Archivi categoria: Eventi

Misericordia. Torna Emma Dante al teatro Kismet di Bari con il nuovo lavoro sulla fragilità. Domani e dopodomani

Domani e dopodomani, 22 e 23 febbraio 2020, il Teatro Kismet, in strada San Giorgio martire, 22/F, Bari ospita il nuovo lavoro di Emma Dante.

La fragilità delle donne protagonista del nuovo appuntamento della Stagione di prosa 2019/2020 Teatri di Bari al Kismet.

Sabato 22 febbraio alle ore 21 e domenica 23 febbraio alle ore 18 va in scena Misericordia, nuovo spettacolo firmato da una delle autrici più seguite del teatro contemporaneo: Emma Dante, su produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa, Teatro Biondo di Palermo, Atto Unico / Compagnia Sud Costa Occidentale.

L’autrice porta sul palco del Kismet l’umanità con tutti i suoi drammi, una ‘favola contemporanea’ che mette in luce la fragilità delle donne, caratterizzate nell’universo di Emma Dante da una disperata e sconfinata solitudine.

Misericordia, scritto e diretto da Emma Dante, con Italia Carroccio, Manuela Lo Sicco, Leonarda Saffi, Simone Zambelliluci Cristian Zucaro assistente di produzione Daniela Gusmano, coordinamento e distribuzione Aldo Miguel Grompone Romaph Masiar Pasquali.

Tre puttane e un ragazzo menomato vivono in un monovano lercio e miserevole. Durante il giorno le donne lavorano a maglia e confezionano sciallette, al tramonto, sulla soglia di casa, offrono ai passanti i loro corpi cadenti. Arturo non sta mai fermo, è un picciutteddu ipercinetico. Ogni sera, alla stessa ora, va alla finestra per vedere passare la banda e sogna di suonare la grancassa.

La madre di Arturo si chiamava Lucia, era secca come un’acciuga e teneva sempre accesa una radiolina. La casa era china ‘i musica e Lucia abballava p’i masculi! Soprattutto per un falegname che si presentava a casa tutti i giovedì. L’uomo era proprietario di una segheria dove si fabbricano cassette della frutta, guadagnava bene ma se ne andava in giro con un berretto di lana e i guanti bucati. Lo chiamavano “Geppetto”. Alzava le mani. Dalle legnate del padre nasce Arturo e Lucia muore due ore dopo averlo dato alla luce. Nonostante l’inferno di un degrado terribile, Anna, Nuzza e Bettina se lo crescono come se fosse figlio loro. Arturo, il pezzo di legno, accudito da tre madri, diventa bambino.

“Misericordia” è una favola contemporanea. Racconta la fragilità delle donne, la loro disperata e sconfinata solitudine. L’ingresso è a pagamento. Il botteghino del Kismet – Teatri di Bari è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 16.30 alle ore 18.

Per info: mail a botteghino@teatrokismet.it, telefono 080 5797667 – 335 8052211.

Il programma completo della Stagione di prosa 2019/2020 è disponibile sul sito http://www.teatridibari.it

Il prossimo weekend al Teatro Kismet

Venerdi 21 febbraio h 21

CONCITA DE GREGORIO
‘La razza dei diamanti. Anatomia del potere’

Un tour alla scoperta delle stanze del potere, dove si svelano le meccaniche occulte e gli equilibri inconfessabili nel gioco del comando. A far da guida è la giornalista e scrittrice Concita De Gregorio, protagonista del secondo appuntamento di Atlante Occidentale, la rassegna a cura di Nicola Lagioia, presidente onorario
di Teatri di Bari. La nota firma de La Repubblica ed ex direttrice de L’Unità presiede così venerdì 21 febbraio al Teatro Kismet di Bari, l’incontro intitolato La razza dei diamanti. Anatomia del potere, in programma alle ore 21. Una lezione che muove le fila dal suo primo romanzo, intitolato ‘Nella notte’, dove la scrittura disvela una notte particolare, appunto: quella che precede l’elezione – sofferta – del nuovo presidente della Repubblica.

ATLANTE OCCIDENTALE
La rassegna Atlante Occidentale, a cura di Nicola Lagioia, vede protagonisti quattro grandi scrittori contemporanei che provano a raccontarci, della nostra epoca e di quelle passate, ciò che di solito non riusciamo a vedere. Dopo Melania Mazzucco, saranno Concita De Gregorio, Antonio Manzini e Antonio Scurati a condurre lezioni magistrali, focalizzandosi su temi che incrociano passato e presente. Si va dalla rilettura della grande Storia con le sue tragedie cicliche (Mazzucco) all’indagine dei lati più inquietanti della lotta tra i gangli del potere in Italia (De Gregorio), passando a scoprire i segreti delle arti visive capaci di denudare l’animo umano (Manzini) e indagare la ‘propensione al crimine’ della nostra società (Scurati).

La fragilità delle donne al centro della narrazione di Emma Dante

Sabato 22 e domenica 23 febbraio al teatro #Kismet la nuova produzione firmata da una delle autrici più seguite del teatro contemporaneo: Misericordia. Un imperdibile appuntamento della Stagione di prosa 2019/2020 Teatri di Bari 

Tutte le INFO sull’evento: http://bit.ly/EmmaDanteKismet

numero wapp 355805221

SZIGET FESTIVAL – L’ISOLA DELLA LIBERTÁ 5-11 Agosto 2020

SZIGET FESTIVAL – L’ISOLA DELLA LIBERTÁ
5-11 Agosto 2020

Oggi il Sziget pubblica il primo comunicato svelando 80 nomi della line-up che come sempre si rivela molto varia nei generi musicali. Il Festival con oltre 530,000 visitatori su un’isola verde nel Danubio è il quinto festival più grande al mondo, e forse il più internazionale di tutti. Ogni anno raduna Szitizen provenienti da 100 nazioni diverse con il solo intento di passare insieme 7 giorni tra musica, arte, divertimento e amicizia. In occasione di questa settimana il tranquillo parco naturale di Budapest si trasforma nell’Isola della Libertà, una città incantata con oltre 35.000 campeggiatori, installazioni artistiche, servizi di altissimo livello, e 60 venues, che garantiscono uno svago adatto per tutti i gusti.

Gli abbonamenti (7-Day, 5-Day e 3-Day Pass) e moltissime opzioni glamping sono già in vendita sul sito ufficiale szigetfestival.com/it/ e tra pochissimi giorni si potranno prenotare anche i viaggi comodi ed ecologici in pullman da varie città italiane. L’abbonamento per 7 giorni al prezzo Early Bird di 299€ con il campeggio incluso sarà disponibile fino al 03 Marzo, data in cui i prezzi aumenteranno.

Per la prima volta sul Main Stage i The Strokes, band leggendaria di New York in tour per presentare il nuovo attesissimo disco. I ritorni acclamati quelli della band di Nashville, i Kings of Leon, e di Dua Lipa, cantante di origine Kosovara, ormai superstar internazionale in cima alle classifiche in tutto il mondo. Non ha bisogno certamente di presentazioni Calvin Harris, produttore di innumerevoli hit dance planetarie, che insieme ad un altro illustre trio della scena l’electro-dance Major Lazer saranno headliner in diverse giornate sul Main Stage. Diplo, in più, raddoppierà la sua presenza con un solo show durante il festival. La scena pop britannica sarà massicciamente rappresentata anche grazie alle performance di Lewis Capaldi,Tom Walker e Mark Ronson, uno dei personaggi, quest’ultimo, tra i più importanti dei nostri tempi, che può vantare produzione di nomi come: Amy Winehouse, Queens of the Stone Age, Bruno Mars, Lady Gaga e di sir Paul McCartney.

