I HATE MY VILLAGE live alle Officine degli Esordi

Sabato 30 marzo alle Officine degli Esordi di Bari dal vivo I HATE MY VILLAGE!!

Opener BLACK SNAKE MOAN, un progetto di ricerca sonora, che affonda le proprie radici nelle atmosfere delta blues e negli immaginari desertici, con una sfumatura psichedelica.

I HATE MY VILLAGE: Scienziati di tutto il mondo sono concordi nell’attribuire al ritmo un ruolo essenziale nell’evoluzione umana. Sin dal grembo materno, accenti e pause entrano nelle nostre vene come una magia atavica che non conosce confini geografici e parla un linguaggio universale tra i popoli di tutto il globo. Fabio Rondanini (batteria di Calibro 35, Afterhours) e Adriano Viterbini (chitarra di Bud Spencer Blues Explosion e molti altri) incarnano indiscutibilmente questo assunto e, forti delle straordinarie capacità tecniche che li rendono autentici pesi massimi nell’attuale scena musicale italiana, esplorano da anni le infinite possibilità nella ricerca del groove. I Hate My Village è il loro nuovo progetto e testimonia l’amore viscerale dei due per la musica africana,un amore nato sui palchi – accompagnando maestri quali Bombino e Rokia Traoré – e poi cresciuto in sala prove con la curiosità di chi ha costantemente voglia di contaminarsi e divertirsi nell’ampliare il proprio orizzonte. Jam dopo jam prendono forma 9 incredibili tracce in cui melodie e ritmi dalla Madre Africa si fondono con timbriche occidentali, ottenendo una miscela di straordinario effetto. Questo risultato si amplifica ulteriormente grazie al contributo di uno dei personaggi chiave del rock nostrano dagli anni ’90: Alberto Ferrari (Verdena) si inserisce con la sua inconfondibile vocalità donando all’amalgama strumentale un ulteriore elemento capace di unire mondi – apparentemente lontani – che inI Hate My Village sembrano coesistere da sempre.Il suono che deriva da questo magico incontro è coraggioso ed innovativo. In cabina di regia Marco Fasolo (Jennifer Gentle) lo restituisce in maniera emozionante, dimostrandosi ancora una volta uno dei produttori più visionari e abili, tanto nel riprendere l’energia dei musicisti in gioco, quanto nel raccontare tutti i variopinti paesaggi sonori della loro scrittura. Un viaggio in un mondo senza frontiere: questo è I Hate My Village, dal 18 gennaio 2019 in orbita grazie a La Tempesta International.

Officina degli Esordi – via Francesco Crispi 5, 70123 Bari

Go!Zilla live per il Dirockato Winter 2018/2019 al Kambusa Rock Bar

Era il lontanissimo 2 Aprile del 2014…
I Go!Zilla vennero al Dirockato a presentarci il loro “Grabbing a Crocodile” e ricordo ancora perfettamente il muro del suono che si alzò quella sera. Allora avevo ancora qualche capello e da quel concerto ne venni fuori perfettamente pettinato.
E niente, Mercoledì, questa band stratosferica torna al Kambusa con un nuovo album (Modern Jungle’s Prisoners) e con una nuova formazione a ricordarci che l’Italia che suona è anche ALTRO!!!

ECCEZIONALMENTE DI MERCOLEDì.
COME SEMPRE AL KAMBUSA ROCK BAR.
COME SEMPRE INGRESSO GRATUITO.
COME SEMPRE, COME SEMPRE, COME SEMPRE.

GO!ZILLA

Modern Jungle’s Prisoners, ritorno discografico dei fiorentini Go!Zilla, è l’inizio di un’avventura sonora inedita per la formazione toscana : al terzo disco il quartetto (ormai quintetto) – Luca Landi (voce, chittarra), Mattia Biagiotti (chitarra), Fabio Ricciolo (batteria), Niccolò Odori (synth, percussioni), Federico Sereni (basso) – scala le Colonne d’Ercole del garage rock alla ricerca di nuovi territori musicali da scoprire per dar vita a un concept album sulla prigionia mentale da giungla urbana : mille sfumature e sfaccettature in nove brani, che però rappresentano un unico viaggio, incrocio di percorsi diversi tra passato, presente e futuro.

Le tante anime dei “vecchi” Go!Zilla – a partire da quella acida e garage – punk di “Grabbing a Crocodile” (2013) fino ad arrivare a quella heavy psych di “Sinking In Your Sea” (2015) – si intrecciano con la voglia, naturale e spontanea, di percorrere sentieri creativi inesplorati prima dalla band: il songwriting dalle venature garage e psichedeliche, incontra la soundtrack music (“Intro”, “Interlude”) e l’afro-beat (“Evil Is Satisfying”). Speciale, quindi, la collaborazione con Enrico Gabrielli (Calibro 35), suo il sax in “Falling Down Ground”. E altrettanto significativa la copertina dell’album: uno scatto del fotografo tedesco Thomas Hoepker. Un murale di una foresta nel South Bronx, immagine che sintetizza alla perfezione “Modern Jungle’s Prisoners”, in uscita per l’etichetta francese Teenage Menopause Record.

https://www.facebook.com/gozillatheband/

Start: 22:00
Ingresso gratuito
Kambusa Rock Bar (Monopoli) – ang. via S. Quasimodo, Via Luigi Cadorna, 1
Info: www.facebook.com/DirockatoMonopoli
Mail: dirockato@gmail.com
lucianodarienzo@gmail.com

Il Dirockato Winter è supportato da RADIO KO, Bari Rock City e Radio Frequenze Pirata..

MEDIMEX 2019, A PATTI SMITH SI AGGIUNGONO GLI EDITORS, CIGARETTES AFTER SEX E LIAM GALLAGHER!

Grandi nomi a Taranto per il Medimex

 Cigarettes After Sex, Editors, Liam Gallagher e Patti Smith
per l’International Festival & Music Conference in programma dal 5 al 9 giugno

Dopo lo straordinario successo dello scorso anno, torna a Taranto il Medimex, International Festival & Music Conference organizzato da Puglia Sounds, il progetto della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese. Dal 5 al 9 giugno sono in programma quattro giorni di musica con star internazionali, una mostra su Woodstock e altre esposizioni, incontri con gli artisti, importanti spazi di confronto professionale sulle opportunità del mercato mondiale, attività di formazione, cinema e molte altre attività.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Di assoluto prestigio il programma del main stage sul palco del Lungomare Vittorio Emanuele III:  venerdì 7 giugno doppio appuntamento con gli americani Cigarettes After Sex, gruppo di punta dell’ambient pop di stanza a New York e i britannici  Editors, una delle realtà di maggior successo del moderno wave-rock; sabato 8 giugno Liam Gallagher dell’ex frontman degli Oasis, figura di riferimento del brit-pop in procinto di pubblicare il suo secondo album da solista dopo As You Were. Completa il quadro degli headliner, domenica 9 giugno, Patti Smith che, come annunciato, celebrerà in esclusiva per il Medimex i quarant’anni dei leggendari concerti di Bologna e Firenze del 1979 che, con l’artista americana sancirono il ritorno in Italia dei grandi raduni rock dopo la «stagione degli incidenti». La prevendita dei biglietti per le tre serate è attiva dalle ore 12.00 di  mercoledì 27 marzo sul circuito vivaticket. Anche quest’anno il Medimex propone dei prezzi accessibili a tutti: 15 euro per venerdì 7, 25 euro per sabato 8, 15 euro per domenica 9 e abbonamento alle tre serate 45 euro.

Gli altri concerti del Medimex saranno programmati attraverso una call pubblica, disponibile sul sito www.medimex.it, rivolta ad operatori nazionali e regionali, i quali potranno proporre live sia per le esibizioni prima degli headliner sul mainstage che per il palco di Villa Peripato, dove quest’anno si terranno anche concerti. La selezione prevede una quota riservata alle esibizioni degli artisti pugliesi.

Il Medimex, inoltre, rinnova la partnership con Birra Raffo, storico brand da 100 anni legato a doppio filo alla storia e all’identità della città dei due mari, anche quest’anno main sponsor della manifestazione. Nelle prossime settimane verrà annunciato il programma completo, che prevede anche incontri d’autore con i protagonisti della musica italiana, attività professionali e di networking rivolte ad artisti e operatori musicali regionali e nazionali, scuole di musica, dj set, mostre, il mercato del vinile, proiezioni, attività collaterali e una finestra sul cinquantennale di Woodstock, il festival americano che nel 1969 segnò la stagione dei grandi raduni rock, negli anni successivi scomparsi in Italia per motivi di ordine pubblico e ripresi soltanto nel 1979 proprio con i  memorabili concerti di Patti Smith a Bologna e Firenze.

Il Medimex a Taranto sarà preceduto dell’edizione Spring in programma a Foggia, dall’11 al 14 aprile, con ospiti Renzo Arbore, coordinatore di un progetto speciale – ingresso gratuito –  che vede coinvolti i jazzisti Enrico Rava, Dado Moroni, Rosario Bonaccorso, Roberto Gatto, Stefano Di Battista, Enrico Zanisi e la cantante Nicky Nicolai, il musicista britannico Bryan Ferry, fondatore dei Roxy Music, atteso nel capoluogo dauno per l’unica data italiana – ingresso gratuito – del suo tour mondiale, e la fotografa Pattie Boyd, straordinaria testimone degli anni della Swingin’ London che presenterà una mostra sui Beatles.

Info www.medimex.it.