Archivi categoria: Musica

Volete suonare allo Sziget Festival di Budapest, ecco come fare! Ce lo spiega Ettore Folliero

Sono aperte le iscrizioni al contest per band emergenti lanciato dall Sziget Festival Italia per poter calcare il prestigioso palco del festival di Budapest. Ci spiega tutto il responsabile sziget italiano Ettore Folliero

Da oggi sono aperte le iscrizioni e fino al 18 febbraio potrete candidare il vostro progetto musicale. Questo il link ufficiale: http://bit.ly/FESTIVALPASS20

In breve come funziona il contest:
– Iscrizione On-line
– Valutazione della commissione e convocazione di minimo 8 progetti per le audizioni live presso il MAT laboratorio urbano (Terlizzi – Ba)
– Il 28 Marzo audizioni Live durante il giorno
– Convocazione dei 4 progetti finalisti dopo valutazione della giuria
– Finale la sera stessa (28 Marzo)
– Streaming della finale su Sziget Festival OfficialSziget Festival Italia e sui canali di altri eventuali partner.
– Il vincitore si esibirà al Sziget Festival 2020 sul palco Europe Stage.

Andrea Mastropietro ci presenta il suo progetto solista “L’Albero”

Intervista con Andrea Mastropietro, voce dei toscani Vickers, che in occasione dell’uscita del suo singolo “quando viene sera”, ci parla del suo progetto solista.

L’Albero è il progetto solista in italiano di Andrea Mastropietro, ex voce e chitarra dei The Vickers. Con loro si è esibito in centinaia di concerti in tutta Europa, tra cui il Primavera Sound di Barcellona del 2014, scelti on line dalla direzione del festival.

Nel 2015 Andrea decide di dar vita al suo progetto solista, l’Albero, con il quale esordisce nell’aprile del 2015 con una cover di ‘Nel cuore, nell’anima’ di Lucio Battisti 

L’album di debutto, “Oltre quello che c’è”, è uscito nel 2016 su Technicolor Dischi ed è stato accolto positivamente da pubblico e critica, salutato come il risultato dell’unione di una vocazione musicale anglosassone con la tradizione musicale italiana. Quella de l’Albero è una ricerca personale interiore verso una scrittura che attinge sia dalla musica inglese che da quella americana, passata e presente, con forti venature pop, psych e folk nel pieno rispetto della canzone italiana.

Quando viene sera è il nuovo singolo de l’Albero, il progetto solista di Andrea Mastropietro. Esce su etichetta Santeria Records con distribuzione digitale The Orchard. Disponibile dal 14 gennaio su tutte le piattaforme digitali anticipa l’album di inediti in uscita da Marzo 2019.

Questa canzone è un invito a tenere il tempo, starci sopra nel modo migliore possibile, cercando di domarlo e soprattutto sprecandolo il meno possibile, magari pensando alle vite degli altri, al lavoro che detesti, a questa fittizia e così tanto contemporanea libertà, in cui siamo immersi e che spesso ci incatena di più di ogni regola. Andrea Mastropietro/l’Albero

Marco Biagiotti – Batteria, percussioni

Danilo Scuccimarra – Pianoforte, Rhodes

Filippo Orefice: Flauto traverso

IGGY POP e NICK CAVE uniti per la campagna animalista di PETA

Iggy Pop  super testimonial, trasformato  in un “super eroe fumetto” con  la colonna sonora di Nick Cave (Nick Cave ha concesso i diritti del suo brano “Breathless”) per la campagna animalista “contro gli abbandoni degli animali”.

La rockstar, padrino della scena punk, da molti anni sostiene Peta  (People for the Ethical Treatment of Animals), organizzazione no-profit che da sempre si batte in favore dei diritti degli amici a quattro zampe. Iggy in diverse occasioni ha prestato la sua immagine per l’organizzazione animalista. In questo video Iggy Pop, in versione fumetto, si presta in varie situazioni a difendere e a salvare la vita a creature innocenti, preda e vittime di pericoli costanti, come il bracconaggio, la pesca illegale o le automobili lungo le strade. L’artista americano da fumetto poi compare in versione originale e casalinga sul divano, accanto al suo cane, svelando così il significato del video. Iggy Pop supereroe è frutto della fantasia del suo cane, il cortometraggio è stato diretto da da Robert Sebree e vuole essere un messaggio con il quale invitare tutti quanti ad “essere la persona che il tuo cane pensa che tu sia”.

“Nick Cave e Iggy Pop hanno lasciato PETA senza fiato con questo dolce video. Se tutti agissero come le persone che pensano che gli animali dipendono da noi, il mondo sarebbe un posto molto più gentile”,  ha commentato il Presidente PETA Ingrid Newkirk.

AREZZO WAVE BAND 2020 Il tuo pass per l’Italia, l’Europa, il mondo Iscrizione gratuita online, aperto a tutti i generi musicali

Clicca qui per accedere alla pagina ufficiale di AREZZO WAVE PUGLIA

Iscriviti gratuitamente ad Arezzo Wave Band 2020 e potrai suonare nei nostri Festival amici in Italia: Collisioni – Pollino Music Festival – Metaponto Beach Festival – SMIAF San Marino e Farcisentire Festival Negli ultimi anni i nostri gruppi hanno suonato in questi Festival europei: Erosonic Groningen – MAMA Parigi – MIL Lisbona

Regolamento Arezzo Wave Band 2020

REGOLAMENTO

  1. PARTECIPANTI E DATE DI SELEZIONE

Il concorso è rivolto a tutte le band/artisti di qualsiasi genere musicale con almeno la metà dei componenti di nazionalità italiana.

Sono escluse tutte le produzioni discografiche realizzate da major o da loro etichette. Non possono partecipare i gruppi che abbiano già vinto un’edizione del concorso.

Le giurie con i Responsabili regionali selezioneranno i migliori gruppi per le selezioni live e le successive finali regionali, che si svolgeranno tra marzo e giugno 2020.

  • MODALITA’ DI ISCRIZIONE

Arezzo Wave Band è il più grande e longevo concorso per gruppi musicali emergenti italiani. Compila il form e carica online il seguente materiale:

– Biografia e foto (formato orizzontale) del gruppo/artista

– 2 brani originali attraverso il link a Youtube, Soundcloud, Vimeo, ecc. e relativi testi delle canzoni – se i brani sono in inglese allegare anche la traduzione in italiano

– Scheda tecnica del gruppo/artista

Il gruppo/artista, solo se ha i requisiti richiesti, può iscriversi anche a:

Arezzo Wave Music School: Se all’interno del gruppo vi è almeno 1 componente iscritto alle scuole medie superiori italiane e tutti gli altri componenti sono under 35, allora puoi partecipare a questa ulteriore categoria del Contest. In questo caso è sufficiente presentare anche un solo brano inedito.

Arezzo Wave Ius Soli:  Per Arezzo Wave la musica non ha frontiere!

Se all’interno della band vi è almeno un componente di seconda generazione, nato o cresciuto in Italia da genitori stranieri, puoi avere accesso anche a questa categoria del Contest. E’ sufficiente almeno un brano inedito.

  • Vuoi suonare a SudWave, lo showcase Festival dedicato ai talenti del Sud Europa?

Dal 6 al 9 novembre 2020 avrai l’occasione di essere visto da managers e direttori artistici dei più importanti Festival nazionali e internazionali. Nelle precedenti edizioni hanno partecipato a SudWave Collisioni, Concerto del Primo Maggio, Festambiente, Cous Cous Fest, Home Festival, Rockin’1000, Umbria Jazz e il Circuito KeepOn Live per i Festival italiani, Paléo Festival e Roskilde Festival per quelli europei.

  • Vuoi suonare sul palco più visto d’Italia?

Prosegue la collaborazione tra Arezzo Wave e il Concerto del Primo Maggio nella scoperta e promozione dei giovani talenti musicali. Tutti i gruppi iscritti ad Arezzo Wave Band, se vorranno, potranno iscriversi automaticamente e con un semplice click al contest ‘Primo Maggio Next’, così come i gruppi che si iscriveranno al concorso del Concerto del Primo Maggio potranno iscriversi, utilizzando lo stesso accesso, ad Arezzo Wave Band 2020.  

  • Vuoi suonare a Collisioni 2020, il Festival AgriRock più famoso al mondo?

Continua la collaborazione con Collisioni, grazie alla quale 2 gruppi di Arezzo Wave suoneranno a luglio sui loro palchi.

  • I premi di questa edizione:

• Premio Italian Festival

I migliori gruppi finalisti potranno suonare nei più importanti Festival italiani tra cui: Collisioni, Pollino Music Festival, Metaponto Beach Festival, Farcisentire Festival, Smiaf San Marino e in altri in via di definizione.

Saranno le Direzioni artistiche dei relativi Festival partner a scegliere uno o più gruppi da inserire nel proprio programma tra le 20 band vincitrici regionali.

• Premio Primo Maggio

Il 1 maggio 2020 un gruppo tra i vincitori del concorso Arezzo Wave Band si esibirà sul palco di Piazza San Giovanni a Roma durante la diretta televisiva Rai.

• Premio Arezzo Wave Music School

I migliori 3 gruppi accederanno alla finale nazionale durante la quale sarà scelto il vincitore, che avrà la possibilità di utilizzare il marchio Best Arezzo Wave Music School Band 2020 su tutto il proprio materiale promozionale per un anno.

• Premio Arezzo Wave Ius Soli

La miglior band accederà alla finale nazionale e avrà la possibilità di utilizzare il marchio Best Arezzo Wave Ius Soli Band 2020 su tutto il proprio materiale promozionale per un anno.

• Premio Arezzo Wave Contest finale nazionale

I 20 finalisti vincitori regionali suoneranno a SudWave (6-9 novembre 2020), lo showcase Festival dedicato ai talenti del Sud Europa, e avranno così l’occasione di essere visti da managers e direttori artistici dei più importanti Festival nazionali ed internazionali.

Avranno inoltre la possibilità di esibirsi sui palchi di Arezzo Wave 2020 e potranno usare il marchio Best Arezzo Wave Band 2020 della regione di provenienza su tutto il proprio materiale promozionale per un anno.

NOVITÀ 2020! Premio Music Service – Professional sound, light, video         & staging since 1988

Music Service sostiene la musica dal vivo, la musica rock e la canzone d’autore! Sconti su service audio e luci a partire dal 30% per gli artisti emergenti del circuito Arezzo Wave!

NOVITÀ 2020! A.R.I.A. di Musica e Wave Card

Una volta iscritto ad Arezzo Wave Contest 2020 scopri come migliorare il tuo talento e la tua musica…respira A.R.I.A. di Musica e chiedi la tua personale Wave Card! Entra in Arezzo Rock Italian Academy, la nostra  libera università del rock! Da quest’anno se ti iscrivi gratuitamente ad Arezzo Wave Contest entro il 22 marzo avrai una Wave Card con molte agevolazioni:

  • Sconti sui nostri prodotti (magliette, gadget  ed altre pubblicazioni). Ad esempio puoi avere la T-shirt ufficiale del Contest 2020 scontata del 50%: 10€ invece di 20€!
  • Concerti della fAWI con accessi prioritari e incontri con l’artista
  • Sconti  in hotel, attività commerciali, eventi e spazi culturali della città di Arezzo
  • Iscrizioni prioritarie e scontate ad A.R.I.A di Musica! 

A.R.I.A. di Musica sono i corsi di formazione e perfezionamento per i mestieri della filiera musicale. Potrai iscriverti ai nostri corsi usufruendo di uno sconto del 50%!

Ecco alcuni dei workshop che stiamo organizzando, pensati ad hoc per le tue esigenze; seleziona quelli che potrebbero interessarti e richiedi la tua Wave Card.

  • BOOKING: Come creare un portfolio accattivante, come scrivere email efficaci, come trovare le opportunità in Europa(network, piattaforme, bandi)
  • LA DISCOGRAFIA NEL 2020: Cd, Ep o singoli?
  • I SOCIAL MEDIA: Promuoversi con il social marketing musicale
  • VOCAL COACH E TECNICHE DI CANTO: Come curare la voce in tour (dieta, esercizi, riscaldamento voce, recupero, ecc)
  • WORKSHOP con cantanti e musicisti professionisti (masterclass e consigli mirati)
  •  FOTOGRAFIA LIVE DA PALCO
  • SCRITTURA DI UN BRANO: musiche e arrangiamento
  • AUTOPRODUZIONE E SCELTA DELL’ETICHETTA
  • I DIRITTI DA CONOSCERE DEL CONTRATTO MUSICALE
  • I TALENT TELEVISIVI E I CONCORSI LIVE: Cosa sapere per decidere se e cosa fare

I corsi si terranno ad Arezzo o in altri luoghi scelti da A.R.I.A. di Musica a partire da giugno 2020, avranno una durata di 4 o 6 ore giornaliere nei giorni festivi o prefestivi.

I corsi saranno limitati ad un massimo di 30 unità.

L’ISCRIZIONE E’ GRATUITA SCADENZA 22 MARZO 2020
CLICCA QUI E COMPILA IL FORM DI ISCRIZIONE

Per i contatti con i Responsabili Regionali vai alla sezione Network del sito su www.arezzowave.com/network/antenne-arezzo-wave-network/

Per la Puglia CARLO CHICCO – carlochiccoradio@gmail.com info@rkonair.com – 351/6776164

Atomic Love, il nuovo album dei Magic Sun

Oggi in studio, ospiti di AvantPOP su RKO ci sono i MAGIC SUN!

Trio barese attivo da tre anni, produce musica con forti componenti Sixtees, strizzando l’occhio alla ‘nuova’ scena (BJTM, Allah Lahs, Black Angels, Wooden Shjips, Black Keys, Psychic Ills e altri) con composizioni a cavallo tra pop post-psichedelico, sprazzi alternative/indie e post-rock.

On-line il loro primo omonimo album del 2018 e diversi singoli, compreso l’ultimissimo ‘Atomic love’, che anticipa l’uscita del nuovo album (10 gennaio 2020) per la indipendente pugliese Bumps Records.



I Magic Sun sono Gerardo Tango voce e chitarre, Dado Penta basso e voce, Teo Carriero batteria. Qui la puntata completa

Su RKO c’è DENTE

In occasione dell’uscita del nuovo singolo “cose dell’altro mondo”, DENTE ci racconta il nuovo album ed il tour che toccherà anche la Puglia. Un nuovo lavoro in controtendenza con il passato, una evoluzione musicale interessante ma con la matrice artistica che lo ha sempre contraddistinto.

COSE DELL’ALTRO MONDO (INRI/Artist First), il nuovo singolo di DENTE: il “piccolo principe” del nuovo cantautorato italiano, che in più di 10 anni di carriera si è contraddistinto per la sua originalissima cifra pop, conquistando un pubblico sempre più affezionato e numeroso.

«Cose dell’Altro Mondo è una canzone ambientata in provincia – dichiara DENTE – tra i sogni e i ricordi, i vecchi amici e il tempo che passa in mezzo alla nebbia e dentro ai bar». Il brano, insieme ai precedenti singoli “Adieu” “Anche se non voglio”anticipa l’atteso album di inediti del cantautore emiliano di prossima uscita.

Da marzo Dente, accompagnato dalla sua band, partirà per il nuovo tour in cui porterà sui palchi dei più importanti club italiani il meglio del suo repertorio, oltre ai brani inediti.

Queste le date ad oggi confermate, prodotte da Massimo Levantini per Baobab Music & Ethics:

13 MARZO – Latteria Molloy – BRESCIA

14 MARZO – New Age – RONCADE (TV)

20 MARZO – Locomotiv Club – BOLOGNA

21 MARZO – Bronson Club – RAVENNA

27 MARZO – Casa delle Arti – COVERSANO (BA)

28 MARZO – Officine Cantelmo – LECCE

E poi ancora

3 APRILE – Hall – PADOVA 17 APRILE – Teatro Alfieri – MONTEMARCIANO (AN) 
18 APRILE 
– Common Ground – NAPOLI
25
 APRILE – Spazio 211 – TORINO

Giuseppe Peveri detto DENTE, nasce a Fidenza (PR) nel 1976. Poco più che adolescente, intraprende la sua avventura musicale come chitarrista dei Quic, passando per la band La Spina, con cui pubblica due album alla fine del secolo scorso, per poi intraprendere la carriera solista nel 2006. DENTE è uno dei più apprezzati cantautori italiani, un musicista che negli anni ha conquistato un pubblico sempre più numeroso e affezionato riuscendo a imporre il suo personalissimo linguaggio pop dai tratti essenziali e ricercati. Ad oggi ha pubblicato 6 album in studio, un Ep digitale e un libro. Ha collaborato con numerosissimi artisti del panorama italiano come Perturbazione, Arisa, Marco Mengoni, Le Luci della centrale Elettrica, Manuel Agnelli, Coez, Brunori s.a.s., Enrico Ruggeri e Selton.

Arezzo Capitale della musica rock, tra novità e giovani talenti: tutto pronto per Arezzo Wave Contest 2020

Riparte il contest per giovani artisti più longevo e partecipato d’Italia: da oggi fino al 22 marzo sarà possibile iscriversi gratuitamente alle selezioni regionali. I musicisti iscritti riceveranno la Wave Card, per agevolazioni su merchandising, concerti e servizi ad Arezzo. In cantiere la creazione di “A.R.I.A di musica”, l’Arezzo Rock Italian Academy.

Intanto, Sudwave Festival 2019 è tra i primi dieci classificati per il ‘Best Indoor Festival’ all’Eurosonic 2020 di Groningen, unico festival a rappresentare l’Italia all’estero.

Arezzo 15 gennaio 2020 – Ci siamo, parte ufficialmente oggi Arezzo Wave Contest 2020, il concorso per artisti più longevo e partecipato d’Italia. L’iscrizione è gratuita e possibile fino al 22 marzo: per le band vincitrici in palio ricchi premi, anche solo iscriversi ad Arezzo Wave Contest permetterà l’accesso automatico alle audizioni per il concorso Primo Maggio Next. Arezzo si conferma così capitale culturale per la ricerca e promozione di talenti:gli iscritti del contest avranno la nuova Wave Card, per agevolazioni per tutti gli appassionati dello storico Festival di musica; tra le novità in cantiere la creazione dell’università del rock, “A.R.I.A. di musica” (Arezzo Rock Italian Academy), corsi di musica a 360 gradi da giugno 2020.

Arezzo Wave Contest è un progetto promosso e realizzato da Fondazione Arezzo Wave Italia, grazie ai partner istituzionali di Regione Toscana e Comune di Arezzo, i partner locali Fondazione Guido d’Arezzo e Fondazione Arezzo Intour, e il partner internazionale Yourope

È ancora luminosa la scia dell’edizione 2019 di Sudwave Festival & Convention. Fino al 18 gennaio, Mauro Valenti, cuore e anima della Fondazione Arezzo Wave Italia, sarà ad Eurosonic Noorderslag2020(ESNS)a Groningen, nei Paesi Bassi, per partecipare alla serata di premiazione degli European Festival Awards, con un compito speciale. Sudwave, infatti,ricoprirà l’onorevole ruolo di rappresentare l’Italia nella categoria ‘Best Indoor Festival’ tra gli 81 festival presenti:Sudwave Festival è tra i primi dieci, unica scelta tra i festival italiani. Nell’occasione sarà presentato il programma di Arezzo Wave a Parigi, con i concerti live del 2-3 aprile 2020 nella capitale francese di Enrico Nigiotti, La Rappresentante di Lista, La Municipàl e La Scapigliatura. L’evento fa parte di “Per chi crea”, programma promosso dal MIBACT e gestito da SIAE per i giovani sotto i 35 anni

Arezzo è da sempre capitale italiana per la musica rockgrazie alle le tante iniziative della Fondazione Arezzo Wave Italia, con Sudwave si candida per essere il punto di riferimento della musica e della cultura anche nel sud d’Europa. Infatti, è in cantiere un progetto innovativo: creare ad Arezzo l’università del rock “A.R.I.A. di musica”, la Arezzo Rock Italian Academy, per organizzare corsi di formazione ad hoc per i musicisti con le più importanti figure della filiera musicale italiana e su argomenti di massima utilità per gli iscritti al concorso musicale. Tra i topic sotto il riflettore in materia di corsi in classe o “on demand” ci saranno il vocal coaching, il report fotografico live, scrittura creativa, arrangiamento, social media marketing musicale, autoproduzione e scelta dell’etichetta discografica, la parte legale da conoscere in un contratto musicale

Attraverso il form di iscrizione ad Arezzo Wave Contest 2020, sarà già possibile per i musicisti iscritti indicare argomenti per loro utili da approfondire nei corsi, oppure quale artista vorrebbero incontrare. Ad ognuno di loro sarà quindi consegnata la Wave Card, che permetterà ai musicisti non solo di avere sconti sui corsi e sul merchandising, accessi prioritari ai concerti di Arezzo Wave, ma anche riduzioni per soggiorni ed altri servizi nella città di Arezzo.

Tutto pronto per il 2020, dunque: iscriversi al contest è facile e gratuito. Negli anni si sono iscritti più di 50.000 gruppi e più di 200.000 musicisti tra i quali Alborosie, i Negramaro, i Joy Cut, The Zen Circus, Mellow Mood, Fast Animals and Slow Kids e moltissimi altri. Due i brani richiesti da inviare al momento dell’iscrizione per poter essere ascoltati dai giurati regionali: dopo la selezione in studio da parte dei rappresentanti regionali, i gruppipotranno suonare alle selezioni live della loro regione (che si svolgeranno da fine marzo a fine maggio) e i migliori gruppi regionali si esibiranno alla finale nazionale ad Arezzo. Nel 2019 molti i premi consegnati: Nuovo Imaie ha conferito ai vincitori friulani The Hunting Dogs 15.000 euro per un tour di almeno 8 date, e i maggiori festival italiani, in collaborazione con Arezzo Wave, hanno ospitato molti dei gruppi finalisti, dal Concerto del Primo Maggio a Roma a Collisioni a Barolo. Grazie alla collaborazione con il Concerto del Primo Maggio, iscriversi ad Arezzo Wave Contest permetterà l’accesso automatico alle audizioni per il concorso Primo Maggio Next.

I gruppi finalisti del contest saranno giudicati dagli amici attivi di Arezzo Wave, ovvero da una giuria composta tra gli altri da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Erriquez e Finaz della Bandabardò, Drigo dei Negrita, Petra Magoni, DJ Ralf, Luca Morino dei Mau Mau, Pianista Indie, dai musicisti Giorgio Prette (ex Afterhours), Marco Montanari e Valerio Corzani, e ancora Mixo di Radio Capital, Claudio Trotta di Barley Arts, Massimo Bonelli del Concerto del Primo Maggio, Giorgio Crana di Collisioni.

Inoltre, Arezzo Wave Contest permette a chi ha i requisiti di accedere automaticamente ad altre due categorie in concorso: Arezzo Wave Music School, dedicato alle band con almeno un musicista che frequenta le scuole medie superiori italiane, e Arezzo Wave Ius Soli per i gruppi formati da giovani italiani di seconda generazione. Per tutte le informazioni necessarie sul più grande concorso live italiano, attivo in ogni regione, basta consultare il sito ufficiale di Arezzo Wave (www.arezzowave.com).

