Blue

Blue è un programma radiofonico in cui la musica vuole “acchiappare” il cuore dell’ascoltatore, la sua emotività, le vibrazioni della sua anima.

“Mi piace il jazz, un genere di musica che per lo più si ricorda in bianco e nero. Certo, il rosso fuoco degli occhi strafatti di Archie Shepp in “Attica Blues”, i solchi violacei che scavano il volto da vecchio tossico di Chet Baker, il seppia dei vecchi filmati di Monk, me lo fanno amare con qualche piccola variazione. Ma per lo più si ricorda in bianco e nero anche se la nuance che preferisco è il blu, anzi meglio, il blue.

Il titolo di un disco straordinario di Joni Mitchell del 1971, ma anche uno dei colori che lo ha meglio caratterizzato, in maniera sotterranea, emotiva. Il colore di “Blue Train” l’unico disco inciso da John Coltrane per la Blue Note, un album del 1957, il colore di “Kind Of Blue” una delle pietre miliari della musica del secolo scorso, il coloredelle blue notes, le note del jazz e del blues. E’ un colore che evoca un immaginario fatto di emozioni, prima, molto prima che la musica diventasse show business.

E’ per questo che ho deciso di chiamare il mio programma Blue perché è un colore col quale voglio connotare un grosso calderone di suoni in cui il jazz ha un ruolo di primo piano ma nel quale è contenuto tutto quello che gli ruota attorno, e quindi la soul music, il blues, l’R&B, l-hip-hop e chi più ne ha più ne metta. Blue è un programma radiofonico in cui la musica vuole “acchiappare” il cuore dell’ascoltatore, la sua emotività, le vibrazioni della sua anima.” – Nicola Gaeta

In onda tutti i martedì dalle 22 a mezzanotte

Bio

Nicola Gaeta. Medico, critico musicale, conduttore radiofonico, deejay. Collaboratore di testate quotidiane e specializzate, tra le quali il “Corriere del Mezzogiorno”, “Jazz Magazine” e “Musica Jazz”, è stato inviato presso i più importanti festival nazionali e internazionali, da Roccella Jonica a Umbria Jazz, dal Montreux Jazz Festival al North Sea Jazz Festival. E’ autore di Una preghiera tra due bicchieri di gin e di BAM, il jazz oggi a New York. Attualmente collabora con “Musica Jazz”.

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: