anni il festival “Di Voce in Voce”, organizzato e diretto dall’associazione culturale Radicanto, punta a riscoprire i contatti e i confini che si snodano attraverso le regioni pan-mediterranee in un percorso affascinante e diacronico, unite da un vento che sa parlarci di tradizione e innovazione, di continuità e modernità, dalla musica antica alla tradizione meridionale, dal canto a distesa alla polifonia pugliese, dai ritmi cadenzati agli spigoli dei tempi balcanici.

Il commento del direttore artistico Giuseppe De Trizio

Dal 2006 abbiamo allargato i confini del festival con uno sguardo attento all’avvento della città metropolitana forti del sodalizio ispirato dall’ assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia tra i Radicanto e la città di Bitonto, per volontà del Sindaco Abbaticchio e dell’assessore Rocco Mangini. Durante il festival, che nel Teatro “Traetta” ha trovato la sua “casa” ideale, sarà proposto un vero e proprio viaggio musicale per il nostro territorio. L’acustica impeccabile, il fascino della storia e il grande calore del pubblico, sono il viatico migliore per la nostra musica.

La storia non smetterà mai di insegnarci il futuro. La voce e le narrazioni della nostra terra sono il vettore di un racconto che non ha fine. La produzione artistica d’autore e popolare, la sperimentazione e l’improvvisazione sanno tenere insieme generi musicali di confine, uniscono artisti e spettatori in un viaggio affascinante e carico di suggestioni. Quest’anno sul palco di “Di Voce in Voce” si alterneranno alcune tra le più belle voci che abbiamo in Puglia al fianco di musicisti di spessore nazionale ed internazionale. La dimensione acustica dei concerti restituirà autenticità alle performance rinnovando la volontà di proporre musica originale e rielaborata con grande eleganza.

PROGRAMMA

  • VENERDI’ 11 OTTOBRE 2019 ore 20.00 TEATRO “TRAETTA” – BITONTO

LIBRARO, DAMIANI, CHIMENTI “REAL…MENTE NAPOLI” (Omaggio alla Canzone Napoletana)

LA MANNA, SAVORETTI, BOLOGNESE, LA VOLPE “IL DESERTO E LA NEVE”

  • SABATO 12 OTTOBRE 2019 ore 20.00 TEATRO “TRAETTA” – BITONTO

CLAUDIO PRIMA “DENTRO LA CITTA’”

ENRICO FINK “I CANTI DE SCOLA”

  • DOMENICA 13 OTTOBRE 2019 ore 19.00 TEATRO TRAETTA BITONTO

          CHIARA CASARICO “MA CHE COLPA ABBIAMO NOI” (omaggio al ’68)

         RADICANTO “LE INDIE DI QUAGGIU’”

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti