Archivi tag: Sircus

L’intervista a Joe Talbot: “We’ve been IDLES and you have been perfect!”…

…queste le ultime parole di Joe Talbot al termine della tappa finale del tour estivo italiano di IDLES, nonché grande chiusura dell’edizione 2022 del Cinzella Festival alle Cave di Fantiano di Grottaglie (Taranto), lo scorso 17 Luglio 2022.

Vogliamo che questo evento, atteso da due anni, sia uno di quelli che sarà ricordato sono invece le parole rilasciate nel backstage da Mimmo Battista (AFO6, l’associazione promotrice e organizzatrice del festival). Da queste parole voglio partire per raccontarvi la mia giornata, il mio 17 luglio 2022, una giornata da ricordare, davvero.

Continua la lettura di L’intervista a Joe Talbot: “We’ve been IDLES and you have been perfect!”…

Intervista a Antonio Bacciocchi, in arte Tony Face, mod per sempre, batterista di Not Moving

Una lunga chiacchierata telefonica tra Maurizio Mottola (“Radio Sircus”, il radioshow di RKO del Sabato pomeriggio) con Antonio Bacciocchi, in arte Tony Face, mod per sempre, batterista di Not Moving (tra le altre band), giornalista, scrittore e critico musicale. Tony presenta la sua iniziativa editoriale, intitolata “Cometa Rossa”, in onore ad una delle sue band preferite di sempre, gli Area. Si tratta di una collana, diretta personalmente da Tony, che ha inaugurato le sue pubblicazioni con un volume interamente dedicato a “Sandinista” dei Clash, in occasione del 40esimo anniversario. In edizione limitata di 100 copie, già esaurite, Tony racconta il suo “Sandinista” e il contesto sociopolitico e culturale in cui venne pubblicato e accolto, guidando l’ascoltatore appassionato o neofita, traccia dopo traccia.

L’intervista diventa poi occasione per affrontare tantissime altre questioni e ascoltare il parere di Tony in merito all’odierna editoria musicale, alla “morte” del rock, fino ad arrivare al calcio popolare e alla sua fede nei confronti del Cagliari, squadra del cuore, sin da ragazzino. Consigliatissimo l’ascolto di questi 40 minuti, anche perchè Tony ci parla dei suoi ascolti preferiti del 2020, dal punk hc di Bob Mould, alla tradizione di Bob Dylan fino all’inossidabile Sir Paul McCartney. Un fiume di vibrazioni in cui vale davvero la pena immergersi e lasciarsi trasportare. HEY TONY, TAKE CARE!