Il Sziget è amato per la sua incredibile varietá di programmi, musicali e non. Nella line-up 2020 segnaliamo band indie-folk come Of Monsters and Men dall’Islanda, Lola MarshDaughter, e potentissime artiste femminili come Anna Calvi, Princess Nokia, Jade Bird, Sevdaliza, Sigrid e tante altre ancora. Per gli amanti dei suoni piú rock e punk consigliamo l’ascolto dei Clutch, Fever 333, Black Honey, Viagra Boys, Bikini Kill, METZ, Amyl and the Sniffers e i Parquet Courts.

Molto presente la scena rap e R&B con i superstar A$AP Rocky,Khalid,Denzel Curry, poi blackbearStormzy, Loyle Carner e Little Simz ma non solo. Non mancano certamente i DJ set dalla house alla techno, dalla dance all’EDM: R3HAB, Troyboi, NGHTMRE, Sam Feldt, Camelphat, Caribou, Kaytranada, etc. La sezione techno è guidata dall’italiano Joseph Capriati, poi ci saranno Dixon, Jamie Jones, Chris Liebing, gli attesissimi I Hate Models, e tantissimi altri nello stravagante Colosseum dedicato alla techno e all’electro più sperimentale, mentre il gigante Party Arena ospiterà i DJ set house e dance.

Ma attenzione perchè questi nomi costituiscono solo una prima lista iniziale, seguiranno altri 2 headliner sul main stage, molte altre band per gli altri palchi e tutte le performance non-musical. Molto attesi anche i programmi del Circus Tent, del Teatro e Danza, il lounge Sziget Beach, gli incontri e attività organizzate dalle varie NGO sui temi come l’inclusione, ecologia e sostenibilità più ancora laboratori d’arte e gare sportive. Sull’Isola la vita non si ferma mai e ad ogni angolo si potrà essere sorpresi da un’esperienza speciale da viviere con gli altri Szitizen. Una settimana a Budapest, ma fuori dal mondo e dalla consuetudine, sull’Isola della Libertà!


 

talk show & live con Carmelo Pipitone

Ritornano i “talkshow live” di RKO. Questo appuntamento è dedicato al grande Carmelo Pipitone (Marta sui Tubi, DUNK, ORK) che ci ha regalato un live incredibile. Tra storie ed aneddoti abbiamo ascoltato il suo album solista “Cornucopia” (gli articoli li trovate sempre sulla nostra piattaforma) con qualche cover d’eccezione. Per chi si fosse perso questo appuntamento ecco qui la registrazione di quello che è accaduto il 4 febbraio al Corvo Torvo di Bitonto, Carlo Chicco intervista Carmelo Pipitone.

Gallery

Il Teatro Kismet riapre! Vi aspettiamo sabato 8 e domenica 9 febbraio

Il Teatro Kismet riapre i battenti ed inizia la tanto attesa stagione teatrale, stagione che riserverà tantissime sorprese. Si parte sabato 8 e domenica 9 febbraio, un week-end di spettacoli, nella nuova sala teatro con 400 posti a disposizione degli spettatori. Ce ne parla in diretta radio Natale Cassano (ufficio stampa Teatri di Bari)

Si parte sabato 8 febbraio con ‘Uccelli di Aristofane’, adattamento teatrale a firma di Emilio Russo.

Sabato 8 febbraio, ore 21
Tieffe Teatro Milano

UCCELLI DI ARISTOFANE

Adattamento e regia: Emilio Russo
con: Camilla Barbarito, Giuditta Costantini, Nicolas Errico, Fabio Zulli, Claudio Pellegrini, Claudio Pellerito, Giulia Perosa,Daniele Gaggianesi, Alessia Pellegrino.
scene: Luca Rho
costumi: Pamela Aicardi
luci: Mario Loprevite
Interventi di Teatro d’ombre: Compagnia Controluce

