Legalitria

La manifestazione che punta a far conoscere riconoscere le mafie ai più giovani si svolgerà online dal 9 al 14 novembre 2020. Con una nuova formula dettata dall’emergenza sanitaria che ne impone lo svolgimento online, torna per il terzo anno consecutivo e con un programma sempre più ricco di eventi e novità, Legalitria, il festival nazionale per la direzione artistica di Leonardo Palmisano, che sensibilizza i giovani alla legalità e alla giustizia sociale, ideato, diretto e promosso dalla società Cooperativa Radici Future aderente a Legacoop Puglia.

Sette i comuni coinvolti direttamente come Alberobello, Cisternino, Fasano, Locorotondo, Manduria, Martina Franca e Noci) e tre le città la cui partecipazione è ancora solo rappresentativa come Padova, Taranto e Bologna.

L’obiettivo dichiarato è di parlare alle istituzioni, ma soprattutto quello di dialogare con i ragazzi delle scuole. Grazie agli incontri con gli autori di libri che raccontano la mafia, il mondo dei clan, fenomeni come il bullismo, ma anche l’antimafia istituzionale, il calcio criminale, l’economia legale, diventa più semplice e diretta l’interazione su temi spesso percepiti come lontani. La novità di questa terza edizione l’adesione al Festival dell’Ufficio Scolantico regionale. Una adesione che permetterà alle scuole secondarie di primo e secondo grado pugliesi di condividere sulle loro piattaforme, nelle mattine dal 9 al 14 novembre la diretta del giorno trasmessa sul canale Youtube di Radici Future Produzioni: https://bit.ly/jsELUo

RKO sostiene il festival e propone un podcast degli incontri, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14:00 alle 15:00

Legalitria è un progetto Radici Future

Segui Legalitria sui social:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: