Intervista con i Jennifer Gentle

AvantPOP ospita Marco Fasolo in occasione dell’uscita del nuovo lavoro di Jennifer Gentle e del live della band che si terà sabato 23 presso l’Officina degli Esordi di Bari

Dopo un’attesa lunga un decennio, uscirà in autunno per La Tempesta Dischi il nuovo album della band capitanata da Marco Fasolo. Intitolato semplicemente Jennifer Gentle e composto da 17 brani per sessanta minuti di musica, si tratta del disco di gran lunga più completo e insieme accessibile realizzato da Fasolo (il quale, dopo le collaborazioni con VerdenaBud Spencer Blues Explosion, di recente ha prodotto l’album d’esordio degli I Hate My Village con cui è attualmente in tour). 

“I Jennifer Gentle sono tornati. Non che se ne fossero mai veramente andati (ad esempio ci sono state le molte date dal vivo in compagnia di Alberto e Luca Ferrari dei Verdena), ma il loro ultimo album in studio risale al 2007 e in mezzo ci sono stati parecchi saliscendi. Da allora, Marco Fasolo (leader indiscusso della band e unico sopravvissuto della line-up originale) è stato impegnato come produttore (tra gli altri I Hate My Village, Bud Spencer Blues Explosion, Verdena), come animatore di progetti come Universal Daughters (che lo ha visto collaborare con artisti internazionali come Jarvis Cocker, Alan Vega, Chris Robinson e molti altri) ed è recentemente tornato a calcare i palchi proprio con gli I Hate My Village.

È quindi il momento giusto per pubblicare il nuovo album dei Jennifer Gentle, un disco registrato nel corso di due anni e che si presenta come una summa di tutto ciò che i JG sono stati finora, nonchèun’anticipazione di quel che saranno.

Sotto tutti i punti di vista, Jennifer Gentle è infatti di gran lunga l’album più completo ed insieme più accessibile realizzato da Marco Fasolo. Frutto di lunghe ore di registrazioni e di un’attenzione spasmodica agli arrangiamenti e al dettaglio sonoro, il nuovo album è un’esperienza che permette di apprezzare appieno le capacità di scrittura, arrangiamento e produzione di Fasolo.

È  anche il suo disco più intensamente emotivo e personale, una talvolta pensosa, talvolta gioiosa parata musicale che passa senza fatica attraverso i generi senza mai perdere la sua identità. Che si tratti di spumeggiante soul glam, di introspettive ballate dall’architettura barocca, di buffo funk retrofuturista, per arrivare alla psichedelia sballata che è il naturale marchio di fabbrica dei JG, ogni canzone è un microcosmo concepito con scrupolosa attenzione ai particolari. A legare tra loro i pezzi è la produzione di Fasolo, insieme materica ed aerea, capace di rendere in maniera quasi fisica la costruzione musicale dei brani.

“Ma Che Natura”: arte, natura e territorio

MA CHE NATURA – Progetto di arte come riflessione critica sull’essere umano, sulla natura e sul territorio “Ma Che Natura!”, a cura dell’associazione Alauda. Conferenza Pubblica presso la Sala Consiliare del Comune di Adelfia (Bari), il giorno 20 novembre 2019, ore 18.30

L’associazione per le arti e la cultura Alauda, con sede ad Adelfia, organizza e promuove per il terzo anno consecutivo un progetto artistico espositivo che mira a portare l’arte vicina alle persone, attraverso qualità, accessibilità e azioni artistiche di promozione sociale e territoriale.

Quest’anno, attorno alla tematica “arte, natura e territorio”, l’associazione promuove il progetto “Ma Che Natura!” in cooperazione con la Scuola Secondaria di Primo Grado, la Pro Loco di Adelfia e con il patrocinio del Comune di Adelfia.

Il progetto prevede una esposizione con opere d’arte di artisti professionisti di respiro internazionale pugliesi, da tutta Italia e dall’estero:

Angela Cascini, Angela Regina, Annamaria Cacciapaglia, Alessia Amati, Anna Kolle, Antonio Delluzio, Arnaldo Negri, Carla Massimetti, Cinzia Scarpa, Cristina Iotti, Concetta Russo, Clara Patella, Donatella Alibrandi, , Daniele Nitti, Demetrio Scopelliti, Emanuela Casagrande, Francesca Pastore, Francesca Pracilio, Francesco Mosca, Giuseppe Regina, Grazia Salierno, Ida Chiatante, Ilaria Gonnelli , Iula Marzulli, Jara Marzulli, Jessica Spagnolo, Katia Scorza , Laurà Zerbib, Laura Muolo, Leo Ragno, Luigi Scaringello, Maria Ditaranto, Massimo Cellamare, Michele Franco, Michele Di Pinto, Paky Bruno, Rocco Carnevale , Roberto Praderio, Sebastiano Plutino, Valeria di Ponio, Valentina Porcelli, Tania Tullo, Tom Colbie, Vanna Carlucci, Vincenzo Mascoli, Viviana Cazzato

Ma Che Natura si terrà presso l’Ex Municipio di Adelfia e una esposizione di creazioni realizzate da alunne e alunni delle classi terze della Scuola secondaria di primo grado di Adelfia che si terrà nella Torre Normanna e un incontro con l’autore e giornalista Andrea Semplici.

L’esposizione degli artisti ospiterà anche l’opera in terra cruda realizzata da Francesco Poli e Michele Todisco del collettivo LAN Laboratorio Architetture Naturali.

La comunità, in vista delle inaugurazioni delle esposizioni del 15 e del 16 dicembre, è invitata a conoscere il progetto, gli artisti partecipanti e l’andamento del lavoro nelle scuole, tramite la Conferenza Pubblica prevista per il giorno 20 novembre 2019, alle ore 18.30, presso la Sala Consiliare del Comune di Adelfia.

Saranno presenti, come relatrici, le fondatrici dell’associazione Alauda, Jara Marzulli e Iula Marzulli, e le artiste e collaboratrici Grazia Salierno e Angela Regina.

Il progetto “Ma Che Natura!” vuole porre l’accento sulla capacità dell’arte di essere vivo strumento di conoscenza e indagine attorno a tematiche attuali, unendo alla bellezza dell’arte la necessità di nutrire la consapevolezza sul mondo in cui viviamo.