Al via oggi, giovedì 8, l’11^ ed. di “APULIA FILM FORUM”, in programma online dall’8 al 10 ottobre 2020

La Fondazione Apulia Film Commission presenta l’undicesima edizione dell’APULIA FILM FORUM, che si svolgerà online nei giorni 8-9-10 ottobre 2020. L’obiettivo dell’APULIA FILM FORUM è di favorire l’incontro e le partnership tra gli operatori del settore audiovisivo che si collegheranno sulla piattaforma del Forum (circa 120 produttori provenienti da 33 nazionalità diverse) per sviluppare buone sinergie e realizzare progetti filmici in coproduzione da girare in tutto o in parte in Puglia.

“Torna il Forum di coproduzione di Apulia Film Commission – commenta Simonetta Dellomonaco, presidente di Apulia Film Commission-, in un momento in cui è essenziale lavorare sull’attrazione delle produzioni internazionali in Puglia. Nel periodo di stallo delle attività produttive, dovuto al lockdown, abbiamo approfittato per realizzare notevoli cambiamenti strutturali, portando AFC a gestire direttamente i fondi di produzione e lavorando sull’apparato delle infrastrutture disponibili, con due nuovi Cineporti a Taranto e Brindisi, insieme ad altri interventi indiretti sulle strutture produttive, compresa l’innovazione digitale. In questo modo abbiamo aumentato notevolmente la nostra capacità di intervenire sulla filiera rendendo più competitivo il comparto regionale. Questa edizione del Forum avrà, quindi, anche il compito di parlare della nuova AFC al mondo delle produzioni nazionali e non, oltre naturalmente a far incontrare i nostri produttori con gli altri provenienti da tutti i paesi presenti e portare in Puglia nuovi progetti per il 2021”.

A seguito dell’Avviso Pubblico, sono stati 54 i progetti pervenuti quest’anno, 15 italiani e 39 stranieri, provenienti da tutto il mondo. Fra questi, la Commissione di valutazione dell’Apulia Film Commission ne ha selezionati 20di cui 5 italiani e 15 stranieri (provenienti da Argentina, Brasile, Cile, Francia, India, Israele, Macedonia del Nord, Montenegro, Polonia, Romania, Russia, Turchia, Ucraina, Ungheria) aderenti ai criteri di eleggibilità (progetti filmici in fase di sviluppo, lungometraggi di finzione, di animazione o documentari, con almeno il 30% del budget assicurato, le cui lavorazioni sono previste in tutto o in parte in Puglia), cui si aggiungono i due progetti provenienti da Bulgaria e Spagna selezionati in partnership con Sofia Meetings.

“Mai come quest’anno si rende necessario investire sulle coproduzioni del futuro afferma Antonio Parente, direttore generale di Apulia Film Commission-. Tanti progetti sono nati nel nostro straordinario Apulia Film Forum che quest’anno non poteva non fare i conti ovviamente con le limitazioni, ma che invece vede un boom di presenze e di interesse internazionale. Siamo determinati ad andare avanti su questa rotta che altre soddisfazioni ci porterà in termini di risultati. Il Forum insieme ai nostri fondi e ai nostri progetti garantirà nei prossimi anni la fase due del Cinema in Puglia”.

In programma giovedì 8 ottobre la presentazione del sistema Puglia con l’evidenza dei servizi offerti da Apulia Film Commission a favore dei meccanismi di coproduzione, le location e il nuovo Apulia Film Fund. Inoltre, saranno mostrate ai produttori ospiti sei clip con le scene di alcuni film e le location utilizzate per gli stessi, nelle sei province pugliesi. A completamento dell’offerta dei servizi e delle imprese presenti sul territorio regionale, seguiranno le presentazioni delle due associazioni di categoria CNA Cinema e Audiovisivo Puglia e Confartigianato Cineaudiovisivo Puglia.

Nel resto della prima giornata e nelle due successive si terranno gli incontri online tra i produttori, seguendo la formula dei one-to-one meetings. Inoltre, grazie alla collaborazione con la piattaforma Festival Scope, il Forum quest’anno offre l’opportunità ai soli produttori partecipanti di visionare le opere precedenti dei registi dei progetti selezionati.

Ulteriore novità in programma, la visione riservata ai soli accreditati del Forum di tre film girati interamente o parzialmente in Puglia: “The Man With The Answer”, progetto selezionato al Forum nel 2016, “Semina Il Vento” di Danilo Caputo, progetto selezionato al Forum nel 2017 e “Odio L’Estate” di Aldo Giovanni e Giacomo.

Con questo evento, la Fondazione Apulia Film Commission completa la propria strategia di costruzione della filiera industriale dell’audiovisivo, consentendo lo scambio di buone pratiche produttive, oltre che di risorse finanziarie, per consentire e facilitare la realizzazione di film in Puglia.

