Archivi categoria: Informazione locale

LE RICHIESTE: RIAPERTURE SENZA “STOP AND GO”, LEGGE PER I LAVORATORI DELLA CULTURA. IN COMMISSIONE CULTURA DEL SENATO L’AUDIZIONE DELL’ASSESSORA PIERUCCI

IN COMMISSIONE CULTURA DEL SENATO L’AUDIZIONE DELL’ASSESSORA PIERUCCI  CON I COLLEGHI DELLE GRANDI CITTÀ ITALIANE LE RICHIESTE: RIAPERTURE SENZA “STOP AND GO”, LEGGE PER I LAVORATORI DELLA CULTURA, PIANIFICAZIONE DEI RISTORI, “FONDO CULTURA” PER LE CITTÀ

Continua la lettura di LE RICHIESTE: RIAPERTURE SENZA “STOP AND GO”, LEGGE PER I LAVORATORI DELLA CULTURA. IN COMMISSIONE CULTURA DEL SENATO L’AUDIZIONE DELL’ASSESSORA PIERUCCI

Su “15 minuti di celebrità” intervista a Nicola Zito della Fondazione Pino Pascali. Al via un ciclo di lezioni online sull’arte contemporanea

Nell’episodio 9 di 15 minuti di celebrità, Nicola Zito curatore alla Fondazione Pino Pascali, parla del ciclo di lezioni onlinededicato alle avanguardie dell‘inizio del ‘900 per meglio comprendere l’arte contemporanea. Tutte le lezioni si possono seguire in diretta su Facebook e su zoom della fondazione Pascali prenotandosi a info@fondazionepinopascali.it

ARTE E ARTI. LE AVANGUARDIE STORICHE – Ciclo dilezioni sull’Arte Contemporanea a curadi Nicola Zito Dal 26 febbraio al 26 marzo 2021, ore 17 Online su piattaforma Zoom e in diretta Facebook


Venerdì 26 febbraio 2021, alle ore 17, prende il via Arte e Arti. Le avanguardie storiche, ciclo di lezioni online sull’Arte Contemporanea rivolto a docenti, studenti e appassionati, un progetto didattico promosso dalla Fondazione Pino Pascali e curato da Nicola Zito. I cinque incontri in programma, dal 26 febbraio al 26marzo 2021, mirati a fornire conoscenze specifiche nel campo della Storia dell’Arte Contemporanea, si concentreranno sul rapporto tra le arti visive, la letteratura, la poesia, la musica e il cinema all’interno delle avanguardie storiche, dall’Espressionismo al Surrealismo, mettendo in risalto le dinamiche di contaminazione tra i vari ambiti. Il corso, basato su una serie di focus specifici, prenderà in esame il periodo storico, artistico e culturale che va dal 1905 alla metà del XX secolo e i movimenti che hanno rivoluzionato il modo di intendere e di realizzare non solo le opere d’arte, ma anche le modalità creative letterarie, musicali e cinematografiche. Quello tra l’arte e le arti è sempre stato un legame molto forte, che diviene ancor più stretto nel primo Novecento; esemplare è la storia del Futurismo, Dadaismo e Surrealismo, fondati non a caso da poeti e letterati, come altrettanto fondamentali risultano le figure di scrittori e musicisti come Guillaume Apollinaire, Arnold Schönberg, Vladimir Majakovskij, importanti rispettivamente per il Cubismo, per “Il Cavaliere Azzurro” e per le avanguardie russe, e il contributo nella letteratura – oltre che in ambito pittorico e musicale – di Alberto Savinio, autore alla base della genesi e dello sviluppo della Metafisica. Senza dimenticare ovviamente l’apporto della “settima arte”, il cinema, e dei suoi grandi interpreti, da Fritz Lang a Luis Buñuel. Le lezioni saranno tenute da Nicola Zito, dottore di ricerca in Storia dell’Arte dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e curatore presso la Fondazione Pino Pascali, con docenti, studiosi e ricercatori dell’Ateneo barese, provenienti da settori scientifici legati all’arte, alla letteratura, alla musica e al cinema: Christine Farese Sperken, Pierfrancesco Moliterni, Giuseppe Bonifacino, Lorella Bosco e Angela Bianca Saponari. Il calendario degli incontri sarà così strutturato: Venerdì 26 febbraio 2021, ore 17 – “L’opera d’artetotale” Lezione di Christine Farese Sperken e Nicola Zito Venerdì 5 marzo 2021, ore 17 – “Arte e Musica”Lezione di Pierfrancesco Moliterni e Nicola Zito Venerdì 12 marzo 2021, ore 17 – “Arte, Letteratura e Poesia (I)”Lezione di Giuseppe Bonifacino e Nicola Zito Venerdì 19 marzo 2021, ore 17 – “Arte, Letteratura e Poesia(II)”Lezione di Lorella Bosco e Nicola Zito Venerdì 26 marzo 2021, ore 17 – “Arte e Cinema” Lezione di Angela Bianca Saponari e Nicola Zito. Il ciclo di lezioni, su piattaforma online Zoom, a cui ci si potrà iscrivere suinfo@museopinopascali.it (per un massimo di 60 partecipanti), sarà inoltre trasmesso in diretta Facebook sulla pagina ufficiale della Fondazione Pino Pascali.

