Su RKO c’è DENTE

In occasione dell’uscita del nuovo singolo “cose dell’altro mondo”, DENTE ci racconta il nuovo album ed il tour che toccherà anche la Puglia. Un nuovo lavoro in controtendenza con il passato, una evoluzione musicale interessante ma con la matrice artistica che lo ha sempre contraddistinto.

COSE DELL’ALTRO MONDO (INRI/Artist First), il nuovo singolo di DENTE: il “piccolo principe” del nuovo cantautorato italiano, che in più di 10 anni di carriera si è contraddistinto per la sua originalissima cifra pop, conquistando un pubblico sempre più affezionato e numeroso.

«Cose dell’Altro Mondo è una canzone ambientata in provincia – dichiara DENTE – tra i sogni e i ricordi, i vecchi amici e il tempo che passa in mezzo alla nebbia e dentro ai bar». Il brano, insieme ai precedenti singoli “Adieu” “Anche se non voglio”anticipa l’atteso album di inediti del cantautore emiliano di prossima uscita.

Da marzo Dente, accompagnato dalla sua band, partirà per il nuovo tour in cui porterà sui palchi dei più importanti club italiani il meglio del suo repertorio, oltre ai brani inediti.

Queste le date ad oggi confermate, prodotte da Massimo Levantini per Baobab Music & Ethics:

13 MARZO – Latteria Molloy – BRESCIA

14 MARZO – New Age – RONCADE (TV)

20 MARZO – Locomotiv Club – BOLOGNA

21 MARZO – Bronson Club – RAVENNA

27 MARZO – Casa delle Arti – COVERSANO (BA)

28 MARZO – Officine Cantelmo – LECCE

E poi ancora

3 APRILE – Hall – PADOVA 17 APRILE – Teatro Alfieri – MONTEMARCIANO (AN) 
18 APRILE 
– Common Ground – NAPOLI
25
 APRILE – Spazio 211 – TORINO

Giuseppe Peveri detto DENTE, nasce a Fidenza (PR) nel 1976. Poco più che adolescente, intraprende la sua avventura musicale come chitarrista dei Quic, passando per la band La Spina, con cui pubblica due album alla fine del secolo scorso, per poi intraprendere la carriera solista nel 2006. DENTE è uno dei più apprezzati cantautori italiani, un musicista che negli anni ha conquistato un pubblico sempre più numeroso e affezionato riuscendo a imporre il suo personalissimo linguaggio pop dai tratti essenziali e ricercati. Ad oggi ha pubblicato 6 album in studio, un Ep digitale e un libro. Ha collaborato con numerosissimi artisti del panorama italiano come Perturbazione, Arisa, Marco Mengoni, Le Luci della centrale Elettrica, Manuel Agnelli, Coez, Brunori s.a.s., Enrico Ruggeri e Selton.

Arezzo Capitale della musica rock, tra novità e giovani talenti: tutto pronto per Arezzo Wave Contest 2020

Riparte il contest per giovani artisti più longevo e partecipato d’Italia: da oggi fino al 22 marzo sarà possibile iscriversi gratuitamente alle selezioni regionali. I musicisti iscritti riceveranno la Wave Card, per agevolazioni su merchandising, concerti e servizi ad Arezzo. In cantiere la creazione di “A.R.I.A di musica”, l’Arezzo Rock Italian Academy.

Intanto, Sudwave Festival 2019 è tra i primi dieci classificati per il ‘Best Indoor Festival’ all’Eurosonic 2020 di Groningen, unico festival a rappresentare l’Italia all’estero.

Arezzo 15 gennaio 2020 – Ci siamo, parte ufficialmente oggi Arezzo Wave Contest 2020, il concorso per artisti più longevo e partecipato d’Italia. L’iscrizione è gratuita e possibile fino al 22 marzo: per le band vincitrici in palio ricchi premi, anche solo iscriversi ad Arezzo Wave Contest permetterà l’accesso automatico alle audizioni per il concorso Primo Maggio Next. Arezzo si conferma così capitale culturale per la ricerca e promozione di talenti:gli iscritti del contest avranno la nuova Wave Card, per agevolazioni per tutti gli appassionati dello storico Festival di musica; tra le novità in cantiere la creazione dell’università del rock, “A.R.I.A. di musica” (Arezzo Rock Italian Academy), corsi di musica a 360 gradi da giugno 2020.

Arezzo Wave Contest è un progetto promosso e realizzato da Fondazione Arezzo Wave Italia, grazie ai partner istituzionali di Regione Toscana e Comune di Arezzo, i partner locali Fondazione Guido d’Arezzo e Fondazione Arezzo Intour, e il partner internazionale Yourope

È ancora luminosa la scia dell’edizione 2019 di Sudwave Festival & Convention. Fino al 18 gennaio, Mauro Valenti, cuore e anima della Fondazione Arezzo Wave Italia, sarà ad Eurosonic Noorderslag2020(ESNS)a Groningen, nei Paesi Bassi, per partecipare alla serata di premiazione degli European Festival Awards, con un compito speciale. Sudwave, infatti,ricoprirà l’onorevole ruolo di rappresentare l’Italia nella categoria ‘Best Indoor Festival’ tra gli 81 festival presenti:Sudwave Festival è tra i primi dieci, unica scelta tra i festival italiani. Nell’occasione sarà presentato il programma di Arezzo Wave a Parigi, con i concerti live del 2-3 aprile 2020 nella capitale francese di Enrico Nigiotti, La Rappresentante di Lista, La Municipàl e La Scapigliatura. L’evento fa parte di “Per chi crea”, programma promosso dal MIBACT e gestito da SIAE per i giovani sotto i 35 anni