Il Forum è realizzato dalla Regione Puglia e dalla Fondazione Apulia Film Commission, con il Patrocinio di Eurimages e in collaborazione con Sofia Meetings.

Il programma delle attività e le informazioni dettagliate sui progetti selezionati sono scaricabili dal sito www.apuliafilmcommission.it/progetti/apulia-film-forum

Per informazioni:

Alberto La Monica, direttore Apulia Film Forum

email: forum@apuliafilmcommission.it – cellulare: 329-0551553

Giuseppe De Trizio ci parla della nuova edizione del festival “Di Voce in Voce”

Intervista con Giuseppe De Trizio (Radicanto) che ci racconta questa nuova edizione del festival “Di Voce in Voce”.

Da venerdì 9 a domenica 11 ottobre presso il Teatro Traetta di Bitonto, torna il Festival “Di Voce in Voce” 2020, XII edizione dedicato alla musica d’autore e popolare.

Programma:
Venerdì 9 ottobre, presso il Teatro Traetta di Bitonto, ore 20.00
Real Duo “Anima ad Anima” Rachele Andrioli & Claudio Prima, “Ho chiesto alla luna”


Sabato 10 ottobre, presso il Teatro Traetta di Bitonto, ore 20.00
Sarita Schena “Revés” Maria Moramarco & Uaragniaun, “Storie di pietra”
Domenica 11 ottobre, presso il Teatro Traetta di Bitonto, ore 19.00
Compagnia Ilnaufragarmedolce “Ritratti di donne”
Radicanto “Cori Miu”

Si accede esclusivamente su prenotazione chiamando al numero: 080.3742686 (dalle 18:00 alle 20:00).
Posti limitati nel rispetto del distanziamento sociale, uso obbligatorio delle mascherine.

NUOVA STAGIONE DEL TEATRO CASA DI PULCINELLA PRESENTATO IL CARTELLONE “ABBRACCIAMI”

Il Teatro Casa di Pulcinella riparte con la nuova stagione teatrale il prossimo 15 ottobre con l’anteprima del Festival di teatro di figura “Baracche Volanti”, mentre l’intera programmazione andrà in scena da domenica 18 ottobre fino al prossimo 20 dicembre.

Il titolo per la nuova stagione, dedicata a Gianni Rodari di cui quest’anno si celebrano i cent’anni dalla nascita, è “Abbracciami”: un invito del Teatro Casa di Pulcinella al pubblico e alle famiglie a sostenere la cultura e i teatri della città.

Il programma della nuova stagione teatrale è stato illustrato dal direttore artistico del teatro Paolo Comentale alla presenza dell’assessora alle Culture e al Turismo Ines Pierucci e di Adriana Marchitelli dell’area programmazione teatro dei ragazzi del Teatro Pubblico Pugliese.

Da ottobre a dicembre più di 20 serate saranno dedicate a un pubblico familiare. Una rassegna articolata, ricca di proposte diverse tra loro, in grado di far riflettere e generare domande ed emozioni sulla vita in tutti i suoi aspetti. Un suggestivo percorso che accompagnerà i bambini e le famiglie in un viaggio di suoni, immagini, parole e figure, con lo scopo semplice ma importantissimo di divertire istruendo.

“Diamo il nostro bentornato al Teatro Casa di Pulcinella – ha detto Ines Pierucci -. Paolo Comentale rappresenta sulla scena la leggerezza, di cui parlava Calvino, che in realtà è quella complessa e piacevolmente paradossale amica della bellezza, dell’intelligenza e dell’ansia di sganciarsi dalle opinioni precostituite. I bambini che assistono agli spettacoli della Casa di Pulcinella rappresentano il futuro e il Granteatrino si prende cura del loro futuro. Ed è anche questo il ruolo dell’amministrazione, della politica, prendersi cura del lavoro che svolgono tutti gli operatori della cultura. La stagione di prosa del Comune di Bari si apre a nuove contaminazioni e ospita nel proprio cartellone il teatro per ragazzi del Granteatrino, insieme alla danza e, da quest’anno, anche ai libri”.