Su “15 minuti di celebrità” intervista ad Eva Degl’Innocenti, direttrice del museo archeologico MarTa di Taranto

Su RKO per “15 minuti di celebrità –  arte e dintorni” a cura di Mariapaola Spinelli, l’intervento di Eva Degl’Innocenti direttrice del Museo Archeologico Nazionale “MarTa” di Taranto.

Un approfondimento sulla gestione museale, per rendere il museo un’agorà del 21° Secolo, in modalità 3.0  e coinvolgere tutti,  ma soprattutto le nuove generazioni, quelle che saranno la classe dirigente del futuro.

Continua la lettura di Su “15 minuti di celebrità” intervista ad Eva Degl’Innocenti, direttrice del museo archeologico MarTa di Taranto

Cactus. Basta poca acqua presenta per il 18 febbraio “O la Borsa o la vita”

Cactus. Basta poca acqua presenta il 21^ episodio
On air giovedì 18 febbraio, sempre dalle ore 11:00, sempre in streaming e podcast:

cactuspodcast.it e www.rkonair.com

Oggi con noi, intervistato da Concita, Ugo Biggeri, presidente di Etica Sgr, il ramo di Banca Etica che si occupa di risparmiocon fondi sostenibili e responsabili. Il suo ultimo libro si intitola “I soldi danno la felicità – Corso semiserio di sopravvivenza finanziaria”. Lo ha scritto con una giovane economista rumena Cristina Diana Bargu. E’ una sorta di manuale per entrare nel mondo bizzarro della finanza. Come funzionano il mercato e la Borsa, e i suoi prodotti principali, dai “cattivissimi” derivati ai  più ben voluti titoli di Stato? Come si possono gestire i soldi? Il loro  valore sta nelle relazioni e nel bene comune che aiutano a generare? In  questo senso sì, i soldi danno la felicità. Oppure no, come sappiamo bene. Tutto dipende da come – a livello individuale e collettivo – decidiamo di  guadagnarli, spenderli, risparmiarli o investirli. Se molto è stato scritto sul  consumo responsabile, siamo ancora poco coscienti di come le nostre piccole  grandi scelte finanziarie, dal tipo di banca in cui aprire un conto corrente agli  investimenti su cui puntare, possano fare la differenza.

Continua la lettura di Cactus. Basta poca acqua presenta per il 18 febbraio “O la Borsa o la vita”

ASSET PUGLIA LANCIA LA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE PER L’USO DELLA BICICLETTA IN SICUREZZA

Parte domani 16 febbraio la nuova campagna di comunicazione istituzionale sulla sicurezza stradale realizzata da ASSET Puglia, l’Agenzia Regionale Strategica per lo Sviluppo Ecosostenibile del Territorio. L’iniziativa di informazione metterà al centro la “Regina” della mobilità sostenibile, la bicicletta, e prevede la messa in onda di uno spot di sensibilizzazione per il suo utilizzo corretto e sicuro.

Continua la lettura di ASSET PUGLIA LANCIA LA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE PER L’USO DELLA BICICLETTA IN SICUREZZA

¿Hablas español? Amazonica Hi-Fi: sonidos latinoamericanos que hacen vibrar corazones, hoy por RKO

Llega un nuevo programa a RKO radio que pondrá a sonar ritmos latinoamericanos alternativos, mostrando una cara de Colombia y su continente que aun es para muchos desconocida. Sonidos ancestrales como la música andina y la cumbia, han sido la semilla con la que artistas de esta parte del planeta han creado fusiones con el rock y la electrónica dando origen a una gran diversidad. Además hay detrás una interesante historia que inicia en los años 60 y se sigue escribiendo en el presente.

El periodista y dj radicado en Puglia David Meza-Pretelt, junto a Mateo Toro desde Los Ángeles (USA) estarán todos los miércoles desde las 21:00 (CET) compartiendo historias, entrevistas, ocurrencias y una gran selección de canciones que le mostrarán al mundo que Sudamérica es mucho más que reggaetón y pop latino.

Amazonica Hi-fi toma su nombre de la gran selva y pulmón del planeta que se encuentra en el corazón de Sudamérica, rindiendo honor a este lugar que actualmente se encuentra amenazado por la deforestación y la contaminación, agregando un componente de consciencia ecológica y buscando visibilizar entre sonidos de alta definición y calidad musical, la importancia de cuidar la naturaleza. Es por esto que el programa incluirá el segmento “Mente Hi-Fi” de estilo de vida consciente, con invitados y mensajes que enciendan una luz de amor en el corazón de quienes los escuchan.

“Consideramos que el periodismo musical no puede estar alejado del llamado mundial al que nos convocan estos tiempos, por eso queremos combinar la música latina alternativa, su historia y ritmos, con mensajes que abran la mente de los radioescuchas a un estilo de vida armónico consigo mismo y con el planeta” afirma David, quien conducirá un programa que garantiza sonidos de alta fidelidad donde el rock y la electrónica mandan la parada. Este nuevo programa hace parte de la apuesta de RKO por llegar al público en español y ampliar su catálogo de programas, ofreciendo música y contenidos de alta calidad en “la radio che si vede”.

Il primo episodio mercoledì 10 febbraio 2021 apparirà qui:

Non parli ancora spagnolo? Qui la traduzione in italiano:

Arriva un nuovo programma su RKO, che suonerà ritmi alternativi latinoamericani, mostrando un volto della Colombia e del suo continente che è ancora sconosciuto a molti. Suoni ancestrali, come la musica andina e la cumbia, sono stati il ​​seminali per gli artisti di questa parte del pianeta, si sono fusi con il rock e l’elettronica, dando origine a una grande diversità. Interessante anche la storia che gli sta alle spalle, che inizia negli anni ’60 e continua ad essere scritta nel presente.

Il giornalista e DJ David Meza-Pretelt, ora residente in Puglia, insieme a Mateo Toro da Los Angeles (USA), sarà in onda tutti i mercoledì dalle 21:00 (CET) condividendo storie, interviste, ricorrenze e una grande selezione di brani che mostreranno al mondo quanto il Sud America sia molto più che reggaeton e pop latino.

Amazonica Hi-Fi prende il nome dalla grande giungla e polmone del pianeta, che si trova nel cuore del Sud America, rendendo onore a questo luogo attualmente minacciato da deforestazione e inquinamento, aggiungendo una componente di consapevolezza ecologica e cercando di rendere visibili i suoi suoni ad alta definizione e qualità musicale, ribadendo l’importanza di prendersi cura della natura. Ecco perché il programma includerà la rubrica “Mind Hi-Fi” sullo stile di vita consapevole, con ospiti e messaggi che fanno brillare una luce d’amore nel cuore di chi li ascolta.

“Considerando che il giornalismo musicale non può essere distante dal richiamo globale a cui questi tempi ci chiamano, vogliamo unire la musica latina alternativa, nella storia e nei ritmi, con i messaggi che aprano le menti degli ascoltatori a uno stile di vita dannoso per il pianeta” dice Davìd, che dirigerà questo programma e che garantisce l’alta fedeltà dei suoni da cui il rock e l’elettronica prendono vita.

Questo nuovo programma fa parte dell’impegno di RKO – la radio che si vede – per raggiungere il pubblico in lingue diverse co contenuti di alta qualità culturale.

La rivincita del Sud è il nuovo episodio di Cactus. Basta poca acqua, l’11 febbraio alle 11

Cactus. Basta poca acqua presenta il 20^ episodio

La rivincita del Sud

On air giovedì 11 febbraio, sempre dalle ore 11:00, sempre in streaming e podcast:

cactuspodcast.it e www.rkonair.com

La pandemia ha solo velocizzato una tendenza. Quella di lasciare le grandi metropoli del Nord per ritornare a casa. Lì da dove i cervelli sono scappati per cercare lavoro. E ora che il lavoro si fa agile, smart, perché non abbandonare il monolocale a Milano, Torino o Roma e ricominciare da dove si è partiti? Provarci almeno, mettere testa e cuore per un viaggio di ritorno. Nasce così a Palermo il South Working. Una tendenza che a Brindisi, in Puglia, si è trasformata in “Sea Working” per accentuare le potenzialità di una città in grado di accogliere non solo turisti o lavoratori, ma nuovi abitanti. Un south working alternativo direttamente sul mare, beneficiando di un “ufficio” tutt’altro che ordinario – in questo caso una barca a vela ormeggiata in porto – , che risponde alla crescente domanda di nomadi digitali e smart workers di lavorare da luoghi inaspettati e stimolanti, migliorando la produttività.

Continua la lettura di La rivincita del Sud è il nuovo episodio di Cactus. Basta poca acqua, l’11 febbraio alle 11

FREE PATRICK ZAKI: 7 E 8 FEBBRAIO. Bari. LA FONTANA DI PIAZZA MORO SI ILLUMINA DI GIALLO A SOSTEGNO DELLA CAMPAGNA DI AMNESTY INTERNATIONAL

Nelle giornate del 7 e 8 febbraio la fontana di piazza Moro sarà illuminata di giallo per testimoniare l’adesione del Comune di Bari all’iniziativa promossa dall’organizzazione non governativa Amnesty International per mantenere viva l’attenzione sulla situazione di Patrick Zaki, studente egiziano del Master in Studi di genere dell’Università di Bologna, che da circa un anno è in carcere nel suo Paese come prigioniero di coscienza, detenuto esclusivamente per il suo lavoro in favore dei diritti umani e per le opinioni politiche espresse sui social media.

Continua la lettura di FREE PATRICK ZAKI: 7 E 8 FEBBRAIO. Bari. LA FONTANA DI PIAZZA MORO SI ILLUMINA DI GIALLO A SOSTEGNO DELLA CAMPAGNA DI AMNESTY INTERNATIONAL

Lo Specchio Nero in frantumi. I poteri forti irrompono in redazione!

Scusate se ansimo mentre registro, e scusatemi anche per la voce bassa e frettolosa. Mi sono accucciato dietro una siepe per poter inviare questa testimonianza, in modo che i nostri amici di RKO possano poi trasformarla in comunicato scritto e diffonderla sul web. Bando ai convenevoli, vengo subito al dunque: dunque. Eravamo in studio come al solito, impegnati nella registrazione della puntata n. 16 della seconda stagione de Lo Specchio Nero. Massimiliano, in un impeto di situazionismo spinto, stava registrando suoni e rumori della costruzione di un muretto all’interno dello studio, ispirato da quello che hanno tirato su a Torino per proteggersi dagli spacciatori di Parco Sempione. Quella notizia l’ha colpito non poco, è stato investito da una luce mistica esclamando: “siii, ecco la soluzione! Finalmente non dovrò più confrontarmi con voi e cesseranno di esistere i problemi di comunicazione tra di noi! Un muro! Ecco quello che ci vuole!”. Daniele, microfoni e manopole alla mano, remixava i suoni di calce cucchiara e cofana, trasformando il tutto in colonna sonora per la puntata. E io scrivevo un articolo sul meraviglioso governo presieduto da Mario Draghi che incombe su di noi come il sol dell’avvenire. Insomma, tutto procedeva normalmente come al solito, quando all’improvviso è andata via la corrente. Tutto buio, buio pesto. Un’esplosione ha divelto la porta della redazione, il fumo ha invaso la stanza, ho sentito delle urla. Colpi secchi, grugniti, tonfi. O forse tonfa. Ho colto un bagliore per un attimo, che ha illuminato l’uscita e i corpi di diversi uomini che correvano a destra e a manca. Tutti vestiti in giacca e cravatta. “Che sta succedendo”, ho pensato, “devo salvare i miei amici” forse, o forse no. Meglio di no, ho colto l’occasione e me la sono data a gambe. Ho corso come mai in vita mia, e ora mi sono fermato un attimo a rifiatare, anche per mandare questa testimonianza al direttivo di RKO. Non so cosa ne è stato dei miei compagni di sventura, se sono ancora vivi, se li hanno portati da qualche parte. Quello che è certo è che la puntata de Lo Specchio Nero salta, lo so che è un brutto colpo per tutti voi che ci seguite. Voi, centinaia di migliaia di follower e aficionados. Ritorneremo, è una promessa. Temo che ad irrompere nel nostro covo siano stati i burocrati di Bruxelles, armati fino ai denti di grafici contundenti e piani di riforme taglienti come lame, con i loro occhi bianchi e gli artigli globalizzati. Ora che il loro uomo è arrivato alla guida di un governo nazionale, ci attendono tempi incerti, difficili, ma ce la faremo. Andrà tutto bene, ne usciremo migl… (fine delle trasmissioni. Rumore di spari, urla, bestemmie assortite).