Workshop, corsi e laboratori, confronto continuo con esperti del music managament: l’idea di un’Accademia dedicata ai giovani talenti musicali nasce da lontano e ha trovato esperienza proprio dall’ultima edizione di Sudwave Festival & Convention 2019, in particolare con il progetto Woodstock Wave 50, il corso di formazione realizzato grazie ad uno dei bandi “Per Chi Crea”, promosso dal Mibact e gestito da SIAE, la Società Italiana degli Autori ed Editori. I sei giovani protagonisti, tutte voci di età inferiore ai 35 anni, hanno realizzato una compilation con le più belle canzoni dello storico festival di Woodstock, oggi ascoltabile online sul sito ufficiale (www.sudwave.com).

In attesa di scoprire i volti dei talentuosi artisti del contest, è stata pubblicata la locandina per Arezzo Wave Contest 2020. L’illustrazione quest’anno è a cura di Luca Ralli, disegnatore e artista aretino. Ha già collaborato a riviste come “Linus”, “Carta”, “Cuore”. Fumetti, teatro e letteratura nella sua carriera, segnata dall’incontro con l’autore Stefano Benni per cui ha ideato e realizzato i book trailer di numerosi libri negli ultimi decenni.

I Rolling Stones, Bob Dylan, Paul Getty nelle storie di Fiorella Bellagotti, che si racconta ai microfoni di RKO

Uno storytelling d’eccezione, in esclusiva per RKO, intervistata dal nostro Tobia Lamare, la giornalista Fiorella Bellagotti ci porta indietro nel 1969 con storie incredibili di rock’n’roll, backstage, notti insonne passate con artisti di fama mondiale! Moglie del noto produttore discografico americano Scott English ha incontrato artisti come Rolling Stones, Bob Dylan, Joe Cocker ma anche personaggi come Paul Getti III … insomma racconta un mondo fatto di eccessi, arte ed ovviamente tanta musica, buon ascolto

tale number 1

Tobia Lamare conduce su RKO lo spazio “1 ora con Lamare”, in onda il VENERDI dalle 16 alle 17 in diretta. Non ci resta che attendere la prossima puntata per continuare ad ascoltare le fantastiche storie della Bellagotti! Stay Tuned!!

CIP è il nuovo album di BRUNORI SAS, ecco la nostra intervista

Abbiamo incontrato Brunori in occasione della presentazione del suo nuovo lavoro “CIP”, alla Feltrinelli di Bari. Un nuovo capitolo nella discografica dell’artista calabrese, che ormai ha raggiunto una maturità compositiva importante. Artigiano della musica popolare ora Art pop (qualcuno scrive it-pop) , dove pop, come lui stesso ci dice, non ha una accezione negativa, anzi. La natura umana sempre al centro della sua attenzione ma dove l'”io” o il “noi” hanno una visione d'”insieme” nuova, diversa rispetto alle sue ultime incisioni. Undici nuove tracce dove il cantautore ha voluto cantare “dell’Uomo e non degli uomini”.

il 10 gennaio 2020, a quasi tre anni dall’uscita di “A casa tutto bene”, l’album certificato platino che ha conquistato pubblico e critica, Brunori Sas torna sulla scena con un nuovo album ” Cip!”  (Island Records) un altro capolavoro, profondo senza perdere la sua leggerezza, un disco che vede la produzione di Taketo Gohara e dello stesso Dario Brunori, registrato tra la Calabria e Milano.

Brunori tornerà anche in concerto: dopo il trionfale tour prima nei club e poi nei teatri che dal 2017 ha registrato solo sold out, Dario Brunori è pronto per Brunori Sas Tour 2020, in partenza da marzo 2020 nei palazzetti di tutta Italia! Approderà a Bari il 3 aprile. Ecco qui tutte le date del tour

Brunori Sas Tour 2020 – Le date

Martedì 3 marzo 2020 – Jesolo (VE) @ PalaInvent
Sabato 7 marzo 2020 – Torino @ Pala Alpitour
Venerdì 13 marzo 2020 – Assago (MI) @ Mediolanum Forum
Domenica 15 marzo 2020 – Casalecchio di Reno (BO) @ Unipol Arena
Sabato 21 marzo 20202 – Firenze @ Mandela Forum
Martedì 24 marzo 2020 – Ancona @ PalaPrometeo
Venerdì 27 marzo 2020 – Roma @ Palazzo Dello Sport
Sabato 28 marzo 2020 – Napoli @ PalaPartenope
Venerdì 3 aprile 2020 – Bari @ PalaFlorio
Domenica 5 aprile 2020 – Reggio Calabria @ PalaCalafiore

Cip! è stato anticipato lo scorso settembre dal singolo “Al di là dell’amore”,  entrato subito in classifica e che trovate qui sotto…

Al via stasera CROMA, la rassegna di musica classica curata da Ludovica Rana

Serata all’insegna dell’eccellenza con il DUO CLARINETTO-PIANOFORTE di Matteo Mastromarino e Leonardo Pierdomenico

Stasera, venerdì 17 gennaio 2020 ore 20.45 primo appuntamento con CROMA, la rassegna di musica classica curata da Ludovica Rana, giovane violoncellista salentina di Arnesano dalla carriera internazionale.