“Siamo un teatro di frontiera, il nostro è sempre stato un lavoro di frontiera, la nostra è una frontiera, quella tra i bambini e gli adulti, tra il palcoscenico e la platea – ha continuato Paolo Comentale -. La frontiera che abbiamo sempre immaginato non è una separazione ma ha in sé la possibilità di unire. Franco Cassano, nel suo pensiero meridiano, ci suggerisce che la frontiera non unisce e separa ma unisce in quanto separa. Sulla base di queste riflessioni abbiamo cercato di riprendere la stagione teatrale esattamente dal punto in cui l’avevamo lasciata. Abbiamo salutato il pubblico il primo marzo di quest’anno dandogli appuntamento alla domenica successiva. Non potevamo immaginare quello che sarebbe accaduto. Nonostante tutto ciò che è accaduto e sta accadendo, non abbiamo voluto trasformare il nostro teatro, siamo voluti rimanere fedeli alla nostra vocazione. Il titolo della nostra stagione “Abbracciami” va in questa direzione. Il teatro propone, immagina, prevede, ha delle visioni e una di queste visioni è la possibilità che si torni presto all’idea che il teatro ritorni a quello che è sempre stato: un modo per abbracciare il pubblico e con il pubblico gli attori in scena. Noi non abbiamo soluzioni per quello che sta succedendo, possiamo solamente riprendere a fare il nostro lavoro seriamente, però almeno senza facili soluzioni, senza scorciatoie, senza drammi, tenendo aperto il problema. La frontiera ci guida, è una ferita, ma la frontiera può essere anche una possibilità”.

Venerdì 9 ottobre – il sottosegretario allo sviluppo economico Gian Paolo Manzella inaugura Creativity Trade Fair, prima fiera online dedicata alla cultura e alla creatività

Venerdì 9 e sabato 10 ottobre – dalle 10 alle 19Sul sito tradefair.progettotraces.euIngresso libero con iscrizione gratuitaInfo traces@pugliacreativa.it – progettotraces.eu
IL SOTTOSEGRETARIO ALLO SVILUPPO ECONOMICO GIAN PAOLO MANZELLA “TAGLIA IL NASTRO” DI CREATIVITY TRADE FAIR IN DIRETTA SUL WEB

Venerdì 9 e sabato 10 ottobre sul sitotradefair.progettotraces.euappuntamento da non perdere conCreativity Trade Fair, la prima fiera online dedicata ai professionisti e alle professioniste della cultura e della creatività. L’evento transfrontaliero e interattivo targato Traces, progetto finanziato dal programma di cooperazione territoriale europea Interreg V-A Grecia-Italia 2014-2020, proporrà due giorni ideati per favorire l’incontro tra competenze artistiche e creative, skills tecniche, scientifiche ed imprenditoriali, fornitori e finanziatori che dialogheranno per ideare insieme un futuro di innovazione sociale ed economica. Un ricco programma con stand virtuali, incontri B2B, workshop tematici, conferenze internazionali e sessioni di speed-networking e il pitch elevator “Start Up&Go!”. Tra gli ospiti della prima giornata Gian Paolo Manzella, sottosegretario del Ministero allo Sviluppo Economico. Info e iscrizioni tradefair.progettotraces.eu

Venerdì 9 ottobre il sottosegretario allo Sviluppo Economico Gian Paolo Manzella taglierà il nastro virtuale di Creativity Trade Fair, la prima fiera online dedicata ai professionisti e alle professioniste della cultura e della creatività promossa da Traces. Sul sito tradefair.progettotraces.eu, il progetto finanziato dal programma di cooperazione territoriale europea Interreg V-A Grecia-Italia 2014-2020, propone due giorni ideati per favorire l’incontro tra competenze artistiche e creative, skill tecniche, scientifiche e imprenditoriali, fornitori e finanziatori che dialogheranno per ideare insieme un futuro di innovazione sociale ed economica. A causa delle attuali restrizioni anticovid19, la Fiera si svolgerà interamente sul web grazie alla piattaforma digitale Xarena, ideata dalla società Upside Media, con la possibilità di visitare 18 stand espositivi virtuali, favorire incontriB2B, partecipare a workshop tematici e conferenze.

Dopo l’apertura degli stand virtuali e della Networking room alle 10, il programma degli incontri prenderà il viaalle 11 con con “Mettere la creatività al centro del piano per la ripresa dell’Europa“. Dopo la presentazione del progetto di Francesca Imperiale (Project Leader, Università del Salento), l’incontro moderato da Vincenzo Bellini (presidente del Distretto Produttivo Puglia Creativa) oltre al sottosegretario Gian Paolo Manzella ospiterà anche Valentina Montalto (Esperta di economia della cultura e Policy Analyst presso il Joint Research Centre della Commissione Europea), Laura Moro (Direttrice Istituto centrale per la digitalizzazione del patrimonio culturale – delegata del Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini), Aldo Patruno (Direttore Generale del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia), Giorgia Boldrini (Responsabile di Incredibol! del Comune di Bologna) e Domenico Sturabotti (Direttore di Fondazione Symbola). Dalle 15 si alterneranno i workshop (max 30 partecipanti) “La cultura è impresa: il growth hacking applicato alle ICC” con Lara D’Argento (Growth hacker | The Hub Bari); “Tecnologia rinnovata dalla creatività o creatività animata dalla Tecnologia?” con  Fausto d’Elia (Direttore Creativo| XCube3D – Promoturist Srl) e Luisa Mancarella (Coreografa | XCube3D – Performing heArt), “Cos’è un brand e perché è importante fare branding?” con Mario Vaglio (Proprietario e Direttore Creativo | Right Side Studio), “Fa’ la cosa giusta: esempi virtuosi di imprenditoria creativa e sostenibile” con Piero Magri (Coordinatore generale | Cart’armata Edizioni Srl – Terre di Mezzo Editore – Spine Bookstore), “Sostegno pubblico-privato ad ecosistemi di PMI innovative, creative e internazionalizzazione” con Gianluca Galletto (Direttore e Consigliere Delegato | Global Futures Group) e Manuel Toscano (Cofondatore | Future’s People).
La seconda giornata, sabato 10 ottobre, prenderà il via alle 10 con l’apertura degli stand virtuali e della Networking room e la conferenza (in lingua inglese) con i partner greci del progetto. Interverranno Giotopoulos Kostas (Ufficio Progetti Europei, Camera di Commercio di Achaia), Kapota Katerina (Info Point Officer presso l’Autorità di Gestione dei Programmi di Cooperazione Territoriale Europea), Sarlis George (Mosaic // Culture & Creativity HUB), Papaioannou Vasileios (Manager del progetto SPARC), Vafeidis Panos (Project Manager del progetto NETT), Zisimopoulou Katerina (Manager della Comunicazione, Progetto CIAK), Lymbereas Takis (Project Manager del progetto Creative@Hubs), Mavroulia Marisofi (Manager della Comunicazione del progetto Creative@Hubs project). Dalle 11 il programma dei workshop (max 30 partecipanti) ospiterà “Il ruolo delle ICC per il rilancio della destinazione Puglia” con Cinzia Lagioia (Direttore | Distretto Produttivo Puglia Creativa), Giuseppina Antonaci (Presidente | ITST Turismo Puglia) e Michele De Luca (Project Developer | The Qube APS); “Digital workspace: come cambia la produzione di eventi d’arte contemporanea all’epoca del Covid-19” con Stefano Faccini (Presidente | Eclettica – Cultura dell’Arte) e Giusy Caroppo (Storica dell’arte e curatrice indipendente, esperta di valorizzazione integrata) e dalle 15 “Finanziamenti e politiche europee a sostegno delle ICC post-Covid19” con Anna Ressa (Project Manager). Dalle 15:45 alle 18 l’Elevator Pitch Competition – Start Up&Go!, una vetrina per far conoscere al mercato le start up incubate attraverso il programma di accelerazione del progetto Traces. Coordinata da Michele De Luca (The Qube) vedrà confrontarsi sedieci start up italiane e greche valutate dalla giuria composta da Francesco Serravalle (CoworkingSA), Gaetano Macario (Macario Consulting), Michele Lo Russo (Spaarkly), Marco Cataldo (Officine Cantelmo), Massimo Avantaggiato (Responsabile per la Puglia per il Progetto Erasmus per Giovani Imprenditori) e Giuseppe Arrigo (Ardeek Srl). Alle 18 l’incontro finale con i partner del progetto Francesca Imperiale (Università del Salento), Vincenzo Bellini (Puglia Creativa / Bass Culture), Davide De Nicolò (Tecnopolis), Irini Kafousia (Camera di Commercio di Achaia) e con Gianfranco GadaletaTina RanieriCarmela Sfregola, responsabili del Programma Interreg V-A Grecia/Italia.
Traces è un progetto promosso da un articolato partenariato guidato dal Dipartimento di Scienze dell’Economia dell’Università del Salento e composto dai pugliesi Tecnopolis – Parco scientifico e tecnologicodellUniversità di BariDistretto Produttivo Puglia Creativa e dai partner greci Associazione Ellenica di ManagementCamera di Commercio di Achaia in collaborazione con European Network on Cultural Management and Policy e Fondazione culturale per la Finanza Etica. Il progetto affronta la sfida comune di promuovere le micro e PMI culturali e creative (CC MSMEs) in Puglia e nella Grecia occidentale come fattori chiave della competitività in tutti i settori economici e sociali, migliorando la fertilizzazione incrociata con altri settori economici chiave e attori della quadrupla elica. Il progetto mira alla creazione e all’attivazione di un acceleratore transnazionale diffuso e in rete per sostenere l’incubazione dell’imprenditorialità culturale e creativa.

Info
traces@pugliacreativa.itprogettotraces.eu