“Aristofane nella Grecia del 414 A.C., mentre il suo mondo si sgretola tra guerre e scontri ideologici e generazionali, riesce a fermare il tempo, a cercare una via di fuga nell’immaginario, a disegnare un impossibile mondo possibile. Uomini e Dei accumunati da corruzione e avidità, saranno da ora in poi divisi da Nubicuculia, la città costruita sulle nuvole, e dal sogno di libertà e partecipazione degli uccelli suoi abitanti, che decideranno per una vita senza leggi e senza denaro. Sarà proprio in questo “spazio”, quello della voglia di cambiamento, quello della rivoluzione possibile, quello delle pulsioni adrenaliniche, che proveremo a raccontare il capolavoro del più grande poeta comico della commedia classica. Un racconto senza tempo, attualizzato nel linguaggio, tra Cervantes, George Orwell e Alfred Jarry, ma anche Totò, eppure con estrema fedeltà alle dinamiche e agli intrecci dei personaggi originari. In scena una compagnia di giovani interpreti tra parole e musica in uno spettacolo che restituisce la forza comica e le emozioni della straordinaria e controversa opera del grande poeta ateniese. Per il racconto/viaggio dei due “profughi” alla ricerca della città e della vita ideale utilizzeremo diversi linguaggi, dal teatro d’ombre, al canto, al movimento all’interno di una scenografia che richiama gli spalti di un teatro antico, specchio della platea reale in un gioco ad incastro tra il tempo e lo spazio”. Emilio Russo

CLICCATE QUI PER ACCEDERE ALL’EVENTO FACEBOOK

————————————————————————————-

Domenica 9 febbraio va in scena ‘L’uomo che cammina nudo’, opera incentrata sulla vita dell’immortale artista Pino Pascali 

Domenica 9 febbraio, ore 18

L’UOMO CHE CAMMINA NUDO


adattamento teatrale Clarita Di Giovanni – Francesco Suriano
regia Clarita Di Giovanni – Francesco Suriano
interprete di Pino Pascali Mauro Racanati
musiche e suoni Stefano Gramitto Ricci
oggetti di scena Maria Teresa Padula
costumi Luigi Bonanno
video Clarita Di Giovanni
adattamento tratto dai testi “Pino Pascali, l’uomo che cammina nudo” di Anna D’Elia, edizioni Peccolo, Livorno, 2018 e da: “Pino Pascali e Carla Lonzi. Discorsi” pubblicato per la rivista Marcatrè, 1967

È il 30 agosto 1968. Il corpo di Pino Pascali giace in coma al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni a Roma. Un’ora prima il giovane artista ha subito un terribile incidente sulla sua moto. Artista eclettico, esplosivo, pittore, scultore, performer, ormai conclamato, esposto nei musei e nelle gallerie più importanti nel mondo, Pascali si era trasferito a Roma dodici anni prima, da Bari, passando per Napoli, con il sogno dell’arte in testa. Gli incontri, e a distanza le voci che affiorano, innescano il flusso di memoria conscia e inconscia con cui Pino si confronta nell’ultima settimana di vita. È lo stesso Pascali a narrare e percorrere in 8 “quadri”, senza seguire una cronologia. I quadri compongono l’esperienza dell’artista come un puzzle le cui tessere sparse, collocandosi, conducono alla visione intera e al senso della sua esistenza breve e folgorante, contenuta già tutta nella formazione adolescenziale e consumata come per tutti i grandi artisti scomparsi in giovinezza con il fervore di chi non ha tempo da perdere e deve lasciare un segno, indelebile e significante.

CLICCATE QUI PER ACCEDERE ALL’EVENTO FACEBOOK

35° anniversario di carriera per i Rhomanhife. Si festeggia con un live al Black Rose di Bari

I Rhomanife compiono il 35° anniversario di carriera di musica indipendente ed invitano tutta la comunità, in occasione del 75° compleanno di Bob Marley, a festeggiare con un concerto live presso il Black Rose ( Via G.Oberdan 4/D 70126 Bari).

Si ringraziano tutti i musicisti, le amiche e gli amici, la gente d’amore che ci ha supportato in tutti questi anni, tutti i festival, i promoter, le sagre, le feste patronali, le agenzie, i giornalisti. i media, le radio, i pub, i club, che hanno collaborato artisticamente ed hanno contribuito alla diffusione del messaggio d’amore. Si esibiranno per voi in amore : Gianni Rhomanife (voce e chitarra), Pino Rhomanife (basso), Filomena De Leo (voce coro), Antonella La Casella (voce coro), Nicola Boccuzzi (chitarra), Francesco Bartoli (batteria) ed Enrico Elia (tastiere).

Ingresso libero, inizio alle ore 21:30.
evento Facebook

💖💛💚   GUARDA video live RHOMANIFE: ROTOTOM SPAGNA: 

35° ANNIVERSARIO
PRESENTAZIONE DEL NUOVO VIDEOCLIP ”Love is my way” dei RHOMANIFE 💖💛💚
GUARDA IL VIDEO
:

Debutto internazionale per Koreja: in scena a Tirana LETRA per la regia di Salvatore Tramacere

Dopo Grenoble e Parigi terzo DEBUTTO INTERNAZIONALE per Koreja che dal 30 gennaio al 9 febbraio 2020, sarà in scena a Tirana (Albania) con LETRA (La lettera), una coproduzione con il Teatro Metropol che segna un momento di lavoro importante nell’ottica dello sviluppo di una politica culturale internazionale.

LETRA (La lettera) è tratto dall’omonimo racconto di Ylljet Alicka scrittore e sceneggiatore albanese, ex ambasciatore in Francia, Monaco e Portogallo, contenuto nella raccolta I compagni di pietra (ed. Guaraldi) e vede la regia di Salvatore Tramacere; in scena  Roerd Toçe, giovanissimo attore albanese.

 […] Questo debutto internazionale – racconta Salvatore Tramacere – che coincide con una nuova coproduzione, sancisce la vocazione di Koreja all’internazionalizzazione del lavoro teatrale. La collaborazione con il Teatro Metropol di Tirana incrocia teatro, drammaturgia e creatività giovanile e rispecchia il progetto artistico di Koreja nell’ottica di un teatro aperto alle contaminazioni fra le arti, le culture e le diversità al di fuori dai confini politici e sociali nazionali […]

LETRA racconta la vita di un povero Cristo in una lettera di assegnazione per una casa popolare. Un lavoro teatrale su quanto il suono delle parole che descrivono un’esistenza misera decifrano e comprendo la storia di tutti.

Un uomo, un mendicante, in una notte di pioggia come tante, chiede ad un maestro di città che insegna nel paesino di montagna dove questi è nato e vissuto, di scrivergli una lettera per farsi assegnare una casa popolare.

È un uomo solo, Mark, che si rivolge al maestro Andrea cercando la sua comprensione. Un uomo che chiede aiuto per avere una casa. Il maestro scrive la lettera e Mark chiede che gli venga riletta. Questa lettura, l’oggettivazione della sua vita, senza alcuna enfasi diventa l’ossessione figurata del senso dell’esistenza. Mark chiederà che la lettera della sua vita gli venga riletta, nella stessa notte dal maestro e per gli anni a seguire dagli scolari che ferma per strada. Fino a che non decide di diventare voce narrante della sua stessa vita: vuole imparare a leggere e scrivere, vuole comprare un abecedario.

Letra è un lavoro sulla miseria che genera amore, una miseria condivisa, della vita di tutti, della storia di un pezzo di mondo in un paese di montagna, che è come la casa che ci manca, la vita che non sappiamo rileggere.

LETRA (La lettera)

testo Ylljet Aliçka

elaborazione drammaturgica Giulia Maria Falzea, Salvatore Tramacere

regia Salvatore Tramacere

con Roerd Toçe, elaborazione sonora Giorgio Distante, scena Lucio Diana, tecnico Alessandro Cardinale

Con il supporto del comune di Barletta nell’ambito del progetto TOURNÉE – Programma Interreg IPA CBC Italy-Albania-Montenegro 2014-2020

Carmelo Pipitone live & talk show al Corvo Torvo di Bitonto!