“Il desiderio di portare la musica classica anche nelle sale del Teatro Koreja – racconta Ludovica Rana – nasce dalla profonda volontà di arricchire il territorio e di sensibilizzare sempre di più il giovane pubblico salentino. Saranno 5 gli appuntamenti in cartellone, che toccheranno le pagine più importanti e coinvolgenti della storia della musica cameristica eseguite da artisti di fama nazionale e internazionale, premiati e con una carriera già avviata in Italia e nel mondo”

Serata all’insegna dell’eccellenza quella ai Cantieri Teatrali Koreja, che vedrà protagonista il DUO CLARINETTO-PIANOFORTE composto da Matteo Mastromarino clarinettistaorgoglio tarantino, perfezionatosi presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Leonardo Pierdomenico, uno degli artisti più interessanti della sua generazione accolto dalla critica internazionale come “un pianista in cui la spiccata capacità tecnica e la cura del suono si sposano con immaginazione ed inesauribile, scrupolosa musicalità” nel loro  

Occorre considerare i musicisti nel loro insieme, perché nulla vada perduto auspicava Ernst Bloch. Tale è il presupposto filosofico che in-forma questo recital. Se è vero che ciascuna musica parla un suo proprio linguaggio geograficamente determinato (Savinio, Scatola sonora) è altrettanto vero che Francia e States, per virtù storiografica e affinità elettive, dialogano perfettamente fra loro. Non sorprenda dunque che Bucolique di Eugène Bozza (1949) o la Première Rhapsodie di Debussy (1910), clarinettistici morceaux de concour, si trovino in adiacenza con la celebre Rhapsody in blue di Gershwin (1924), brano in cui “si respira l’aria dell’America” (dal blues al foxtrot) ma che oscilla fra “le tortuosità debussyane e i fuochi d’artificio alla Liszt”. Così, almeno, la pensava l’eccelso Bernstein (lui che risolveva la vexata quæstio circa il Debussy impressionista o simbolista rispondendo, tranchant: “è Seurat”). Al clarinetto Lenny dedicò nel 1942 una Sonata (la sua prima opera pubblicata!) pervasa da certo luminoso entusiasmo. In veste di pianista, nell’aprile 1963 sarà invece protagonista della prima esecuzione della Sonata per clarinetto di Poulenc, commissionata da Benny Goodman.

Programma della serata:

C. Debussy Première Rhapsodie

E. Bozza Bucolique

F. Poulenc Sonata

L. Bernstein Sonata

G. Gershwin Rhapsody in blue

Ludovica Rana ha 24 anni, si è diplomata con il massimo dei voti e la lode presso l’Istituto Musicale “Giovanni Paisiello” e successivamente ha conseguito il Master in Music Performance presso Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano sotto la guida del M° Dindo. Si è diplomata con il massimo dei voti presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia nel Corso di Perfezionamento di Musica da Camera e attualmente frequenta il Corso in Violoncello con il M° G. Sollima. Si è già imposta in prestigiosi Concorsi ed ha vinto numerosi Premi. Attualmente è Direttore Artistico della Stagione musicale Sfere Sonore e dal 2017 diventa Segretario Artistico del Festival Classiche Forme a Spongano. Dal 2018 è sostenuta dall’Associazione culturale Musica con le Ali. Suona un violoncello C. A. Miremont del 1870.