Arezzo è da sempre capitale italiana per la musica rockgrazie alle le tante iniziative della Fondazione Arezzo Wave Italia, con Sudwave si candida per essere il punto di riferimento della musica e della cultura anche nel sud d’Europa. Infatti, è in cantiere un progetto innovativo: creare ad Arezzo l’università del rock “A.R.I.A. di musica”, la Arezzo Rock Italian Academy, per organizzare corsi di formazione ad hoc per i musicisti con le più importanti figure della filiera musicale italiana e su argomenti di massima utilità per gli iscritti al concorso musicale. Tra i topic sotto il riflettore in materia di corsi in classe o “on demand” ci saranno il vocal coaching, il report fotografico live, scrittura creativa, arrangiamento, social media marketing musicale, autoproduzione e scelta dell’etichetta discografica, la parte legale da conoscere in un contratto musicale

Attraverso il form di iscrizione ad Arezzo Wave Contest 2020, sarà già possibile per i musicisti iscritti indicare argomenti per loro utili da approfondire nei corsi, oppure quale artista vorrebbero incontrare. Ad ognuno di loro sarà quindi consegnata la Wave Card, che permetterà ai musicisti non solo di avere sconti sui corsi e sul merchandising, accessi prioritari ai concerti di Arezzo Wave, ma anche riduzioni per soggiorni ed altri servizi nella città di Arezzo.

Tutto pronto per il 2020, dunque: iscriversi al contest è facile e gratuito. Negli anni si sono iscritti più di 50.000 gruppi e più di 200.000 musicisti tra i quali Alborosie, i Negramaro, i Joy Cut, The Zen Circus, Mellow Mood, Fast Animals and Slow Kids e moltissimi altri. Due i brani richiesti da inviare al momento dell’iscrizione per poter essere ascoltati dai giurati regionali: dopo la selezione in studio da parte dei rappresentanti regionali, i gruppipotranno suonare alle selezioni live della loro regione (che si svolgeranno da fine marzo a fine maggio) e i migliori gruppi regionali si esibiranno alla finale nazionale ad Arezzo. Nel 2019 molti i premi consegnati: Nuovo Imaie ha conferito ai vincitori friulani The Hunting Dogs 15.000 euro per un tour di almeno 8 date, e i maggiori festival italiani, in collaborazione con Arezzo Wave, hanno ospitato molti dei gruppi finalisti, dal Concerto del Primo Maggio a Roma a Collisioni a Barolo. Grazie alla collaborazione con il Concerto del Primo Maggio, iscriversi ad Arezzo Wave Contest permetterà l’accesso automatico alle audizioni per il concorso Primo Maggio Next.

I gruppi finalisti del contest saranno giudicati dagli amici attivi di Arezzo Wave, ovvero da una giuria composta tra gli altri da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Erriquez e Finaz della Bandabardò, Drigo dei Negrita, Petra Magoni, DJ Ralf, Luca Morino dei Mau Mau, Pianista Indie, dai musicisti Giorgio Prette (ex Afterhours), Marco Montanari e Valerio Corzani, e ancora Mixo di Radio Capital, Claudio Trotta di Barley Arts, Massimo Bonelli del Concerto del Primo Maggio, Giorgio Crana di Collisioni.

Inoltre, Arezzo Wave Contest permette a chi ha i requisiti di accedere automaticamente ad altre due categorie in concorso: Arezzo Wave Music School, dedicato alle band con almeno un musicista che frequenta le scuole medie superiori italiane, e Arezzo Wave Ius Soli per i gruppi formati da giovani italiani di seconda generazione. Per tutte le informazioni necessarie sul più grande concorso live italiano, attivo in ogni regione, basta consultare il sito ufficiale di Arezzo Wave (www.arezzowave.com).

Workshop, corsi e laboratori, confronto continuo con esperti del music managament: l’idea di un’Accademia dedicata ai giovani talenti musicali nasce da lontano e ha trovato esperienza proprio dall’ultima edizione di Sudwave Festival & Convention 2019, in particolare con il progetto Woodstock Wave 50, il corso di formazione realizzato grazie ad uno dei bandi “Per Chi Crea”, promosso dal Mibact e gestito da SIAE, la Società Italiana degli Autori ed Editori. I sei giovani protagonisti, tutte voci di età inferiore ai 35 anni, hanno realizzato una compilation con le più belle canzoni dello storico festival di Woodstock, oggi ascoltabile online sul sito ufficiale (www.sudwave.com).

In attesa di scoprire i volti dei talentuosi artisti del contest, è stata pubblicata la locandina per Arezzo Wave Contest 2020. L’illustrazione quest’anno è a cura di Luca Ralli, disegnatore e artista aretino. Ha già collaborato a riviste come “Linus”, “Carta”, “Cuore”. Fumetti, teatro e letteratura nella sua carriera, segnata dall’incontro con l’autore Stefano Benni per cui ha ideato e realizzato i book trailer di numerosi libri negli ultimi decenni.