Giovedì 6 febbraio il Corvo Torvo di Bitonto ospiterà uno speciale talkshow & live di CARMELO PIPITONE. Dopo le esperienze in tour con Nicolas Roncea e LEF, con la conduzione di Carlo Chicco, il chitarrista dei Marta Sui Tubi ci racconterà storie ed aneddoti della sua lunga sua carriera artistica fino ad arrivare al suo primo album solista “Cornucopia”.


Carmelo Pipitone
Con i Marta sui Tubi ha pubblicato 6 album in studio, un album dal vivo e una raccolta dei brani più importanti.
Preziose le collaborazioni con artisti del calibro di Lucio Dalla,
Franco Battiato, Enrico Ruggeri e tappe importanti come il Primo Maggio a Roma, Italia Wave prima dei Placebo ,le apparizioni legata alla fiction “Romanzo Criminale” e le prestigiose partecipazioni alla trasmissione “Che Tempo Che Fa””.
Nel 2009 Carmelo Pipitone riceve il Premio Insound come migliore chitarrista acustico. Partecipano al Festival di Sanremo 2013 nella categoria “Big” con due brani “Dispari” e “Vorrei”, duettando, nella serata dedicata ai brani storici, con Antonella Ruggiero .
Nel 2014 contribuisce alla formazione della superband O.R.K. con Lorenzo Esposito Fornasari (Hypersomniac, Bersèk ) voci e tastiere, Carmelo Pipitone alle chitarre, Colin Edwin
( PorcupineTre) al basso e PatMastelotto (King Crimson) alla batteria. Band tutt’ora attiva.
Nell’estate del 2017 inizia a suonare con i Dunk ( Ettore , Marco Giuradei e Luca Ferrari dei Verdena ) e anche questa collaborazione gli permette di andare in tour per i Club e Festival d’Italia per tutto il 2018. Nel frattempo accumula materiale per la sua prima pubblicazione da solista.
Il suo primo album da solista “Cornucopia” è uscito il 16 novembre per La Fabbrica etichetta indipendente ed è stato prodotto da Lorenzo Esposito Fornasari.

CLICCA QUI PER ACCEDERE ALL’EVENTO

Ingresso gratuito.
Start: ore 22.00

Streaming alle 19: Talk con Dj Argento per la rassegna MIcrosolchi al BPlab

Microsolchi, il format ideato dai nostri Giuan e Skid (Rappercut) con Hip Hopera Foundation e Nino Loseto, per BP Lab di Bari, ospita alcuni dei protagonisti della scena Hip Hop pugliese che hanno realizzato progetti di livello nazionale ed internazionale.

RKO trasmette il talk oggi, 2 febbraio 2020, alle 19:00, per uno speciale di Rappercut, disponibile poi anche ne Le interviste di RKO

Ospite dell’ultimo appuntamento, domenica scorsa, 26 gennaio 2020, il dj e producer barese Dj Argento, col quale abbiamo parlato della sua formazione personale e artistica che passa attraverso la scoperta di suoni, che esprimono emozioni e le trasmettono. Abbiamo parlato di colonne sonore legate al cinema horror, di arte visiva, scultura, pittura, di rap e di rock, di Hip Hop e turntablism. Ma anche di scoperte passate e presenti, di paternità e progetti realizzati. Tanti gli spunti di riflessione e confronto, di divertimento e risate che abbiamo raccolto per poterli condividere con tutti voi.

La serata – Cultura Hip Hop e Parkour.

Domenica 26 gennaio BP Lab si è trasformato in un laboratorio di sperimentazione di culture urbane. Free play, contest e djset, dalle 17 alle 2 di notte.

h 17.00
Jump in Lab | Parkour Free Play
Libertà di movimento, sport e arte che si fondono, limiti che si superano. Parkour in tutta la sua libera espressione.

h 20.00
Jump in Lab | Parkour Contest
Una competizione amichevole in cui i partecipanti si sfidano nel compiere movimenti acrobatici puramente creativi.

h 21.00
Microsolchi | Dj Argento talk by Hip Hopera Foundation
La musica vera, quella autentica ed originale può essere recuperata, modellata e trasformata, ricollocandone i suoni in un contesto potente che lasci il segno e reinventi tutto. Dj Argento ci spiega come produrre musica nuova, celebrando quella che ci ha accompagnati per tutta la vita. La serata si conclude con un djset. Conducono Gigi Skid Molinari e Giovanni Giuan Petruzzelli (Hip Hopera Foundation)

Prossimo evento per la rassegna MIcrosolchi:

Il 23 febbraio 3° appuntamento per Microsolchi, talk dedicato a storie personali legate alla Cultura Hip Hop. Ospite Giuseppe Slep Naglieri.

Cultura Hip Hop, dalla scoperta all’approfondimento attraverso i dischi che hanno segnato la formazione artistica di alcuni dei più autorevoli esponenti della scena locale.  Ospite Giuseppe Slep Naglieri. Il Breaking che trasforma l’attitudine in stile, la competizione in sfida, per crescere affrontando i propri limiti e una ritmica nascosta nella melodia in ragione per continuare a ballare. Presentano Skid e Giuan (Hip Hopera Foundation).

“A NIGHT AT THE OPERA”: tutto esaurito domani a Ceglie Messapica. Arie di Verdi, Bizet e… Queen

Il concerto d’inaugurazione dell’anno accademico del Conservatorio di Musica “Tito Schipa”, dopo la prima al Teatro Politeama Greco di Lecce, domani, venerdì 31 gennaio sarà in replica al Teatro Comunale di Ceglie Messapica, sede distaccata del Conservatorio. Andato già tutto esaurito prevede in scaletta celebri arie di Verdi e Bizet e alcune canzoni dei Queen eseguite dall’Orchestra sinfonica e dal Coro del Conservatorio con le voce del soprano Fernanda Costa e del cantante rock Michele Cortese. La serata sarà condotta dalla giornalista Chiara Chiriatti e da Andy LuottoGiovedì 30 gennaio alle 11 la conferenza stampa di presentazione con tutti i dettagli della serata.

Domani, venerdì 31 gennaio alle 20:30 al Teatro Comunale di Ceglie Messapica appuntamento con “A night at the opera“, concerto di inaugurazione dell’Anno Accademico 2019/20 del Conservatorio di Musica Tito Schipa di Lecce che da 15 anni ha una sede staccata proprio nel comune brindisino. Dopo il tutto esaurito e la standing ovation finale di sabato 25 gennaio al Teatro Politeama Greco del capoluogo salentino, in scena un omaggio all’affascinante mondo del teatro d’opera musicale in tutte le sue declinazioni. L’Orchestra Sinfonica del Conservatorio con la direzione del Maestro Giovanni Pellegrini e la partecipazione del soprano Fernanda Costaproporrà infatti tre arie di Giuseppe Verdi e Georges Bizet che hanno ispirato la musica di Freddie Mercury e dei Queen. Sette celebri brani della storica band britannica, in occasione dei 50 anni della sua formazione, saranno riproposti dall’Orchestra con arrangiamenti di Daniele Vitali, docente di composizione pop-rock, con le voci di Michele Cortese e del Coro del Conservatorio coordinato da Carolina Bubbico e Veronica Farnararo. Lo spettacolo sarà condotto dalla giornalista Chiara Chiriatti con la partecipazione di Andy Luotto, attore, cantante, cuoco, protagonista di tante trasmissioni televisive di successo.

Tutti i dettagli del concerto, pensato come momento di apertura culturale al territorio della prestigiosa Istituzione salentina che conta numerosi studenti, anche stranieri, e professori di alto valore artistico e didattico, sono stati illustrati alla stampa oggi, giovedì 30 gennaio alle 11 nella sede di Via Luigi Guanella a Ceglie Messapica con la partecipazione del Presidente Biagio Marzo, del Direttore Giuseppe Spedicati, del Maestro Giovanni Pellegrini, del professore Daniele Vitali, della professoressa e responsabile Comunicazione e Pubbliche Relazioni Maria Eugenia Congedo e di Andy Luotto