Matteo Mastromarino nasce a Statte (TA) e inizia il suo percorso musicale all’età di tre anni con suo padre, diplomandosi in clarinetto nel 2012 sotto la guida di Antonio Tinelli. Si perfeziona con Alessandro Carbonare presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia ed ha recentemente concluso i suoi studi ottenendo il Master in Interpretazione Musicale nella classe di Romain Guyot presso l’Haute École de Musique di Ginevra. Viene premiato in concorsi internazionali, fra cui Accademia Musicale Pescarese, Ciro Scarponi, Saverio Mercadante, Marco Fiorindo, Malta Woodwind Competition e Lisbon International Clarinet Competition. Nel 2014 è accademista presso il Collegium Musicum Schloß Weißenstein di Pommersfelden e l’anno successivo viene invitato per suonare in qualità di solista il Primo Concerto in fa minore di Weber. Inoltre si è esibito come solista con l’Orquestra Metropolitana de Lisbõa e l’Orchestra della Magna Grecia. Ha collaborato con la Finnish Radio Symphony Orchestra di Helsinki, Ensemble Les Dissonances, Copenhagen Philharmonic, Orchestra del Teatro Carlo Felice, Orchestra Filarmonica di Torino, Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, Orchestra Luigi Cherubini. Sotto la direzione di Riccardo Muti, Fabio Luisi, Juraj Valchua, Jeffrey Tate, John Axelrod, Hannu Lintu, Nathalie Stutzmann, Andris Poga, Shlomo Mintz, Alexander Lonquich, Carlo Rizzari e Giampaolo Pretto. Ha suonato per Ravello Festival, Ravenna Festival, Yle (Finnish Radio), Philharmonie de Paris, Opera de Dijon, Philharmonie de Luxembourg, Auditorium del Lingotto di Torino, Teatro Comunale di Ferrara, LAC di Lugano, Victoria Hall de Genève, Auditorium Parco della Musica di Roma, Unione Musicale di Torino, Accademia Chigiana di Siena, Amici della Musica di Taranto e Festival Das Artes di Coimbra. Il 22 giugno 2016 viene premiato dal Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini durante la Giornata della Musica. Di recente ha raggiunto le Final Sixteen della 73ma edizione del Concorso di Ginevra.

 Leonardo Pierdomenico Vincitore del “Raymond E. Buck” Jury Discretionary Award al prestigioso concorso pianistico internazionale “Van Cliburn” 2017, Leonardo Pierdomenico è uno degli artisti più interessanti della sua generazione. Viene accolto dalla critica internazionale come “un pianista in cui la spiccata capacità tecnica e la cura del suono si sposano con immaginazione ed inesauribile, scrupolosa musicalità” (Grampohone UK) capace di “catturare l’attenzione degli ascoltatori senza che essi se ne rendano conto” (Radio Télévision Belge Francophone). Comincia a imporsi sul panorama internazionale durante lo storico “Concours Reine Élisabeth” nell’edizione 2016, dove la sua prova semifinale solistica verrà poi selezionata per far parte del disco con le migliori esecuzioni dei finalisti e pubblicata dall’etichetta Harmonia Mundi. E’ inoltre il vincitore della 28esima edizione del Premio Venezia al teatro La Fenice a soli 18 anni, risultando il miglior pianista diplomato dei conservatori italiani e ricevendo nella stessa occasione la Medaglia di bronzo dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano e la targa del Senato della Repubblica per meriti artistici.Si esibisce al fianco di orchestre del calibro della Fort Worth Symphony, dell’Orchestre Royal De Chambre de Wallonie, dell’Orchestra sinfonica del Teatro La Fenice, dell’Orchestra Verdi di Milano e della Wuhan Philarmonic Orchestra. Leonardo è ospite, in veste di solista, delle principali istituzioni italiane ed estere, tra le quali: la Società dei Concerti di Milano nella sala Verdi del Conservatorio, l’Accademia nazionale di Santa Cecilia nell’auditorium Parco della musica di Roma, il Konzerthaus di Berlino, il Flagey di Bruxelles, il Festival Chopin de La Scala di Parigi, la Bass Hall di Fort Worth (TX) negli USA, la Qin’tai concert hall di Wuhan in Cina, la sala grande del Teatro La Fenice di Venezia, il Bologna Festival, l’Accademia Filarmonica Romana, le Settimane musicali al teatro Olimpico di Vicenza, la Fazioli Concert Hall.Il suo debutto discografico, dedicato ad opere di Franz Liszt e pubblicato dall’etichetta discografica olandese Piano Classics, è stato accolto positivamente da pubblico e critica, guadagnando la prestigiosa Editor’s Choice della rivista di settore inglese Gramophone come uno dei migliori dischi del settembre 2018 ed una delle sette nominations per il Preis der Deutschen Schallplattenkritik (il prestigioso premio della critica musicale nazionale tedesca) quale miglior disco dell’anno 2018. Leonardo si diploma al conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara all’età di 17 anni con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, per poi proseguire il suo percorso di studi alla Scuola di Musica di Fiesole, dove ottiene un diploma di perfezionamento pianistico sotto la guida del M° Pietro De Maria; fondamentali per la sua formazione sono stati anche gli incontri con la leggendaria Maria Tipo. Nel 2017 conclude il master di perfezionamento pianistico dell’ Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma nella classe del M° Benedetto Lupo, ottenendo il massimo dei voti e la lode. Attualmente continua la sua formazione attraverso le masterclass del M°Benedetto Lupo ed i corsi del M°Alessandro Deljavan.